Jump to content
  • MM!
    MM!

    Nikkor Z 70-200mm f/2.8 VR S : L'anteprima di Nikonland

    MM!

    Atteso ? No attesissimo ! Perchè rappresenta lo stato dell'arte (per il momento) degli obiettivi autofocus Nikkor Z, il primo zoom veramente tele per Nikon Z, il degno compagno dell'eccellente Nikkor Z 24-70/2.8 S che è già uno standard del corredo Z.
    Purtroppo, non per cause tecniche ma legate alla contingenza, dovremo attenderlo ancora per un pò di tempo.
    Ma vi assicuro che, almeno a giudicare dal sample che ho potuto provare per qualche giorno grazie alla gentilezza del distributore italiano, ne vale la pena.
    Meglio del già favoloso Nikon 70-200/2.8E FL che furoreggia su D850, D500 e D5 ?
    Per molti versi si. Molto ... :)

    Message added by MM!

     

    Il confronto con il pariclasse per reflex è d'obbligo.

    Z7X_0717.jpg

    Z7X_0719.jpg

     

    Il Nikon 70-200/2.8E FL montato su Nikon D780 a sinistra, il Nikon 70-200/2.8 S montato su Nikon Z6 a destra :

    Z7X_0721.jpg

     

    In termini dimensionali, lunghezza, peso, ingombro, costruzione, i due obiettivi sono confrontabili. Montati sulle rispettive macchine sono equivalenti dimensionalmente

    Confrontabili non significa, ovviamente identici.
    Ma il passo filtri da 77mm li accomuna, il collarino del treppiedi integrato nel corpo dell'obiettivo, anche.
    E' invece del tutto diverso il piedino.
    La cui logica è la medesima (l'unica parte sganciabile) ma non lo è la geometria.

    In mezzo il piedino del Nikkor Z, ai lati i due - identici - piedini del Nikkor F 70-200/2.8 FL e del Nikkor F 500mm f/5.6E PF.

    Z7X_0813.jpg

    Z7X_0814.jpg

    visti da sotto i fori a vite restano due ma posizionati diversamente.

    Il piedino del Nikkor Z è completamente diverso sia nella fattura, più raffinata, che nelle dimensioni.
    Tanto da non essere intercambiabile con i due.
    Anche in questo caso, purtroppo, non abbiamo compatibilità con gli attacchi delle teste in standard Arca Swiss.

    Andando agli altri dettagli, i paraluce sono simili ma ... non esattamente identici.
    E lo stesso i tappi 

    Z7X_0747.jpg

    Z7X_0749.jpg

    Z7X_0752.jpg

    Naturalmente le similitudini finiscono qui.

    L'estetica è differente, più sobria e lineare, da 21° secolo quella dello Z, più anni '90/2000 quella del F, comune a tutti i suoi contemporanei.

    Qui in tutto il suo splendore montato sulla mia Nikon Z6 che non si separa mai dal suo battery-grip MB-N10 :

    Z7X_0723.jpg

    Z7X_0725.jpg

    Z7X_0731.jpg

    Z7X_0733.jpg

    Z7X_0735.jpg

    Z7X_0736.jpg

    oltre al display OLED su cui possiamo far comparire i parametri correnti di diaframma, distanza di messa a fuoco etc. per il tramite del tasto DISP, sono presenti due tasti funzione programmabili

    Z7X_0739.jpg

    L-Fn sul lato sinistro mentre il secondo, L-Fn2 è replicato sui quattro lati del barilotto, anche sotto.

    Z7X_0746.jpg

    Io ho impostato sul tasto 2 l'attivazione e la disattivazione del tracking 3D che ho potuto sperimentare dopo l'uscita del Firmware 3.0 proprio con questo obiettivo.


    Nel complesso la costruzione è esemplare, al tatto e in mano appare molto solido, quasi fosse costruito d'acciaio.
    Non che il modello da reflex - eccezionale in tutto - non lo sia altrettanto ma all'apparenza sembra di plastica rispetto a questo.
    Tutto qui.

    Nel complesso la costruzione è esemplare, al tatto e in mano appare molto solido, quasi fosse costruito d'acciaio.

     

    Ma questa anteprima non si ferma alla descrizione fisica (vi rimando alla letteratura Nikon per pesi, diametri, schemi ottici etc.) perchè la prima cosa che volevo verificare appena ho letto le specifiche è questa qua :

    ripresa a 70mm, 50cm di distanza di messa a fuoco

    Z7X_0809.jpg

    ripresa a 200mm, 100cm di distanza di messa a fuoco

    Z7X_0810.jpg

    ebbene, fatte salve le ovvie differenze di prospettiva e di resa alle differenti focali, questo obiettivo è costruito perchè progressivamente la distanza minima di messa a fuoco diminuisca al calare della focale di utilizzo, da un massimo di 1 metro a 200mm ad un minimo di 50cm a 70mm.
    In questo modo spostandoci dal soggetto e intanto variando la focale utilizzata, praticamente possiamo avere lo stesso livello di ingrandimento e di inquadratura.
    Se guardate nei due scatti alla buona qui sopra, il volto di Jessica riempie del tutto il fotogramma, pur essendo due scatti completamente differenti.
    Nel Nikkor F 70-200/2.8E FL le cose sono differenti perchè la distanza minima di messa a fuoco è costante (1.1 metri) al variare della focale.

