Jump to content
  • Massimo Vignoli
    Massimo Vignoli

    Nikkor Z 600mm f/4 S VR TC: Introducing the KING of telephotos

    Si fa presto a dire il re dei teleobiettivi. Ma in questo caso credo che questa definizione possa mettere tutti d'accordo perché parliamo del tele luminoso più lungo a catalogo, che è il sogno - spesso proibito visto il prezzo - di moltissimi fotografi naturalisti e non solo. Non sono nuovo ai supertele nikon, avendo usato per molti anni il 500/4 in versione G ed E (e prima il 200-400 ed il 300/2.8). Ma è mio primo 600/4. Molto curioso, direi quasi trepidante, di mettermi alla prova sul campo.
    Ma il protagonista è lui, lo vedete in tutto il suo splendore nella fotografia che illustra questo articolo, allo scopo di dare un senso di scala montato sulla Z9.

    E qui a fianco al 100-400, la lente polivalente per eccellenza che nel mio corredo è destinato a far coppia fissa con il 600/4 per le fotografie ambientate.

    MV-Z6II-20221225-4164.thumb.jpg.64a0fffe943ca82ea163a0617de47284.jpg

    Ma quello che più li separa non è la lunghezza, ma la dimensione della lente frontale. Enorme!

    MV-Z6II-20221225-4166.thumb.jpg.afeb9c921406bf1899ec3e927070e13a.jpg

    Ma andiamo con ordine. 

    Nikon ha fatto le cose per bene, o almeno quasi. Il 600/4, come gli ultimi tele lunghi della casa, è consegnato con una sacca di cordura monospalla. Un bel passo avanti rispetto ai totalmente inutili valigioni delle generazioni precedenti.

    MV-Z6II-20221225-4152.thumb.jpg.cba74fbf07ac997991850b5bf43ebbf2.jpg

    Molto ben fatto. Lo avrei fatto un po' più grande, capace cioè di contenere anche un corpo macchina, possibilmente non montato. Ma come vedete è dimensionato per la sola lente.

    MV-Z6II-20221225-4155.thumb.jpg.a92baefc64fef488bdd805185cde8ba6.jpg

    Non è un grande problema, difficile che un fotografo esca solo con una macchina ed un 600/4. Ma se volesse farlo avrebbe bisogno di un'altra borsa. In ogni caso, lo ribadisco, un enorme passo avanti rispetto alla precedente impostazione.

    Altre due novità interessanti che vedete in questa immagine:  Il paraluce ed il tappo anteriore.
    1177282466_MV-Z6II-20221225-41561.thumb.jpg.044bd52fad3f80411a3989424ed7ed79.jpg

    Entrambi sono dimensionati in modo piuttosto - per un 600/4 - contenuto, rendendo la lente più maneggevole e più semplice da trasportare nello zaino.
    Qui, per esempio, vedete come uno zaino relativamente piccolo (ICU Fstop XLPro) sia in grado di contenerlo insieme ad un intero corredo Z (Z9, Z6II, 100-400 e 24-120). Di fatto, il "problema" è solo il diametro della lente frontale, impegnativa per dir poco. Ma si chiude e non da fastidio nel trasporto a patto di non riempire molto lo zaino (un vecchio Satori EXP).

    IMG_1605.thumb.JPG.e3a8b6cef91f4d06e265b2b25022c68b.JPG

    Parlerò della scelta dello zaino per volare con questo corredo nelle prossime settimane.

    Ma torniamo al protagonista. 

    MV-Z6II-20221225-4167.thumb.jpg.1c7cca302eb0c417f6a47bc06ea4d13f.jpg

    In questa immagine diversi elementi interessanti per questa presentazione
    - Il TC integrato, una feature di una utilità incredibile fotografando in ambienti ostili (pioggia, neve, polvere, vento) e alle primissime prove capace di allungare la focale da 600 a 840 millimetri senza avvertibile perdita di qualità. Il TC dedicato e specifico per lo schema ottico ha di sicuro una marcia in più.
    - L'attacco treppiede, incredibilmente privo della scanalatura Arca. Davvero incredibile perdersi in un dettaglio del genere per una lente che costa poco meno di 18.000€. Anche perché, lo avete visto nell'immagine di copertina, la lente montata è perfettamente bilanciata sul piedino e quindi effettivamente ne basta uno così corto. Occorrerà comprarne apposta uno aftermarket (anche perché, seconda stupidaggine, è cambiata la disposizione delle viti e quindi i piedini delle precedenti generazioni non sono compatibili).
    - È cambiata la scatolina portafiltri, ora senza sporgenze (e senza un filtro neutro, come le precedenti generazioni, destinato a catturare polvere),

