Jump to content
  • Max Aquila
    Max Aquila

    Nikon Z 24/1,8 S: oltremodo...wide !

    302  07112019 -_D7M6623  Max Aquila photo (C).JPG

    L'ho tirato fuori dalla scatola da meno di due mesi, ma già da subito l'ho adottato come superwide da battaglia sulla mia Z6, nonostante possegga già ben due volte la sua lunghezza focale, sugli zoom 14-30/4 e 24-70/4.

    305  07112019 -_D7M6683  Max Aquila photo (C).JPG


    Ma questo Nikkor 24mm è l'obiettivo che allunga il numero dei fissi a luminosità f/1,8 verso il più ampio angolo di campo oggi disponibile sul nuovo sistema mirrorless Nikon,
    in attesa del 20/1,8 che dovrebbe/potrebbe arrivare il prossimo anno, molto prossimo ormai, insieme ad altre ottiche ancora più richieste al momento, come i telezoom 

    Dunque: uno schema molto fitto, da 12 lenti in 10 gruppi 557285025_Resizeofschema.jpg.ecdf182fc20734841aeefca978a1eb6f.jpg 

    un gruppo di più del pari focale/luminosità a baionetta F, del quale abbiamo già scritto bene in passato,

    dimensioni francamente compatte in funzione della lente frontale con diametro filtri da 72mm, anche se non certo tascabile in unione ai corpi Z

    303  07112019 -_D7M6670  Max Aquila photo (C).JPG 
    misura 9,7cm di altezza (uno in più del cugino F) e pesa 450 grammi, (un etto in più...), mette a fuoco da 25cm di minima maf, ha un diaframma a 9 lamelle che arriva a chiudere ad f/16 ed è dotato di una enorme ghiera di messa a fuoco manuale, come negli altri Nikkor S, forse fin troppo "presente" data la relativa inutilità, grazie all'efficienza dell'AF in ogni condizione di ripresa

    304  07112019 -_D7M6681  Max Aquila photo (C).JPG

    Vanta un innovativo Multi-Focus System, che consiste di due motori AF stepless, sincronizzati per ottenere sia la più rapida efficienza dell'AF, ma anche per ridurre drasticamente le aberrazioni ottiche e cromatiche potenzialmente riscontrabili alle più ridotte distanze di messa a fuoco, a causa dello spostamento interno dei gruppi ottici.
    Multi-Focus.gif.490156626c5c4a63769a8fae3449aae2.gif

     

    E' ben protetto da polvere ed umidità da una serie di O-ring nikkor_z_24mm_1_8_s_sealing--original.jpg.9197fa22e65f2f988cce0a9c809dff40.jpg

    Cattura.thumb.PNG.22d0b02326b0508d20a1235df99b9697.PNG

    Oltre il normale, lo slogan utilizzato da Nikon per questo wide,

    gioco di parole tra l'aspetto concettuale di normale/ordinario e quello di normale come obiettivo standard: in questo secondo aspetto mi ci ritrovo appieno, perchè l'angolo di campo quasi pitagorico di un 24mm è pressappoco il doppio di quello di un 50mm, che è pari alla visione media di un occhio umano.
    Quindi il 24mm consente una visione stereoscopica del soggetto inquadrato, rispetto ad un obiettivo "normale", con esso andiamo appunto, beyond the normal...

    E con il 24mm io vado in giro a fotografare proprio come se avessi sulla fotocamera uno standard, ossia un obiettivo all-in-one, col quale poter fotografare di tutto alla distanza più consona.

    2143779667_008-_Z6H364624mm1-2000secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.897d93cb5faeb0b5f0b4e34981c93487.JPG
    dal monumento nella sua interezza, 

    1290047068_016-_Z6H659024mm1-2000secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.ff06e11a8e7274ef007a49fce5b22202.JPG

    ad una parte rappresentativa di esso , 54105647_001-_Z6H325424mm1-5000secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.9cd94d09ab2b347112b746989891b379.JPG

    oppure popolata da persone che ne facciano scaturire un racconto
    1648978034_007-_Z6H361024mm1-4000secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.10b723814d23ebe1b91baa3d4355d2d7.JPG  851765498_003-_Z6H327724mm1-1250secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.b279a43510408af52c8685cde1cc3bce.JPG

    allo street puro, per il quale genere queste lunghezze focali sono le più congeniali, consentendo di scattare anche senza guardare nel mirino, oppure usando il monitor basculato