    L'altra peculiarità che volevo verificare è la capacità di mantenere il fuoco nonostante la zoomata.
    Questo 70-200/2.8 S non è propriamente  parfocal come si era sentito dire in un primo momento ma all'atto pratico si comporta come tale.

    Durante la zoomata non perde il fuoco che viene mantenuto perfettamente sul soggetto e la variazione della lunghezza focale variando al contempo la distanza con il soggetto è praticamente ininfluente sulle prestazioni di messa a fuoco.

    Chi mi ha seguito fin qui in questo ragionamento si renderà conto cosa significa all'atto pratico questa potenzialità, non solo in fotografia ma soprattutto nel video.

    Per chiarirlo nella pratica vi condivido un brevissimo video che ho girato alla buona. Io non mi sono mai mosso, si è mosso solo il soggetto ed io ho variato la lunghezza focale in tempo reale per vedere se l'obiettivo manteneva il fuoco a sufficienza :

    Z6H_5931.00_01_23_56.Immagine001.thumb.jpg.adb1b7ecbc4c949298d33cca2e8ef112.jpg

    Premere sul triangolo per visualizzare il video e poi tornare indietro per continuare a leggere

    Se tutto questo non vi impressiona non saprei che altro aggiungere.

    Ah, si, l'obiettivo é velocissimo nella messa a fuoco, silenzioso e rapido ed è sostanzialmente privo di difetti ottici (vignettatura, distorsione, aberrazioni cromatiche) ed è di una nitidezza imbarazzante sul piano di messa a fuoco, tanto che ogni difettuccio del soggetto balzerà in primo piano come se fosse una trave maestra .... !
    Mentre lo sfuocato, beh, se non vi piace, vi consiglio di comperarvi un Nikkor 200/2, l'unico obiettivo che possa fare meglio di questo.

    E se non ci credete, faccio come il mio Archibald che sinceramente se ne infischia della necessità di dovervi convincere, tanto lui è soddisfatto così ;)

    Z6H_3714.thumb.jpg.d77e42b73d188a12fde490eff9318440.jpg

    Nikon Z6, Nikkor Z 70-200/2.8 S a 200mm, ISO 2200, f/2.8, 1/400'', Picture Control su Auto

    Z6H_5214.thumb.jpg.ca3a3698c1a32eb61b37e33306f474bd.jpg

    lo stabilizzatore fa il suo dovere (1/10'', f/22, 100 ISO, 200mm)

    e se il soggetto lo merita, beh, ditemelo voi che cosa ve ne pare :

    Z6H_7237.thumb.jpg.f7bb6677930d3966d0bfb4ce12c3bd11.jpg
    Z6H_7027.thumb.jpg.77e0e003b2497669173322924680133c.jpg
    Z6H_7197.thumb.jpg.0440552965b05f259580dc1dc68f3252.jpg

    Nikon Z6, Nikkor Z 70-200/2.8 S, f/2.8, in giro per Milano.
    Modella Anna Galeazza

    L'unico difetto che ho potuto riscontrare ? Che per cause non dipendenti da Nikon sta tardando oltre il dovuto in termini di consegna.
    Dovremo pazientare ancora qualche settimana (speriamo non mesi) per potercelo godere.

    Nel ricordare che questo obiettivo è un sample e che le immagini riprodotte sono al meglio delle possibilità offerte, ma che ci riserviamo di approfondire in ogni condizione appena disponibile un esemplare di produzione effettiva, (immaginiamo nel corso del mese di aprile se tutto va bene), ringraziamo ancora Nital Spa per averci concesso questa attesa anteprima.

    Edited by Picard

    • Like 5
    • Thanks 3


    User Feedback

    Recommended Comments

    Firmware 3.0 con riconoscimento di viso e occhio di cani e gatti.
    Tobias in corsa con un bel vento di tramontana
    (premere per ingrandire)

    642830400_EyeAFCani-1.thumb.jpg.54f30417e00dd12e999c1dc2b1c1930f.jpg

    43 scatti consecutivi (Nikon Z6, H+, jpg) di cui questi due scelti a caso :

    Z6H_3866.thumb.jpg.35a1ed0af38aae5aaf701f6f971e38fa.jpg

    Z6H_3872.thumb.jpg.be9655d5b14913df68828a669e2c33fa.jpg

    Nikkor Z 70-200/2.8 S a tutta apertura , 200mm

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Eh... eh... che dire... niente, trovo anche che il "design" del nuovo corso renda anche meglio su un obiettivo di questa classe! Sul ritardo, mettiamola così, potranno farlo sospirare, ma intanto per i prossimi 10 anni vedrà almeno 5-6 corpi diversi che si seguiranno a cui accoppiarlo!