    Ma torniamo alla vista di insieme:
    MV-Z6II-20221225-4186.thumb.jpg.b7a5c35fc87c404e32964ede6a4c71b2.jpg

    Da destra a sinistra i tre anelli: messa a fuoco e due anelli programmabili, con texture del tutto diversa tra di loro in modo da essere perfettamente riconoscibili al tatto, oltre che dalla posizione. Interessante in particolare il più a sinistra, che consente, per esempio, di essere associato a diverse modalità di messa a fuoco (una in posizione centrata, una diversa ruotando a sx, una terza ruotando a DX). Presenti i soliti tasti programmabili.

    Un particolare del TC, che impugnata la macchina, cade perfettamente sotto le dita per una attivazione immediata senza dover distogliere l'occhio dal mirino. Sia del fermo, per evitare movimenti accidentali, sia del TC vero e proprio. E, subito sotto, il pulsante per riprendere una posizione di messa a fuoco. 

    MV-Z6II-20221225-4172.thumb.jpg.17f056b3a16302caa4c2c60e4c3b7c5d.jpg

    A mia memoria, la "gobba" è più piccola di quella del 180-400/4.

    Particolare del paraluce, in carbonio anche se sprovvisto della satinatura "racing" delle precedenti edizioni, orgogliosamente prodotto in Giappone.

    MV-Z6II-20221225-4182.thumb.jpg.89192edec045ad7bcf092d910bd46852.jpg

    Provvisto di fermo a vite per un bloccaggio sicuro in ogni condizione, sfruttato per tenere in posizione il tappo protettivo frontale.

    MV-Z6II-20221225-4193.thumb.jpg.210db56c25dc8b535453a05fa6b592b4.jpg

    E' presto per dare riscontri d'uso, sarebbe pura superbia liquidare un oggetto del genere con annotazioni sulle prestazioni basate su poche ore. Nella redazione di Nikonland non siamo youtubber, lo rivendichiamo con orgoglio. Compriamo i nostri prodotti e li usiamo sul campo, con attenzione e tutta le capacità di cui disponiamo. Per farlo occorrerà tempo.

    Posso però già dire alcune cose, secondo me interessanti.

    La prima è quasi scontata, ma giova precisarlo: Tutto trasuda la meticolosa costruzione professionale, studiata nei dettagli per garantire la migliore esperienza sul campo.

    Poi parliamo del peso. Questo 600/4S TC inaugura un'era in cui il 600/4 non è più una lente tremendamente pesante da trasportare. Una volta veniva definito back breaker. Non è più così. Come?
    Questo 600/4S pesa 3.260gr
    Il 500/4E pesa 3.090gr, il TC14III 190gr, l'FTZ 125gr: totale 3.405gr.
    Perché lo confronto con il 500/4E? molto semplice: il 500/4 è stato spesso scelto, rispetto al 600/4, per la maggiore trasportabilità. Il modello E è il 500/4 più leggero della storia Nikon.
    Ed il 600/4E? 3.810gr... più TC e FTZ fanno 4.125gr.
    Già tra i due 600/4 la differenza è di quasi un KG in meno!

    Ma non è solo questione di peso. L'altra parola chiave è bilanciamento. Questo 600/4 ha il baricentro decisamente più arretrato: è molto più facile usarlo a mano libera.

    Certo, resta la lente frontale molto grande. Ma quella dipende dalla fisica, non c'è niente da fare se non si vogliono i compromessi delle lenti di fresnel.

    Quindi che dire? Sono soddisfattissimo, non sto letteralmente nella pelle dalla voglia di usarlo sul campo.
    Un grazie speciale a Nital per avermelo fatto avere in fretta!

    Massimo Vignoli per Nikonland (c)
    25/12/2022

    User Feedback

    Recommended Comments



    • Administrator

    Grazie dell'anteprima Massimo.

    Conoscendo bene i precedenti 600mm Nikon, questo mi sembra incredibilmente piccolo, anche visto con la "compatta" Z9 (in confronto a D3-D4-D5).

