Jump to content
  • Silvio Renesto
    Silvio Renesto

    Tubo di prolunga Fotodiox da 35mm su Nikon Z6, Parte I

    I tubi di prolungaFotodiox   mi hanno incuriosito perchè sulla carta sembrano ben fatti e, cosa importante promettono di mantenere tutte le funzionalità della fotocamera. Ce ne sono due modelli, uno da 11 mm e l'altro da 35 mm.

    Memore del buon risultato dato dal tubo Kenko Pro DGX da 36mm accoppiato al mio vecchio 300mm f4 AFS, ho voluto procurarmi il Fotodiox da 35mm e provarlo sia sul nikon 24-70mm f4 S (più che altro per curiosità), che sul 300mm f4 PF, che sarà invece l'obiettivo su cui conto di usarlo.

    ATTENZIONE : Questo è un arido test sui rapporti di ingrandimento, niente bei soggetti, anche perchè la temperatura non è ideale. Solo righelli e qualche fossile. Se pensate che la cosa vi annoi, fermatevi qui.

    Come è fatto e come va.

    scatola_01.thumb.JPG.1f736eb9368ce53ff960d2552313acf4.JPG

    Ordinato su Amazon ed arrivato in un giorno. Sorpresa: su Amazon è mostrato con una leziosa  confezione di legno con imbottitura. A me invece è arrivato in una scatola di cartone. Non che mi importi molto, però è un piccolo imbroglio. Tutto sommato avrei comunque preferito che nella confezione fossero previsti dei tappi.

    _DSC4346_01.thumb.JPG.41ffba842e1133ce37b0776fed55056a.JPG


    E' completamente in metallo, ha un'aspetto solido e ben rifinito. Funziona alla perfezione sia con ottiche S che tramite adattatore con le ottiche F. Sotto questo aspetto sono pienamente soddisfatto.
     

    _DSC4349_01.thumb.JPG.6c3d780dda666ae7a96c730ff0393e28.JPG

    _DSC4353_01.thumb.JPG.d1ff61f8f4ccbc52a73044bd30e467cf.JPG

    _DSC4355_01.thumb.JPG.e4c7217eb4d0cb8f4797de288156352a.JPG

    Su come funzionano i tubi di prolunga ci sono numerose risorse nel web ed io stesso ho pubblicato diversi articoli e discussioni su Nikonland vecchio e nuovo. Per le nozioni generali vi rimando a quelli.
     Mi limito a dire che un tubo di prolunga aumenta il tiraggio, permettendo di focheggiare a distanza minore rispetto alla distanza minima  per cui è progettato l'obiettivo, con la conseguente perdita della possibilità di mettere a fuoco ad infinito. Più i tubi sono lunghi più "mangiano" luce. La perdita di luminosità dipende dalla lunghezza focale dell'obiettivo e  della lente su cui si monta.

    Vi risparmio le formule, diciamo che a 70mm f4 si perde poco più di uno stop; a 300mm, meno di mezzo stop.
     

    Come va sul 24-70mm f4 S

    _SCR1773_01.thumb.JPG.0c1d97db49eded03ae5c65d7b1c28997.JPG

    Il 24-70mm f4 S è molto nitido e da solo, a 70mm, raggiunge un rapporto di ingrandimento di 1:3,  ad una distanza di messa a fuoco di 30cm (= distanza di lavoro 15cm).

    Il tubo rende inutilizzabili le lunghezze focali da 24 a 40mm (in pratica a 50mm) perchè fino a circa 35mm il punto di messa a fuoco cade "dentro" l'obiettivo, complice la lunghezza del tubo e il fatto che lo zoom si allunga a sua volta. E' possibile che con un obiettivo molto corto, come un pancake, si possano ottenere dei risultati anche a focali inferiori ai 35mm, con questo zoom (e tutti i suoi simili) no.

