Jump to content
  • MM!
    MM!

    Metti una Nikon Z, un Noct ... e una bionda

    E' la settimana prima di Natale.
    Piove a dirotto ogni giorno.
    Ultimamente io non sono nemmeno troppo in forma.

    E gli amici di Nital non mi fanno la sorpresa di spedirmi il gioiello proprio in questo momento ?

     

    Z7X_7907.thumb.jpg.452fc2c3c5ba572584bc0ca2c1f4c07b.jpg
    Il gioiello della Corona : il Koh-I Noor dei Nikkor - il Nikkor Z 58mm f/0.95 Noct montato sulla mia Nikon Z6

    Grazie, dico io. Ce la metterò tutta a rendergli giustizia ma non prometto molto.
    Con questa pioggia fanno fatica pure a spedire i fiori. Posso giocare con le manichine.
    Di certo non mi ridurrò a fotografare le scarse luminarie stradali di questo Natale un pò dimesso.

    Ma per fortuna che Ross pensa a me. Cala l'asso, e trova Paulina.

    Lei è in procinto di partire per passare il Natale in famiglia. Ma ha un paio di ore libere.

    Colpo di fortuna, trovo la mia sala preferita al Cross+Studio di Milano, libera intorno alla una del pomeriggio.

    Dentro è buio pesto. Mi chiedono, che luci vuoi ?
    Luci ? Ma va là, faccio senza. Mi guardano strano. Vuole fare l'eroe ...

    Effettivamente, salvo che proprio davanti ai vetri, non arriva luce. Con il 24-70/2.8 S per andare su tempi umani devo salire a 10-15.000 ISO e le foto potete immaginare come possono venire.

    Ho portato solo una viola da studio, un treppiedi leggero. Una testa adeguata.
    Monto il Noct sul treppiedi e ci attacco dietro la Z7.

    Z7X_9047.jpg

    Paulina si trucca, io comincio a fare un pò di palestra mettendo a fuoco gli occhi sullo specchio.
    Tutti gli scatti saranno a diaframma totalmente aperto.

    Ho impostato l'anello interno per modificare la sensibilità ISO rapidamente.
    Ovviamente scatto in manuale puro, tenendo un tempo ragionevole per avere foto ferme.

    Paulina fa televisione, cinema. Non è una statuina che possa stare immobile e congelata a lungo.

    Il set prenderà un piede sbagliato ?
    Ho di la la Z6 con il fido 105/1.4E e ne approfitto per confermare che l'ultimo aggiornamento firmware ha reso più intelligente l'Eye-AF automatico che adesso si concentra più sulla pupilla che sulle ciglia come faceva prima.

    Ma io sono venuto per sfruttare il NOCT e a fine sessione, saranno 1852 gli scatti fatti con il Re dei Nikkor, e poco più di 1500 con il Re del Bokeh, l'invincibile Nikkor F 105/1.4E.

    Prendo confidenza con l'obiettivo. Paulina è semplicemente l'ideale, una donna vera, viva, matura, intelligente e sensibile.
    Con due occhi di un colore che sta al confine tra il cielo e il mare e un sorriso che ti riporta tra i vivi se sei depresso.

    Non c'è luce, per niente. Ma c'è abbastanza luce perchè il Noct prenda vita.
    Sfrutto il bagliore delle alogene dello specchio del trucco che danno una colorazione alla parete in fondo.

    E cominciamo.

     

     

    Z7X_9506.jpg

    Z7X_8849.jpg

     

    MI avvicino. Paulina non sa cosa sto facendo, scatto in silenzioso come al solito e intanto le parlo.
    Mi faccio raccontare dei suoi ultimi lavori.
    In sottofondo ci sono Rihanna e poi Lana Del Rey. Non proprio il mio repertorio ma adatto a questa giornata.