    Ho solo un dubbio, a me l'800mm sta tranquillamente con la Z9 montata dentro la sacca in dotazione.

     image.thumb.jpeg.06f2f33974a7bbd11b482f6db99110a2.jpeg

    ovviamente la sacca è completamente vuota, anche della sacca parapolvere e del piattello circolare di polistirolo di protezione.

    Numeri alla mano :

    • 600mm : lunghezza 437mm
    • 800mm : lunghezza 385mm

    vuoi dire che con questi 5 cm di differenza Nikon ha fatto il miracolo ?

    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano
    2 ore fa, M&M ha scritto:
    • 600mm : lunghezza 437mm
    • 800mm : lunghezza 385mm

    vuoi dire che con questi 5 cm di differenza Nikon ha fatto il miracolo ?

    Mi sa di sì :D

    In realtà, più che i due cm in meno di lunghezza rispetto al vecchio VR ,sono i 2Kg di meno che fanno una bella differenza.  Un'altra evidenza delle possibilità offerte dalla "piattaforma Z" dove di gigantesco (e pesante) rimane solo l'elemento frontale. La riduzione di massa è sbalorditiva.
     
    Bravo Massimo, era da tempo che, osservando i dati di scatto delle tuo foto, pensavo che 600 per te fosse la scelta giusta. Bene hai fatto ad aspettare questo 600/4 s, pesi ridotti e TC integrato lo rendono un seicento senza eguali. 
    Buone foto!!

    • Haha 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano

    Si un bellissimo Oggetto che non dubito ti darà tante soddisfazioni.....
    Ed anche un sacco si ulteriori possibilità, per il Peso, per i millimetri e per quel TC integrato e praticamente istantaneo.....
    Buone Foto....


     

    Link to comment
    Share on other sites

    • Redazione
    3 ore fa, M&M ha scritto:

    vuoi dire che con questi 5 cm di differenza Nikon ha fatto il miracolo ?

    Più che altro credo che abbiano fatto una sacca sola per 400, 600 e 800. E che il 600 sia quello che “lo prende in saccoccia”. Francamente, sorpresa negativa: possibile che non abbiano pensato a farne una specifica per il 600, solo con 5cm in più di cordura?!?!

    17 minuti fa, Valerio Brustia ha scritto:

    La riduzione di massa è sbalorditiva.

    Quando ci vediamo te lo faccio provare. Mooolto leggero! Cosa che per me mette la pietra tombale sul fatto che Nikon facci un 500/4 su Z.

     

    18 minuti fa, Valerio Brustia ha scritto:

    Bravo Massimo, era da tempo che, osservando i dati di scatto delle tuo foto, pensavo che 600 per te fosse la scelta giusta. Bene hai fatto ad aspettare questo 600/4 s, pesi ridotti e TC integrato lo rendono un seicento senza eguali. 
    Buone foto!!

    Mi sono interrogato per un mucchio di tempo, sul fatto che fosse la scelta giusta. Vedremo nei prossimi mesi. Ma 400 è corto, per cui solo 600 poteva essere!

    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano
    7 minuti fa, Massimo Vignoli ha scritto:

    Più che altro credo che abbiano fatto una sacca sola per 400, 600 e 800. E che il 600 sia quello che “lo prende in saccoccia”. Francamente, sorpresa negativa: possibile che non abbiano pensato a farne una specifica per il 600, solo con 5cm in più di cordura?!?!

    Quando ci vediamo te lo faccio provare. Mooolto leggero! Cosa che per me mette la pietra tombale sul fatto che Nikon facci un 500/4 su Z.

     

    Mi sono interrogato per un mucchio di tempo, sul fatto che fosse la scelta giusta. Vedremo nei prossimi mesi. Ma 400 è corto, per cui solo 600 poteva essere!

    MA SICURO MASSIMO!!!! Vai sereno, anzi userai un botto quel cavolo di 1.4x integrato okkio però, serve aria buona :)
    Sulla borsa

    beh, mettiamola così:Nikon ha fatto un lavorone a produrre 4 tele come mai se ne erano visti, la Z9 è un mostro...ha riciclato la sacca CL-L2, come dire, si son persi nei dettagli. Poco male va là. La borsa è comodissima per i trasferimenti, poi il tele va nello zaino e tanti saluti.