    A 50mm il tubo inizia a diventare usabile (o quasi):

    Focheggiando ad infinito si ha una distanza di lavoro (dalla lente frontale) di circa 6cm con un rapporto di riproduzione di 1:1.4.

    tubo50mm_01.thumb.JPG.082d3207c9e16eaf297e724350b695c2.JPG

     

    Focheggiando alla minima distanza si ha una distanza di lavoro di 2,5cm ed un rapporto di riproduzione di poco superiore ad 1:1.

    1164637972_tubo50mmmax_01.thumb.JPG.02efc4c032c79f748c78d3d319baa495.JPG

    La scarsissima distanza di lavoro però rende le cose molto difficili, specialmente per quanto riguarda l'illuminazione.
    distanza_01.thumb.JPG.9354ac9b26eeff1fe75550ec243311e8.JPG

     

    A 70mm

    Focheggiando ad infinito si ha una distanza di lavoro  di circa 10cm con un rapporto di riproduzione di 1:1.8 (poco più di 1:2).

    tubo70mmmax_01.thumb.JPG.d8348b542ccbd6f4ab5a3b56d1b2dca8.JPG

     

    Focheggiando alla minima distanza si ha una distanza di lavoro di 4cm ed un rapporto di riproduzione di  1:1,1.

    tubo70mmmin_01.thumb.JPG.fe3f7f363118f5fe6875add112433cf5.JPG

    Sia a 50mm che a  70mm focheggiando all'infinito col tubo di prolunga si ha una distorsione a barilotto e pesante perdita di nitidezza ai lati (non solo ai bordi) solo il centro è ben a fuoco, Probabilmente è questione di curvatura di campo della lente che non è progettata per macro spinta.

    In conclusione è meglio evitare di usare il tubo da 35mm sul 24-70mm. Dei tubi più corti, come il Fotodiox da 11mm o i due Meike potrebbero dare risultati migliori, anche se con ingrandimenti meno spinti.

    Con  lente addizionale  Canon 500D (2 diottrie).

    Focheggiato ad infinito a 70mm si ha una distanza di lavoro di 55cm circa ed un rapporto di riproduzione di 1:7.  Focheggiato alla minima distanza si ha una distanza di lavoro di 10cm circa ed un rapporto di riproduzione di 1:2,5 con buona nitidezza:

    2470500D_01.thumb.JPG.eaa7a12fcd3772992f460197689fc6d5.JPG

    C'è da dire però che il 24-70m arriva da solo a 1:3 con una distanza di lavoro di 15cm, per cui  o si usa una Marumi da 3 diottrie, oppure non ne vale la  pena.

    Come va sul 300mm f4 PF.
     

    _SCR1772_01.thumb.JPG.04c60b70a76635efe9a970f1eec23886.JPG

    II range di messa a fuoco e di ingrandimenti è notevole.
    Focheggiando ad infinito si ha una distanza di lavoro di circa 3m ed un rapporto di riproduzione di 1:7 circa.

    3003m_01.thumb.JPG.b461432299acbced22258cf5998ccad6.JPG

     

    Focheggiato alla minima distanza si ha una distanza di lavoro di 85cm circa ed un rapporto di riproduzione di 1:2,2. Un ottimo valore.


    30085cm_01.thumb.JPG.6ca4013329fd07f228de070490124b47.JPG

    In più, come già spiegato altrove, il tubo compensa il focus breathing per cui alla minima distanza è possibile ingrandire il soggetto senza avvicinare l'obiettivo perchè il fuoco si ottiene a distanza nominali superiori, quindi più vicine alla focale reale.

