Jump to content

Lasciate un commento

Commenti e feedback sono fondamentali per indirizzare la redazione nella stesura degli articoli.
Lasciare un commento significa lasciare un segno del vostro passaggio, è un gesto nei confronti dell'autore, un segnale utile per gli articoli successivi.
Noi decidiamo le linee editoriali di Nikonland anche in base ai vostri commenti e feedback.
Non fate mancare il vostro apporto !

M&M M&M
  • Silvio Renesto
    Silvio Renesto

    Nikon Z6 e il fotoamatore naturalista

    Ho acquistato la Nikon Z6 a novembre dell'anno scorso (2019). Appena comprata ho fatto soprattutto delle foto "casual" per strada e degli esperimenti in casa,  giocherellando con il focus stacking, ma tutto sommato ero rimasto freddino, convinto che andasse bene più che altro per al macro statica e lo street, che per me è un genere occasionale. 

    633387336_vincentZs.thumb.jpg.959c85109d24d2263ca02d99bef36f41.jpg

    Anche Vincent non era molto convinto.

    Passato il lockdown, ho inziato ad usarla un po' di più per il genere fotografia che preferisco,  ed è allora che ho cominciato a "scaldarmi" nei confronti di questa piccola grande fotocamera e capire meglio tutto quello che mi può dare (e quello che non posso pretendere).

     

    Non mi metterò a scrivere un articolo sulle caratteristiche, pregi e difetti della Z6, ripeterei solo quanto hanno fatto a più riprese Mauro Maratta e Max Aquila in modo più che esauriente, preferisco fare qualcosa di simile alle  experience di foto notturna e di street di Massimo Vignoli, portando delle foto di esempio e commentandole.

    Sono un  naturalista fotoamatore, anche se mi piace provare altri generi è nella fotografia in natura, soprattutto agli animali che mi diverto davvero. Di questo scriverò.

     

    Primo impatto? Avendo usato praticamente solo reflex, al mirino elettronico ho dovuto farci l'abitudine, perchè  anche se è ottimo e la resa dell'immagine è molto vicina alla realtà, rimane a volte  un lieve scostamento dal punto di vista dell'esposizione verso la sovraesposizione,  cosa che ho imparato a tenere presente ed ora non ho problemi. Per il resto, sul campo la Z6 è confortevole, specialmente con la basetta smallrig e usata con ottiche compatte come il 300mm f4 Pf anche accoppiato a dei converter,  non si hanno problemi  a mano libera. Inoltre, come tutte le nikon di un certo livello, non ti "sta tra i piedi", comandi accessibili e ergonomia sperimentata.

     

    La Nikon Z6 e il suo 24-70mm f4 S sono un'accoppiata formidabile.

    Questa foto sembra una macro  fatta con un buon obiettivo macro, no?

    libcrop.thumb.jpg.d9f06ccede21fee016ecd98c5df2e58f.jpg

    Invece no! E' un minuscolo crop al 100% di una foto ambientata!!!. questa:

     _DSC9151low2.thumb.jpg.45e50a15cd9d94a04ca659382063f99a.jpg


    Nikon Z6 24-70mm f4 a 28mm, f11, 1/1600s 2000 ISO. La vedete la libellula sulla destra, quant'è piccola?

    Questo per me dice tutto quello che c'è da dire sulla qualità nei dettagli di questa accoppiata ed è uno dei motivi della mia riscoperta della Z6. Non è solo il fatto che si può  mettere a fuoco più o meno su tutto il campo inquadrato, lo fanno tutte le mirrorless, qui c'è di più.
    Lo ripeto risultati di questo genere di solito si hanno con dei tele macro. Amazing, dicono gli inglesi.