    Z7X_8895.jpg

    Z7X_8898.jpg

    A me gli occhi. Congelando il soggetto e mettendoci mezz'ora a mettere a fuoco si può fare di meglio. Ma io non ho pazienza e poi voglio mettermi alla prova. Cambio fuoco mentre scatto a raffica 5FPS. Voglio sfuocare, voglio morbidezza, voglio vedere l'essenza delle cose.

     

    Z7X_8955.jpg

    vicino alla finestra c'è fin troppa luce per il Noct. Sfrutto la transizione luce, ombra per avere effetto. I capelli si dissolvono, ritornano nitidi, poi si dissolvono ancora

     

    Z7X_9159.jpg

    naturale, non voglio una modella, voglio una donna vera

    Z7X_9162.jpg

    Z7X_9442.jpg

    gioca con i capelli

    Z7X_8717.jpg

    seria

    Z7X_8836.jpg

    appassionata

    Z7X_9895.jpg

    intensa

    Z7X_9513.jpg

    sensuale.

    L'ultima è probabilmente la mia foto dell'anno. Nonostante lei si muova continuamente, tante, tante foto vengono perfettamente a fuoco.
    La transizione tra fuoco e fuori fuoco è inimmaginabile.
    La morbidezza data al soggetto è unica.
    Ma quello che è a fuoco è sensazionalmente nitido, senza che però ci sia una separazione fisica troppo netta, come in altri obiettivi.

    Il pur eccezionale 105mm che può contare su una focale più lunga non regge il confronto.

    Il Noct dà assuefazione. E' impegnativo da portare al limite quanto l'arco di Ulisse, quanto lo Stradivari più scorbutico. Ma quando spicca il volo fa miracoli e non si vorrebbe smettere mai.
    Una volta usato é dura reggere il suo confronto.
    Ed è dura farne a meno.

    Sebbene la comodità della vita moderna indotta dall'EYE-AF automatico delle ultime mirrorless sia essenziale, controllare totalmente la scena e fare ciò che si vuole esalta il fotografo più esigente.

     

    Tanto che mi metto a fare video. Pur non essendo il mio pane e pur non avendo esperienza.
    Ma è tanto naturale il passaggio. Tanto sensazionale l'effetto, tanto splendida la protagonista di questo set che mi viene automatico.

    I tre video che seguono - avrete l'indulgenza di prenderli per ciò che sono - non un tentativo di trasformarmi in un regista o in un video-operatore.
    Ma un tributo ad una creatura meravigliosa ripresa da uno dei più straordinari strumenti fotografici finora concepiti.

     

    0 play.jpg

    Viol.jpg

    1 play.jpg

     

    premere sui triangoli per visualizzare i video in formato HD. E buon divertimento.

     

    Credits
    Modella Paulina Bien che ha curato anche il look, il make-up e l'hair style
    Location : Cross+Studio, sala Industrial, Milano
    Nikkor Z 58/0.95 Noct offerto in visione da Nital Spa, Moncalieri, distributore italiano dei prodotti Nikon

    Edited by Picard

    • Like 5
    • Thanks 6


    User Feedback

    Recommended Comments

    Due scatti di confronto nelle stesse condizioni con il 105/1.4E su Z6 :

    Z6H_2319.thumb.jpg.642fa12c2cd803af3897a367e514be5f.jpg

    Z6H_1704.thumb.jpg.2dbcc8d0cb5bb51f1f90921977f43668.jpg

    giocano nello stesso campionato, è sicuro.

    Ma al di là della differente resa indotta da focale e distanza di ripresa, il 58mm ha una firma riconoscibile, unica e inimitabile.

    A questo punto mi chiedo se il prossimo Nikkor Z 50mm f/1.2 S sarà un intermedio tra i due o se avrà un suo carattere.
    Perchè se somigliasse anche solo a metà a quello che fa il 58mm in queste atmosfere, comincerei ad ingrassare il porcellino ... :sorriso:

    Per la mia indole impetuosa, al di là del prezzo di acquisto, lo Stradivari da 58mm è impensabile. Mi ci vuole l'autofocus per fare le migliaia di scatti che piacciono a me ... senza uscire pazzo di testa !
    Ma, il trattamento che fa a soggetti, volumi e luci il 58 Noct, sinora l'avevo intravisto solo, vagamente, nel più "clinico" Zeiss Otus 1.4/55mm.