    1733194933_010-_Z6H374624mm1-2000secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.4971a07ce78e4d16ed3e25309cba22d9.JPG

    960638950_009-_Z6H370324mm1-2500secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.f307323187da52122f2cf1467981e5d9.JPG

    forti del fatto che la loro distorsione prospettica sia certamente inferiore a quella di un 18 o 14mm, ma anche e sopratutto dell'integrazione fotocamera/obiettivo/software di sviluppo, che fa del sistema Z di Nikon l'antesignano per prestazioni di eccellenza ottica sul mercato: nessuna distorsione, nonostante si tratti di un obiettivo di classe medioalta ma non certo di collocazione da eccellenza, come il prezzo attuale attorno ai 1200 euro, fa già immaginare.

    Allo stesso modo, estremo controllo in controluce diretto di flares o ghosts, con risultati davvero sorprendenti79287470_002-_Z6H325824mm1-8000secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.e32d6d7cbc9d2759a20962b6bbd03e9a.JPG

    691458908_015-_Z6H657024mm1-125secaf-40MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.3eeb3a880546d00f16c3371a1f19421a.JPG

    1026771805_011-_Z6H651124mm1-10secaf-80MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.5efd44de2fa0ef536366107c89e59316.JPG anche in situazioni complesse
    caratterizzate da numerosi stop di differenza tra luci ed ombre
    1883854715_012-_Z6H651824mm1-200secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.598fd9866330dbfe8b1d43777bb3d9bf.JPG


    840678862_013-_Z6H653624mm1-100secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.cf61c2ce1338d5d2e24abb0b97906edf.JPG mantenendo elevata qualità
    anche nel dettaglio dei particolari
    1098937762_014-_Z6H654824mm1-80secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.ea553e2f7cee172486a50cbaec378051.JPG

    Nelle riprese a distanze ravvicinate si comporta come ci si aspetta da un obiettivo di questa luminosità:

    661787911_004-_Z6H339124mm1-250secaf-18MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.9517bbbd929bd2523c720f8d816399a0.JPG

    che a TA deve contemporaneamente conferire dettaglio al soggetto sul sottile piano di maf, ma contestualmente riconoscibilità all'ambiente circostante,

    956804417_005-_Z6H340724mm1-4000secaf-18MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.866ad3c2e4cbc2fe419e07f43c0abd1b.JPG

    non trattandosi di un obiettivo da ritratto, il suo sfuocato non sarà mai graduale, tenuto conto della dilatazione prospettica, ma anzi, a mio avviso, deve essere deciso, proprio come in questo Nikkor 24/1,8S

    145273555_006-_Z6H344224mm1-2500secaf-18MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.bde779cf9e685fcc26f27bcf6673b4d3.JPG

    e si fa apprezzare per la perfetta distinzione tra le difficili tonalità di verde degli elementi qui ritratti, in rapporto ai colori complementari.

    Basta poi che cambi la natura della luce ed il contrasto luminoso, che con questo 24mm ci si può cimentare anche nel ritratto ambientato

    194691469_017-_Z6H670324mm1-800secaf-18MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.1dc409a26423f1c5dd78c54401d4af06.JPG

    368403106_018-_Z6H670424mm1-800secaf-18MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.529834975f7a9fabdba9105d9a446b71.JPG rispettando la tonalità dell'incarnato

    444.thumb.jpg.eefbc7ab8823122eb71be8c40f77b1fb.jpg

    qualunque essa sia

    1706510709_023-_Z6H687324mm1-2500secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.3cbea286f523dfb2463569d7300f74c5.JPG

    1411261011_024-_Z6H687424mm1-2500secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.ffeb080ec71f720e31ebcb92966a81f6.JPG

    1472092264_025-_Z6H687524mm1-2500secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.6e43292240e89fa6034de51f7f86f6a6.JPG

    Perfettamente compatibile,  anche a distanza "operativa" da soggetti in rapido...flamenco, con ogni sistema di AF assistito, come l'eyeAF oggi tanto tenuto nella considerazione che merita, per facilitare la capacità della fotocamera di mantenere il fuoco anche nelle sequenze di scatti dai quali i seguenti sono estratti.