    Il 300mm f4 PF alla minima distanza di messa a fuoco:

    300min_01.thumb.JPG.8d45f09ff749e47d4caf140befccc334.JPG

    Il 300mm f4 PF alla stessa minima distanza di messa a fuoco con il tubo da 35mm:

    300tubomin_01.thumb.JPG.f3f89d22cdb69830e73aecc0b8053aea.JPG

    Questo aspetto è interessante perchè specialmente con gli zoom tele XX-400 o XXX-600 che alla minima distanza di messa a fuoco volte quasi dimezzano la focale effettiva, un tubo può permettere di ingrandire adeguatamente soggetti piuttosto piccoli ma vicini, quali i passeriformi quando si fotografa da capanno. 
    Anche con  un 300mm f2.8 o un 500mm, che non "respirano" molto ma hanno però una distanza minima superiore al 300mm f4, potrebbero beneficiare dell'uso del tubo di prolunga sempre per fotografare soggetti relativamente piccoli.

    Tubo o lente addizionale?

    Ho già scritto una experience sull'uso del 300mm f4 PF e la lente Canon 500D. Il tubo sul 300mm è molto più versatile permettendo un range di ingrandimenti molto più ampio.

    Tubo o converter?

    Ingrandimenti simili a quelli qui mostrati si possono ottenere anche montando dei converter, ad esempio con il Tc 14 EII si arriva ad 1:3 circa.
    Ci sono vantaggi e svantaggi: con il converter si ha continuità di messa a fuoco da infinito alla minima distanza, per contro i converter più potenti del TC14 possono dare un certo calo di nitidezza che il tubo non da', oltre  anche una perdita di f/stop superiore. Il Tc 14 è vincente come praticità sul tubo a parità di  ingrandimenti, ma Il tubo permette di andare un pochino oltre. 

    Perchè mi sono comprato il tubo di prolunga?

    Da una parte c'è la passione per i gadget, dall'altra conto di usarlo sul 300 in alternativa ad esempio al Tc 14 per fotografia ravvicinata, le foto che seguono sono solo degli esempi per dare un'idea delle dimensioni dei potenziali soggetti.

    _DSC4403_01.thumb.JPG.045fb2d370bfe8895492d9a4c7c1e7ce.JPG

     

    _DSC4404_01.thumb.JPG.0b02a4e6bb9cb623e89580aa332251e9.JPG

     

    _DSC4405_01.thumb.JPG.1775bd20dbe5ff249d2bd1810f23195d.JPG

    _DSC4407_01.thumb.JPG.76d7accad23f6288405577f295974c1e.JPG

     

    Non fotograferei  certo dei fossili con un 300mm ma, sul campo,  insetti e rettili di dimensioni simili sì.

     

    varano_01.thumb.JPG.2b66f549d60e1acea52bfd78fec65b23.JPG

     

    Infine, in attesa di un 105mm macro S, il tubo Fotodiox da 35mm, accoppiato all'85mm f1.8 S, potrebbe sostituirlo validamente (spero). Ma questo sarà argomento della seconda parte.

     

    Silvio Renesto
     

     

    Edited by Silvio Renesto

    • Like 4
    • Thanks 2


    User Feedback

    Recommended Comments

    Bravo Silvio, ora quando riuscirai a " rapinare " un 85...   vedremo il resto..

    attendiamo fiduciosi..

    OT- la 6 T non è scollata ma si e perso una parte dell'antiriflesso, quindi è utilizzabile al 90%...

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    Cita

    Ordinato su Amazon ed arrivato in un giorno. Sorpresa: su Amazon è mostrato con una leziosa  confezione di legno con imbottitura. A me invece è arrivato in una scatola di cartone. Non che mi importi molto, però è un piccolo imbroglio. Tutto sommato avrei comunque preferito che nella confezione fossero previsti dei tappi.

    sembra un esemplare recapitato a qualcuno e restituito senza imballo: anche per quei segni sulla baionetta posteriore della tua foto sembra essere già stato usato.