    • Like 1
    • Thanks 2

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Sto seriamente pensando che certe volte bisognerebbe far finta che certe opportunità non esistano.

    Perché il divario rispetto l ordinario fa poi precipitare nello scontato ogni altro fotogramma.

    E poi, da quando mi occupo di fotografia, credo sia la prima volta che, finalmente, il nome/sigla/concetto Noct(ilux) non venga tristemente associato alla soluzione dei problemi di aberrazione ottica; niente semafori in una noCte piovosa, niente orrende luminarie da festa (ah vero...Natale è vicino) come anche nei terribili depliant Nikon che in questo modo del predecessore illustravano i ...pregi.

    Grazie a Mauro, che ha davvero dovuto vincere molti dèmoni per mettere alfine mano a questa session, resa complicata da mille motivi.

    E all'intelligenza di chi, vincendo logiche aziendali, è alla fine riuscito a mettere il Noct (letteralmente) nelle sue mani.

    Il risultato sta su 

    NIKONLAND

    solamente! 

    • Thanks 2
    • Haha 4

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Ho avuto modo di provare il Noct...semplicemente fuori categoria.

    Complimenti Bilbo anche x i video

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Io mi intendo di ritratto quanto un pescatore di merluzzi (con tutto il rispetto) probabilmente si intende di fisica quantistica, però grazie anche alle due foto con il 105, mi rendo meglio conto di quanta magia generi il Noct. La serie che hai postato è di una bellezza stordente anche per i più profani (me appunto) e quella che reputi forse la tua foto dell'anno è pazzesca veramente!!! Ripeto, sono un profano per cui non posso dire niente di tecnico, posso solo continuare ad usare la parola..."magia". Penso che in questo momento storico in Nikon avrebbero ben altre gatte da pelare e problemi da risolvere piuttosto che impegnarsi in questi progetti di super-nicchia, però il risultato è comunque da 90 minuti di applausi ed un BRAVA NIKON! Orgogliosamente capace comunque di produrre un'ottica simile.

    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Eccellente, il tuo lavoro è l'impegno, sia tuo che di chi ti ha dato questa stupenda possibilità.. 

    Un gran bel Regalo, ti rimarrà nel profondo..

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Ho apprezzato particolarmente i video, campo nel quale ritengo che questo "coso" si esprima al meglio.

    Perché?

    Perché è manual focus e va usato su un cavalletto, perché è usabile a f0,95 anche in campo stretto, cosa che in foto mi verrebbe spontaneo chiudere il diaframma perché "anche per me" è troppo.

    Ma in campo medio aperto (diciamo dal mezzobusto indietro) è veramente impressionante anche in foto.

    Non credo che valga i soldi se intenzionati solo ad un uso fotografico... se invece si intende fare cinema di un certo livello... assolutamente da avere.

    Secondo me ne vedremo montati sulle RED

    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    E' una classe a parte , questo obiettivo e capisco l'affermazione di Mauro, che è un obiettivo che da assuefazione. I filmati video danno significato  che l'obiettivo è di una classe cinematografica adatta a creare quella soavità  mista a sogno delle immagini.

     

    Chiaramente il risvolto della medaglia è il costo, ma sorge in noi il desiderio di avere quasi tutte le focali con tali caratteristiche.