    275537537_029-_Z6H844824mm1-1000secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.a18f4712507326ab554d7f6b81b42b8e.JPG


      545653154_032-_Z6H850924mm1-500secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.b029a0c93f1c3223fac984e39ebca005.JPG

    1930313662_033-_Z6H851524mm1-500secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.dd80184e789d89eb41cd89f7e017b2bb.JPG

     812849694_035-_Z6H860824mm1-1250secaf-18MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.2a445aec76fe35f0ba53015943d80a16.JPG

    35900196_036-_Z6H862524mm1-1250secaf-18MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.f623c03b93956a467c5f0bd7d447863b.JPG

    751447108_038-_Z6H876524mm1-800secaf-18MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.9c40269999e1e40c14cfb398636af723.JPG

    Sulla sezione degli obiettivi Nikkor per Z, abbiamo implementato una Galleria di immagini prese con questo obiettivo, che sia arricchirà nel tempo, oltre queste pubblicate nel test

    Il bilancio attuale di utilizzo del Nikkor 24/1,8S è ovviamente solo una presa di contatto iniziale e mi riprometto di tornare ad integrare le mie impressioni odierne, secondo le quali voglio evidenziare come di solito:

    Pregi:

    • qualità ottica e cromatica
    • costruzione, materiali
    • ergonomia, maneggevolezza
    • correzioni distorsioni e aberrazioni automatizzate dal sistema

    e... Difetti:

    • prezzo, ancora un pò da limare verso il basso
    • l'ingombro: per queste luminosità ci piacerebbe qualche cm di lunghezza di meno
    • la ghiera di maf, forse troppo ingombrante: si rischia talvolta di spostare il fuoco stabilito dall'AF

     

    Max Aquila photo (C) per Zetaland 2019

     



    User Feedback

    Recommended Comments

    Eh niente male....

    1 ora fa, Bilbo dice:

    Bello. Credo che "la morte sua" sia nel ritratto ambientato in luce disponibile.
    Paesaggio direi proprio di no.

    Scusa la domanda tanto ingenua quanto puerile... Perché "paesaggio proprio no"?

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Francamente io ci proverei .

    Non vedo controindicazioni se non legate alla focale che non è quella che uso maggiormente in quel genere omnicomprensivo (per soggetti ed obiettivi) che è il paesaggio

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    1 ora fa, Davide D. dice:

    Eh niente male....

    Scusa la domanda tanto ingenua quanto puerile... Perché "paesaggio proprio no"?

    Perchè questo è un obiettivo brillante, veloce e vivace.
    Il paesaggio è statico e non richiede diaframma aperti.
    Il 24-70/4 basta e avanza.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    Adesso, PaoloBC dice:

    Obiettivo veramente notevole. Mi tenta anche se preferirei il 20, ma chissà quando lo vedremo.

    Sarà il prossimo f/1.8
    Io presumo entro metà 2020.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    1 ora fa, Bilbo dice:

    Perchè questo è un obiettivo brillante, veloce e vivace.
    Il paesaggio è statico e non richiede diaframma aperti.
    Il 24-70/4 basta e avanza.

    In questo senso ora mi è chiaro, chiarissimo e nitido!

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    5 minuti fa, Massimo Vignoli dice:

    Grazie per il test Max.

    Con l’occasione ho riletto anche il test, che hai linkato, del 24 1.8 AF-S. Dopo aver provato/usato entrambi, quali sono le maggiori differenze che hai riscontrato? 
     

    una brillantezza e contrasto decisamente maggiori del cugino F-mount, senza diventare mai eccessivi: direi molto "crisp"

    Una maggiore nitidezza a TA e inferiore vignettatura.

    Saranno effetto delle correzioni apportate dal software di sviluppo?  A me importa poco: è un obiettivo più facile ed immediato.

    AF ineccepibile anche a distanze utili ad un soggetto da ambientare, ossia teoricamente fuori dal controllo eyeAF e nonostante i sensori AF eccessivamente grandi della Z6 (rispetto a quelli dalle dimensioni ideali con cui ho testato l' F-mount su D850)

    Mi riservo di utilizzarlo nei prossimi giorni anche ai diaframmi medi e chiusi, per i quali certamente non si acquista, ma...avendoli, possono essere utilizzati senza vergogna :signorsi:

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites


    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Add a comment...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...