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    Io ho usato per due mesi la Z9 dietro l'800/6,3 di Mauro e anche a casa la lasciavo montata dentro la sacca e restavano un paio di cm di aria.

    Smollando la staffa treppiede, per spostare bene la Z9 verso il fondo.

    Ma sempre ricordandomi della potenzialità di danneggiamenti della baionetta di memoria reflex.

    Forse non è un male trasportarla a parte, separata dal tele. Considerando anche la presenza del VR su sensore.

    Peraltro ci hai fatto anche vedere brillantemente come, nel tuo zaino.

    Aspettiamo le foto on stage del 600/4 operativo su treppiede e non, con la sua Z9 a tapparlo.

    E i tuoi soggetti ad attivarlo ...

    • Haha 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano

    Un bestione. Questa lente è veramente il top dei tele (non solo Nikon) e il duplicatore incorporato è di grandissima utilità e sono convinto che ne farai un uso frequente. Alla fine un dispositivo che potrebber rivelarsi utile qualche volta diventa indispensabile perchè si finisce per non fare più troppo caso alle distanze. Non ho dubbi sulla qualità molto elevata delle immagini e sono parecchio curioso per cui, Massimo, dacci dentro e buona luce :)

    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano

    Complimenti per esserti aggiudicato il bestione!
    A questo punto attendo il tuo prossimo viaggio al nord quasi come te, per vederne i risultati :D

    Leggerne la recensione fa venire voglia di acquistarlo, ma direi che non è per tutti.

    Link to comment
    Share on other sites

    Il 27/12/2022 at 10:44, bimatic ha scritto:

    Massimo, una lente inarrivabile per il mondo normale ma adatta a te, che dire : daje !!!

     

    Concordo e aggiungo che, per il prezzo che costa, può acquistarla uno come Vignoli che la usa per il suo hobby preferito e non certo chi la userebbe ogni tanto anche se ne avrebbe la possibilità economica.

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    18 minuti fa, leviathan47 ha scritto:

    Concordo e aggiungo che, per il prezzo che costa, può acquistarla uno come Vignoli che la usa per il suo hobby preferito e non certo chi la userebbe ogni tanto anche se ne avrebbe la possibilità economica.

    sono in disaccordo: da che mondo è mondo questi teleobiettivi costano queste cifre, qualunque sia il marchio.

    Evidentemente non sono inarrivabili: diversamente non verrebbero acquistati.

    Il mio augurio per il 2023 su Nikonland è che la smetta di leggere affermazioni in questo senso: basate sul costo degli oggetti.

    Non c'è nessuno di voi che non metta il sedere ogni giorno su automobili che costano certe volte il doppio, il triplo o altrettanto questi teleobiettivi.

    Magari per hobby o collezione.

    Fare mente locale sullo spazio che concediamo all'illusione del trasporto ingenerata da una automobile e dai costi e imposte accessori che essa comporta, ci dovrebbe portare a farne a meno (nel 90% dei casi, salvando solo i commessi viaggiatori) e dedicare il tempo passato in fila durante la nostra vita, a usare estro, fantasia, immaginazione, viaggiando con le dita sul pulsante di scatto della fotocamera e sulle ghiere di un obiettivo di questa levatura.

    Non accetto repliche :36_8_18:

    Link to comment
    Share on other sites

    • Redazione
    1 ora fa, Max Aquila ha scritto:

    Il mio augurio per il 2023 su Nikonland è che la smetta di leggere affermazioni in questo senso: basate sul costo degli oggetti.

    Hai ragione! 

    Io mi prendo il rischio di replicare... ma solo perché ti do ragione, al 100%.
    Se è evidente che le disponibilità economiche di base per fare acquisti ci devono essere, altrimenti sono impossibili, tutti sappiamo che ciascuno canalizza le proprie come meglio ritiene. Possiamo aggiungere, all'automobile del tuo esempio, moto, abiti, gioielli, orologi, smartphone.... Io spesso questa discussione l'ho chiusa con un più goliardico ma molto vero "non bevo, non fumo, non vado a donne".... 

    • Haha 4
    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    18 minuti fa, Massimo Vignoli ha scritto:

    Hai ragione! 