    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    che dire, oltre ogni aspettativa, bisogna solo attendere, speriamo solo qualche settimana

    • Like 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Speriamo di trovarlo nell'uovo di Pasqua.

    Meraviglioso, ancora grazie Mauro.

    • Like 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Ottime nuove, raccoglie al meglio l'eredità della versione Z.
    Peccato per le dimensioni, avessero leggermente limato peso e volume sarebbe stato perfetto, almeno rispetto alle Z attuali.

    Con la Z7 hai notato differenze di resa e di reattività sui soggetti in movimento ?

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    I 70-200 sono sempre stati obiettivi con prestazioni elevate a prescindere dal brand, ma questo _ da quel poco che ci hai fatto vedere _ definisce un nuovo standard, molto molto in alto. Impressionante. :)

    • Like 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    No, non ho fatto confronti all'americana, magari più avanti quando mi arriverà il mio esemplare.

    Ma non credo che la questione si ponga li. Il 70-200/2.8 FL è di altissima qualità e credo che se la faccenda fosse limitata alla pura qualità ottica per se, salvo che in laboratorio, ognuno di noi potrebbe mantenere quello ed usarlo via FTZ.

    E' il motivo per cui ho fatto vedere le novità dello Z che pesano molto sulla bilancia (motori silenziosi e molto più reattivi di quello SWM, distanza di messa a fuoco variabile con ingrandimento pressochè costante, video, tasti funzione).
    Ma non criticherei chi non giudica premianti queste cose (il fotografo da uno scatto e via mettendo a fuoco al centro del fotogramma e nient'altro) e si terrà il precedente, eccezionale, Nikkor F.

    Sui modelli precedenti invece non c'è dibattito alcuno.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    13 ore fa, Massimo Vignoli dice:

    Beh... ma....

    70-200FL@200mm f2.8 vs 70-200Z@200mm f2.8 ???

    Continuo a pensare che sul livello top (come anche per i supertele) comandi l'ottica più che la fotocamera.

    Il fatto che su Z si possano utilizzare obiettivi F resta per alcune ottiche puramente incidentale

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    10 ore fa, Max Aquila dice:

    Continuo a pensare che sul livello top (come anche per i supertele) comandi l'ottica più che la fotocamera.

    Il fatto che su Z si possano utilizzare obiettivi F resta per alcune ottiche puramente incidentale

    Cioè?

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    10 ore fa, Max Aquila dice:

    Continuo a pensare che sul livello top (come anche per i supertele) comandi l'ottica più che la fotocamera.

    Il fatto che su Z si possano utilizzare obiettivi F resta per alcune ottiche puramente incidentale

    Anch’io non ho ben capito cosa vuoi dire.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Le caratteristiche degli obiettivi Z in molti casi, come alcuni di quelli rimarcati dalla prova di Mauro, possono essere sfruttate solo dalle fotocamere Z per due motivi:

    1) sono progettati allo scopo di interagire con le peculiarità di una mirrorless

    2) ...anche banale: un obiettivo Z non può essere usato su un corpo reflex

    La possibilità di utilizzare lo FTZ per usare ottiche F su corpi Z, pur trasmettendo ogni comando elettronicamente, non può costituire prova a confronto, inserendo una distanza anomala nel sistema: un esempio?

    (A parte i vostri recenti esperimenti condotti tubi di prolunga)

    Il mio "nuovo" 500/4G , perfetto su reflex in abbinata al tc14eiii, se collegato via FTZ alla Z6...vignetta vistosamente. 

    Senza tc14 tutto ok. Almeno sembra.

    Il concetto che voglio trasmettere è quello per cui chi oggi voglia decidere cosa comprare per il suo sistema, farà bene a scegliere (ove presenti) obiettivi Z per fotocamere Z per poter sfruttare al 100% le peculiarità.

    Chi possegga ottiche F di pregio assoluto, come i supertele, sappia che possono essere adattati via FTZ alle mirrorless, ma non per forza replicheranno i risultati cui siamo abituati ad ottenere da loro sulle reflex.

    Due sistemi di diversa concezione. E siamo in un periodo transitorio.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Fosse sfuggito, l'album con altre foto. Il titolo sintetizza cosa penso di questo zoom :

     

     

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Anche questo articolo è comparso ieri su Nikon Rumors. 

    Nikonland e Mauro sono oramai un punto di riferimento nel panorama Nikon.

    I miei rinnovati complimenti.

    • Like 2

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Sappiate che il Nikkor Z 70-200/2.8 S è stato ulteriormente posticipato. :signorno:

    In questo momento dispero di averlo per il Gran Premio di Monza (sempre ammesso che confermino la gara a porte aperte).

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

×
×
  • Create New...