     Naturalmente come tutti gli altri 24-70mm si presta a fare dei paesaggi "normali" con ottimi risultati, 

    621691231_cigniamb2.thumb.jpg.e9e8a80b5da2a1fd7d1df982fc92f075.jpg

    landscape.thumb.jpg.ddfb7eeb1e9af70c6bd3069f825f20c1.jpg

    Nella fotografia ravvicinata  e in quella di natura non ho dubbi quale sarà d'ora in poi la mia fotocamera d'elezione, anche sul campo, salvo soggetti erratici. In attesa di focali native un po' più lunghe, il 300mm da solo con Tc e/o lenti addizionali funziona e molto bene:

    In questo "animalscape" ho usato il 300mm, ho composto l'inquadratura e scattato dal display col dito.

    svassoscape.thumb.jpg.dc929220c59209033b295d74527723c5.jpg

     

    Se il soggetto è relativamente tranquillo, non ci sono problemi anche per le soggettive:

    1388537553_poianaz6.thumb.jpg.bf377edef6460ebdb6b5e7689bbc9735.jpg

     

    germana.thumb.JPG.892379852113fd9ffa518729cc01364d.JPG

    frosone.thumb.jpg.a3784de3ef948ce4e1880a399835ca02.jpg

     

    Anche se il soggetto si muove a velocità ragionevole secondo una traiettoria prevedibile non ci sono troppi  problemi, t scatto silenzioso, a mano libera e soggetto indifferente:

    porciglionecrlo.thumb.jpg.224a45ae2a979c3dcb9bb0be48af3114.jpg

    Nella fotografia close-up la qualità è eccellente:

    damsel1.thumb.jpg.2aac72bc377b144a8e1ab40c978891da.jpg

    70-300mmP a 210mm con lente addizionale

     

     

    libdepr420in.thumb.jpg.12be5a1d914cd9123cb98810e438547b.jpg

    300mm f4 Pf + TC14 Eiii.


    Ancora: Posso scattare in condizioni di luce molto  sfavorevoli, con ottime possibilità di recupero nelle ombre.
    Questi scoiattoli erano nel bosco fitto dove ad occhio nudo  era ... buio pesto.

    scoiattolo3.thumb.jpg.740392fb1dc862ef340489c2d8458cae.jpg

    scoiattolo4.thumb.jpg.2a035b1082f2813bd5babc8e4a8c3967.jpg

    Anche qui a Torrile giornata di   pioggia... luce pessima, eppure..

    Ztorr2.thumb.jpg.f4602536210aec1ffc0650087046aff9.jpg

     

    Per non bruciare il cigno, che non era fermo, quindi non permetteva esposizioni multiple, ho dovuto sottoesporre,

    cignounderexposed.thumb.jpg.2d8fc5a6175653a3d8d5eda878d0607e.jpg


    Ma è bastato pochissimo per recuperare le ombre.

    cigno1.thumb.jpg.a07f6ece832e347c8827381789b9d9dd.jpg

     

    Infine, basta back-front focus, i miei nikon ora sono tutti "tarati", o meglio non devo tarare più nulla. 
    L'accoppiata 300mm più TC 14 sulla m D500 tendeva a funzionare in modo alterno. A volte andava benissimo, altre non azzeccava il fuoco e come da consigli ricevuti, dovevo spegnere smontare e rimontare il tutto. 

    Questi sono cropo 100% di due foto scattate con la D500, il 300mm f4 Pf e il TC 14: due giorni diversi due rese diverse.

    WTFHA.thumb.jpg.54b3cf99e5efe3404350d113d9c51046.jpg

    Smonta e rimonta poi il tutto è tornato a funzionare, però non è entusiasmante,  se sei in attesa che succeda qualcosa non è il massimo, perchè di solito succede mentra stai armeggiando con l'atttrezzatura.

    Se poi osavo accoppiare il 300mm al TC 17... addio, il fuori fuoco era garantito:

    1962429061_500mmeqDx.thumb.jpg.594ea5850e846145dc30adf2cb533c37.jpg

    Con la Z6, come cantava Lucio Battisti, tutto questo non c'è più:

    1133199493_500mmeqFx.jpg.e02016d4ca4b23338487e59cd4853acc.jpg

    Nikon 300mm f4 Pf Tc 17, crop 100%

    Alti ISO? ecco qui  tempo grigio e 7000 ISO!