    Io telefonerei all' Ufficio Clienti di Amazon aprendo un reclamo. Secondo me te lo sostituiscono

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Silvio, come sempre ottima recensione, puntuale, precisa e completa. Grazie.
    Cio' nonostante, senza voler minimamente sminuire il valore del test e soprattutto dell'acquisto effettuato, e' mia personalissima opinione che, in mancanza di un nutrito parco di ottiche con baionetta Z da utilizzare nativamente sul tubo, la rispettabilissima "passione per i gadget", che sovente condivido anche io,  possa essere l'unica giustificazione per orientarsi su tubi con attacco Z, piuttosto che su ancora piu' economici, e spesso gia' posseduti, tubi con baionetta F, dovendo usare la macchina con l'FTZ e un 300PF o con altri teleobbiettivi o lenti dotate di baionetta F, e vista la pratica inutilita' del 24-70 Z "tubato..." :)
    L'unica altra possibilita', peraltro credo ancora da verificare, e' che il maggior diametro del tubo "alle spalle" dello FTZ non possa migliorare in qualche modo la vignettatura rilevata nell'altro test effettuato, con varie lenti, da Valerio, che se non ho capito male, dovrebbe aver usato tubi con baionetta F, ma non so su quale macchina.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    2 ore fa, Max Aquila dice:

    sembra un esemplare recapitato a qualcuno e restituito senza imballo: anche per quei segni sulla baionetta posteriore della tua foto sembra essere già stato usato.

    Io telefonerei all' Ufficio Clienti di Amazon aprendo un reclamo. Secondo me te lo sostituiscono

    Silvio, i segni li ho notati pure io ma, sinceramente non sapevo se dirtelo oppure no..

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Silvio, secondo te il tubo più corto  fino a che lunghezza focale, lato grandangolo, consente di spingersi?

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    11 ore fa, Lucky dice:

    Silvio, come sempre ottima recensione, puntuale, precisa e completa. Grazie.
    Cio' nonostante, senza voler minimamente sminuire il valore del test e soprattutto dell'acquisto effettuato, e' mia personalissima opinione che, in mancanza di un nutrito parco di ottiche con baionetta Z da utilizzare nativamente sul tubo, la rispettabilissima "passione per i gadget", che sovente condivido anche io,  possa essere l'unica giustificazione per orientarsi su tubi con attacco Z, piuttosto che su ancora piu' economici, e spesso gia' posseduti, tubi con baionetta F, dovendo usare la macchina con l'FTZ e un 300PF o con altri teleobbiettivi o lenti dotate di baionetta F, e vista la pratica inutilita' del 24-70 Z "tubato..." :)
    L'unica altra possibilita', peraltro credo ancora da verificare, e' che il maggior diametro del tubo "alle spalle" dello FTZ non possa migliorare in qualche modo la vignettatura rilevata nell'altro test effettuato, con varie lenti, da Valerio, che se non ho capito male, dovrebbe aver usato tubi con baionetta F, ma non so su quale macchina.

    Tubi F ed il risultato è lo stesso su qualunque reflex full frame. Gli unici obiettivi che danno problemi sono alcuni tele VR lunghi. Come mostrato nella raccolta dell'altro post, tra cui il 105micro vr (rammento che tutti i micro precedenti potevano finir su soffietto senza problemi), i due PF 300 e 500 possono essere prolungati come si faceva un tempo. Così anche il 300/2.8 vr. 

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    3 ore fa, Massimo Vignoli dice:

    Silvio, secondo te il tubo più corto  fino a che lunghezza focale, lato grandangolo, consente di spingersi?

    Pochi mm di estensione e già con 35mm di focale sei contro il piano di messa a fuoco.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    5 ore fa, Massimo Vignoli dice:

    Silvio, secondo te il tubo più corto  fino a che lunghezza focale, lato grandangolo, consente di spingersi?