    Grazie Mauro per averci fatto sognare.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

     

    si penso anche io il "cinema" possa essere il suo campo d'elezione 

    nella fotografia fa "bellezza" , ma bisogna stare anche molto attenti perchè ,  li è un attimo andare oltre ,
    penso sia tanto difficile ed impegnativo usarlo , diciamo una cosa da professionista che voglia avere quel qualcosa in più 

    Trovo , come mi pare dici anche te , che la transizione tra fuoco e non fuoco , sia molto più vicina , concettualmente , al 105 che non al suo pari foclae FF 
    ma penso proprio per concezione di costruzione e di utilizzo 

    Come detto , la trovo stravagante , nelle accezioni migliori del termine chiaramente 

    Sempre utili le tue demo / review , qui togliersi lo sfizio solo per , sarebbe veramente tanto , ma tanto difficile 

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Io penso che Hitch, sarebbe impazzito per questo obiettivo.
    Specie con una delle "nostre bionde" sul set ...

    image-asset.png.fe0b8b92d5446a4dd9b78decd58eb13d.png

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    sarebbe un po' come oggi avere la macchina del teletrasporto 

    alla fine sono un po' tutte Principesse ... 😉

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Volendo fare un frullato di argomenti, ma senza andare off-topic, mi auguro che i "mezze maniche" a capo di Nikon negli ultimi piani della torre d'Avorio a Tokyo possano vedere queste tue immagini: si renderebbero conto allora che i tecnici e ingegneri che stipendiano sono capaci di creare anche magie... E forse capirebbero che osare qualcosa li ripagherebbe immensamente! 

    E poi ci mancherebbe, tanto di cappello Mauro!!

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    24 minuti fa, Davide D. dice:

    Volendo fare un frullato di argomenti, ma senza andare off-topic, mi auguro che i "mezze maniche" a capo di Nikon negli ultimi piani della torre d'Avorio a Tokyo possano vedere queste tue immagini: si renderebbero conto allora che i tecnici e ingegneri che stipendiano sono capaci di creare anche magie... E forse capirebbero che osare qualcosa li ripagherebbe immensamente! 

    E poi ci mancherebbe, tanto di cappello Mauro!!

    Pensavo anch'io a qualcosa di simile, considerando lo spazio dedicato da questa Casa alla presentazione commerciale di questo oggetto raro: insieme alla Z50 ed ai suoi due zoomini che istintivamente (anche se ingiustamente) abbiamo epidermicamente odiato.

    Invece di un red carpet apposito, con modelle e fotografi all'altezza di questo obiettivo (non sarà solo Mauro a saper pensare foto di ritratto), sotto i riflettori dei media più riconosciuti.

    Questi qua non capiscono nulla di prodotto, salvo al momento di imporre un prezzo.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Mauro, tanti, sentiti, complimenti. Utilizzare un oggetto del genere, in manual focus ed a tutta apertura, con una profondità di campo così piccola e rimanendo concentrati sul fotografare, non è cosa da tutti. Bravissimo!

     

    • Like 2

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    1 ora fa, Massimo Vignoli dice:

    Mauro, tanti, sentiti, complimenti. Utilizzare un oggetto del genere, in manual focus ed a tutta apertura, con una profondità di campo così piccola e rimanendo concentrati sul fotografare, non è cosa da tutti. Bravissimo!

     

    Verissimo :) !

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    3 ore fa, Massimo Vignoli dice:

    Mauro, tanti, sentiti, complimenti. Utilizzare un oggetto del genere, in manual focus ed a tutta apertura, con una profondità di campo così piccola e rimanendo concentrati sul fotografare, non è cosa da tutti. Bravissimo!

     

    Pensa che é talmente critica la messa a fuoco che il riquadro verde compare per un istante brevissimo e devi già tornare indietro per cercarlo di nuovo.
    E' impensabile da utilizzare a mano libera, non per il peso ma perchè non si riesce a stare abbastanza fermi ed è meglio togliere ogni variabile.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Anche Nikonrumors ha riconosciuto la bravura di Mauro nel testare questa stupenda ottica, pubblicando alcune foto presenti in questo articolo.

    Ancora complimenti.

    • Like 3
    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

×
×
  • Create New...