    _DSC2389l.thumb.jpg.6e856fdd3fe4068bb20fa17f55081729.jpg

    Crop 100%:

    940023345_altiISO.jpg.b2d477dbc16cb71cce8b7088a57b5c0f.jpg

     


    Tutte rose e fiori? Naturalmente no, per quel che faccio io, vedo soprattutto due punti di miglioramento e riguardano l'autofocus: come per la maggior parte delle mirrorless le manca un po' di reattività. Questi cigni in volo li ha presi,

    Ztest3.thumb.jpg.72346888c129b1375588f197b2935409.jpg

    ma soggetti più veloci o più erratici sono spesso un problema,  al contrario di auto e  moto, con gli animali  non è possibile prevedere la traiettoria e predisporsi allo scatto in un punto prefissato. 
    L'altro punto è la tendenza a perdersi nello sfondo più delle mie DSLR, anche se devo dire che credevo peggio. In qualche situazione  occorre "aiutare" l'autofocus. 

    frogs.thumb.jpg.8590146e8467d72308671347f0bfdb84.jpg

    Sfondo terribilmente confuso ed elementi di disturbo  in primo piano, ma con un po' di malizia, soggetto centrato!

    Non so se il fatto che si usino teleobiettivi F tramite adattatore possa in qualche modo accentuare il problema,  si vedrà quando ci saranno teleobiettivi S nativi.

    Dopo novemila scatti posso dire di essere  contento della Z6, sono convinto che se si sa come usarla e quando,  i risultati sono ottimi.

    Adesso anche  Vincent ne è convinto, tanto da autorizzarmi a mettere un crop al 100% di un suo ritratto

    Vcrop.thumb.jpg.53f874cdb68a97854c629e2eb69ed11d.jpg

    Scattato con... (musica da suspense)...

    camera.thumb.jpg.48f3336ca6628ac5b4e65538cc697a20.jpg

    UN VECCHIO CIMELIO!! 

    Con la Z6 ci si può divertire, il relativamente contenuto numero di pixel aiuta a perdonare qualche segno di vecchiaia presente in queste lenti d'epoca.

    In conclusione, la Z6 mi piace,  ho iniziato ad apprezzarne le qualità e conto di usarla sempre di più.  

     

    Ultima nota:

    artdamsellow.thumb.jpg.d0462d5a2333a54ead5618ab34fa136f.jpg

    Questa l'avete già vista, la ripropongo perchè è la migliore foto che ho fatto quest'anno, con la Z6 a mano libera in presenza di vento.

    Silvio Renesto per Nikonland.

     

     

     

    Edited by Silvio Renesto

    • Like 8
    • Thanks 7


    User Feedback

    Recommended Comments

    Ottima disquisizione....come sempre Ottime foto......come sempre :)

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    belle immagini,grazie di aver condiviso le tue esperienze con la Z,io sto seguendo l'evolversi del sistema e prima o poi farò l'acquisto.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Per chiunque usi Nikon l'approccio con il sistema Z è ancora una novità. Le diversità rispetto ai sistemi reflex sono tante: variano dimensioni, peso, bilanciamento, impugnatura, comandi più ravvicinati, soluzioni tecniche più avanzate, tolleranze diverse. Indubbiamente serve un po' di tempo per prendere confidenza. In questo senso ho trovato molto utile la tua esperienza e ti ringrazio per averla condivisa. Credo che rileggerò l'articolo il giorno che riuscirò a comprarmi una Z.

    Belle immagini, come al solito :)

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Sei Sempre  eccellente Silvio.. grazie bravo..

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Insomma, dopo un primo contatto che definirei più che tiepido ... freddino un anno fa, poi hai ceduto all'acquisto della Z6 più che altro su consiglio degli psicologi onde evitare in futuro di cadere in tentazione verso "gonnelle" ghierate di marchi più en vogue  e trendy di Nikon.

    Dopo un anno sei riuscito ad assaggiare la minestra ed hai scoperto che non aveva il sapore che ti eri immaginato.
    E' vero ?
    Probabilmente non è necessario proseguire le sedute di analisi (né consigliarle a chi già due anni fa si diceva entusiasta della Z) :lingua:

    Naturalmente in questo campo sappiamo che cure e problemi sono diversi di caso in caso, infatti conosciamo almeno un altro foto-naturalista, che consigliato qui di acquistare una Z, se ne pente ogni mattina, mezzogiorno e sera.