    Emanuele Biggi usava il 19 Vivitar con il tubo nikon PK 1.
    Ora usa il Sigma fisheye 15mm con il nikon K1.
    Per dire che un tubo molto sottile con un obiettivo non troppo grosso... si può fare.

    http://www.anura.it/wideangle-macro-le-mie-lenti-preferite/

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    14 ore fa, Lucky dice:

    Silvio, come sempre ottima recensione, puntuale, precisa e completa. Grazie.
    Cio' nonostante, senza voler minimamente sminuire il valore del test e soprattutto dell'acquisto effettuato, e' mia personalissima opinione che, in mancanza di un nutrito parco di ottiche con baionetta Z da utilizzare nativamente sul tubo, la rispettabilissima "passione per i gadget", che sovente condivido anche io,  possa essere l'unica giustificazione per orientarsi su tubi con attacco Z, piuttosto che su ancora piu' economici, e spesso gia' posseduti, tubi con baionetta F, dovendo usare la macchina con l'FTZ e un 300PF o con altri teleobbiettivi o lenti dotate di baionetta F, e vista la pratica inutilita' del 24-70 Z "tubato..." :)
    L'unica altra possibilita', peraltro credo ancora da verificare, e' che il maggior diametro del tubo "alle spalle" dello FTZ non possa migliorare in qualche modo la vignettatura rilevata nell'altro test effettuato, con varie lenti, da Valerio, che se non ho capito male, dovrebbe aver usato tubi con baionetta F, ma non so su quale macchina.

    Lo "sfizio" diciamo così, ha decisamente un suo ruolo :) . Però, visto che non avevo più tubi di prolunga (i Kenko che ho citato li ho dati via da anni) ho pensato che fosse la soluzione migliore in quanto a compatibilità e solidità dell'insieme. Infine, il mio è anche un atto di fede, ossia mi aspetto che Nikon produca in tempo ragionevole qualcosa di nativo per Z su cui poter usare il tubo,  come ad esempio il 100-400.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    3 ore fa, Valerio Brustia dice:

    Pochi mm di estensione e già con 35mm di focale sei contro il piano di messa a fuoco.

     

    59 minuti fa, Silvio Renesto dice:

    Emanuele Biggi usava il 19 Vivitar con il tubo nikon PK 1.
    Ora usa il Sigma fisheye 15mm con il nikon K1.
    Per dire che un tubo molto sottile con un obiettivo non troppo grosso... si può fare.

    http://www.anura.it/wideangle-macro-le-mie-lenti-preferite/

    Il più sottile disponibile è 11mm, mi chiedevo se associato ad un grandangolo sia possibile l'uso in focali tra il 20 ed il 28.

     

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    41 minuti fa, Massimo Vignoli dice:

     

    Il più sottile disponibile è 11mm, mi chiedevo se associato ad un grandangolo sia possibile l'uso in focali tra il 20 ed il 28.

     

    Dipende molto dalle dimensioni dell'obiettivo: bisogna fare  dei conti: è infatti possibile calcolare quale sarà la minima distanza di messa a fuoco di un obiettivo più il tubo di prolunga, tramite una serie di equazioni che trovi QUI, occhio che è un sito per amanti dei numeri :) .

    Una volta che hai risolto l'equazione (le equazioni ;) ) devi confrontare la distanza ottenuta con la lunghezza di obiettivo + macchina.  Se è superiore ok se no è impossibile. Per quello che un vecchio 20mm f3.5  Ai può magari farlo ed un nuovo obiettivo più corpulento invece no.

     

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    16 ore fa, Valerio Brustia dice:

    Tubi F ed il risultato è lo stesso su qualunque reflex full frame. Gli unici obiettivi che danno problemi sono alcuni tele VR lunghi.

    Perfetto, quindi :
    Reflex FF + Tubo F + Teleobbiettivi AF-S 500mm/600mm VR = Vignettatura
    Sarebbe interessante poter verificare se :
    Z6/Z7 + Tubo Z + FTZ + Teleobbiettivi AF-S 500mm/600mm VR = Stessa identica vignettatura, oppure cambia qualcosa.... :)

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    Il 26 gennaio 2020 at 14:53, Silvio Renesto dice:

    Dipende molto dalle dimensioni dell'obiettivo: bisogna fare  dei conti: è infatti possibile calcolare quale sarà la minima distanza di messa a fuoco di un obiettivo più il tubo di prolunga, tramite una serie di equazioni che trovi QUI, occhio che è un sito per amanti dei numeri :) .