    :emoj_pirata:

    Quindi non prendiamoci troppo sul serio e regoliamoci di conseguenza !

    :supermarameo:

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    6 ore fa, MM! dice:

    Insomma, dopo un primo contatto che definirei più che tiepido ... freddino un anno fa, poi hai ceduto all'acquisto della Z6 più che altro su consiglio degli psicologi onde evitare in futuro di cadere in tentazione verso "gonnelle" ghierate di marchi più en vogue  e trendy di Nikon.

    Dopo un anno sei riuscito ad assaggiare la minestra ed hai scoperto che non aveva il sapore che ti eri immaginato.
    E' vero ?

    Per continuare la tua parafrasi diciamo che la "ciccia" (prestazione) della Z, alla prova dei fatti mi ha convinto più del negligé delle altre.

    :) 

    Senza contare che per le mie mani grandi (con 24 cm di spanna supero anche Massimo Vignoli) benchè sottili,  con la Z siamo già al limite inferiore della comodità d'uso.

     

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Pensa che io non arrivo a 21 cm e trovo le attuali Z, delle toy-camera !

    Speriamo che i disegni trovati sul web circa il brevetto di possibili Z6s e Z7s effettivamente abbiano quei 2 cm verso il basso, necessari come il pane ...

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Se consideriamo la mia mano destra 22cm di spanna (la sinistra è 23 grazie agli strumenti a corda) io considero le Z delle toy-camera non perché non mi stiano in mano, anzi mi cascano proprio bene se non ci monto un cannone, ma perché hanno un mirino elettronico, che per carità è utile in certi casi ma non mi consente di farci tutto come fotografo, per il video sono carine, del resto le videocamere montano mirini elettronici da una vita.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Sono toy-camera perchè saranno pure carine (anche se io le trovo orrende !) ma sono nane, con comandi amatoriali o carenti e soprattutto con un autofocus ancora primitivo per le esigenze di oggi.
    Il mirino elettronico è qui per restare, perfezionato ma il mirino elettronico è l'essere mirrorless, a prescindere se questa sia una fotocamera seria o una giocattolo.
    Una D6 senza specchio e con il mirino elettronico sarebbe già una buona cosa ma sarebbe una fotocamera seria solo avendo un migliaio di punti di messa a fuoco estremamente efficienti e organizzati diversamente da una Coolpix ...

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    3 ore fa, MM! dice:

    Sono toy-camera perchè saranno pure carine (anche se io le trovo orrende !) ma sono nane

    Uno dei motivi che mi hanno distolto dalle marche "ghierate"  trendy è che se pur molto belle esteticamente, sono ancora più "nane". Ho provato la Xt3, per capirci,  e non ero esattamente a mio agio con le dimensioni.  
    Le Z dal punto di vista estetico mi lasciano abbastanza indifferente, non le trovo orrende, ma nemmeno molto belle. Dal punto di vista delle dimensioni, con la smallrig Mengs mi trovo abbastanza a mio agio.
      

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Bell'articolo, come sempre Silvio, ho da un mese abbondante la Z6, per adesso sono abbastanza freddino, direi come te all'inizio, vediamo come prosegue, la cosa che mi piace di più è l'ergonomia, ma ho preso il battery grip, e anche se ho le mani abbastanza piccole, la presa è migliorata, specialmente quando uso i tele.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Tu pratichi ad un livello sicuramente più alto del  mio, e come  termine di confronto hai la D5,  quindi  ne hai una percezione sicuramente  diversa, probabilmente la troverai soddisfacente usandola  come fa  Massimo Vignoli. La Z6 per certe cose e la D5 per altre.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Silvio,  riguardo al livello, o mi sopravvaluti o ti sottovaluti, forse ho avuto solo la possibilità di fare qualche viaggio dedicato alla fotografia naturalistica in più,  ho preso la Z6  un po' per giocarci, ma più seriamente per la possibilità di uno scatto completamente silenzioso,  che è per me la caratteristica più interessante e per l'ottima resa agli alti iso, il mio riferimento è la D850, non la D5, aspetto la sua sostituta serie Z, poi ho anche qualche altro progetto per la Z6, vedremo se riuscirò ad attuarlo.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

×
×
  • Create New...