    Una volta che hai risolto l'equazione (le equazioni ;) ) devi confrontare la distanza ottenuta con la lunghezza di obiettivo + macchina.  Se è superiore ok se no è impossibile. Per quello che un vecchio 20mm f3.5  Ai può magari farlo ed un nuovo obiettivo più corpulento invece no.

     

    Sempre interssante, solo una cosa non mi torna: il calcolo del nuovo fattore di ingrandimento, su cui si basa la soluzione del sistema a due equazioni, mi sembra un po' empirica cioè non trovo, non vedo o intuisco, una dimostrazione trigonometrica che mi confermi quella relazione.

    Il mio dubbio parte dal fatto che il ragionamento pare affermare che alla minima dist di fuoco nativa l'obiettivo conservi la sua lf nominale e sappiamo che non è cosi. , È una approssimazione valida  se quella mdf nominale è 10 volte la LF., ma per valori nferiori e' difficile fare questa affermazione (0.5m per un 50mm ci sta, 0.35m, raccontalo ad un altro)

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    2 ore fa, Valerio Brustia dice:

    Il mio dubbio parte dal fatto che il ragionamento pare affermare che alla minima dist di fuoco nativa l'obiettivo conservi la sua lf nominale e sappiamo che non è cosi. , 

    Vero, è un pressappoco e vale solo per alcuni vecchi obiettivi e per pochi obiettivi non macro.  Infatti,  Riccardo Polini nella sua guida (pdf scaricabile gratis qui:    https://www.nikonclub.it/forum/index.php?act=attach&type=post&id=173416   )

    Calcola prima la focale effettiva alla minima distanza, poi fa i conti. Lui è un fisico, per cui coi numeri ci sa fare.

    :) 

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    4 ore fa, Valerio Brustia dice:

    Non resta che provare 9_9

    Valerio, io potrei anche comprare un tubo Z, ma onestamente non credo che acquisterò un 500mm VR e un 600mm VR per fare la prova.... :P
    La palla resta quindi nelle mani di chi queste cose gia' le possiede, e sempre che sia interessato alla cosa 9_9
     

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    16 ore fa, Valerio Brustia dice:

    Perchè son messo in qualche modo, se no sta z6 era già in borsa

     

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Io però sono portato a sperare che, al di là dei "conti", ci vogliate fare anche (belle) foto con questi aggeggi. O no ?

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    11 minuti fa, Picard dice:

    Io però sono portato a sperare che, al di là dei "conti", ci vogliate fare anche (belle) foto con questi aggeggi. O no ?

    Anche perchè vedo che i "conti" non li mettono d accordo.

    Mentre una bella macrofoto ben inquadrata, illuminata e nitida, penso sarebbe meglio accetta. 

     

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    3 ore fa, Picard dice:

    Io però sono portato a sperare che, al di là dei "conti", ci vogliate fare anche (belle) foto con questi aggeggi. O no ?

    Io sì, ma per quel che mi riguarda bisogna aspettare che le mie modelle e i miei modelli si "sveglino".

     

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    Il 26/1/2020 at 14:05, Massimo Vignoli dice:

     

    Il più sottile disponibile è 11mm, mi chiedevo se associato ad un grandangolo sia possibile l'uso in focali tra il 20 ed il 28.

     

    Provato  oggi il tubo da 11 mm (Meike, ma è lo stesso) sul 24-70 f4:  funziona (con un bell'effetto di macro ambientata - ma non faccio vedere foto per ora perchè ho fatto solo dei test casalinghi) da 35mm in su,  sotto ai 30mm si va a finire di nuovo contro la lente. Però sono abbastanza convinto che sia un problema progettuale del 24-70mm f4 S. Bisognerebbe provare con altri grandangoli.  

     

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

×
×
  • Create New...