    Io mi prendo il rischio di replicare... ma solo perché ti do ragione, al 100%.
    Se è evidente che le disponibilità economiche di base per fare acquisti ci devono essere, altrimenti sono impossibili, tutti sappiamo che ciascuno canalizza le proprie come meglio ritiene. Possiamo aggiungere, all'automobile del tuo esempio, moto, abiti, gioielli, orologi, smartphone.... Io spesso questa discussione l'ho chiusa con un più goliardico ma molto vero "non bevo, non fumo, non vado a donne".... 

    il bello è che i like li mettono a te :36_1_11: :vittoria:

     

    E se ci fosse bisogno di spiegare ancora questi aspetti, mi ci metto:

    Nikonland nasce per parlare di Nikon e di tutto ciò che graviti attorno alla fotografia.

    Non delle Nikon alla portata di tutti, non di analisi costi/prestazioni: non troverete mai dichiarazioni come quelle che il famoso Ken Rockwell mette sempre alla fine delle sue considerazioni (che comunque con una D3mila ed un 18-55 lui riesca a fare lo stesso tutto)

    Noi su Nikonland cerchiamo di portare a disposizione di tutti, ogni componente, dai più economici e apparentemente insignificanti, ai più pregiati e costosi, che riguardino gli innesti F e Z.

    Per fare questo, bisogna che ci sia l'impegno di ogni Nikonlander ad apportare la sua esperienza vissuta: quindi anche di chi come te, riesca a parlarci di teleobiettivi come questo spettacoloso 600/4 e tutti quelli che arricchiscono il nostro indice TEST e le prime pagine di Google, quando voleste fare ricerca.

    Specialmente se andaste a cliccare immagini su Google, trovereste spesso quelle che affollano i nostri test, per nulla avari, come invece sono quelli delle maggiori testate internet che alcuni di voi continuano a consultare.

    Motivo per cui, in questo 2023, mi attiverò ogni qual volta (ed oggi è già la seconda volta) in cui, davanti all'opportunità io veda anteposto il PREZZO d'acquisto.

    Elemento così tanto soggettivo, da non poter MAI essere preso in considerazione.

    Augh...:36_1_60:

    • Thanks 2
    • Haha 2
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano

    Ma è giustificare un esborso che non ha senso, non qui, non tra di noi. 

    La giustificazione proprio proprio dobbiamo darla? Ebbene è nel piacere di usare questi strumenti, e se qualcuno non ha questo gusto, non mi sembra il caso di doverglielo spiegare. 

    Costa caro il nuovo 600 di Nikon, sai che novità. 

    Parliamo di cose serie invece:

    Massimo, allora, sei uscito o no con la grande Berta? io mi sto preparando, domani non piove (forse) e mi arriva il completo da cespuglio "invernale", per l'inverno di queste parti qui cioè senza neve e senza brina. La rete fogliata "secca" è arrivata oggi.

    20230103_163115.thumb.jpg.9b7942480a8680802b5542f978ff4ea3.jpg

    No, l'albero di natale non fa parte del "camuffo"

    • Like 2
    Link to comment
    Share on other sites

    • Redazione
    39 minuti fa, Valerio Brustia ha scritto:

    Ma è giustificare un esborso che non ha senso, non qui, non tra di noi. 

    La giustificazione proprio proprio dobbiamo darla? Ebbene è nel piacere di usare questi strumenti, e se qualcuno non ha questo gusto, non mi sembra il caso di doverglielo spiegare. 

    Costa caro il nuovo 600 di Nikon, sai che novità. 

    Parliamo di cose serie invece:

    Massimo, allora, sei uscito o no con la grande Berta? io mi sto preparando, domani non piove (forse) e mi arriva il completo da cespuglio "invernale", per l'inverno di queste parti qui cioè senza neve e senza brina. La rete fogliata "secca" è arrivata oggi.

    20230103_163115.thumb.jpg.9b7942480a8680802b5542f978ff4ea3.jpg

    No, l'albero di natale non fa parte del "camuffo"

    Macchè, avrei potuto l'1 ma ha piovuto tutto il giorno. Venerdì sono tra i parenti, spero in sabato.
    Bellissima quella rete: dove l'hai presa? sembra un baghide, ma più ampio...

    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano

    allora la rete

    davanti c'è una rete di Decathlon che ovviamente è fuori produzione perchè Decathlon ha il metabolismo  del criceto; ed è una bellissima fogliata su tessuto a rete fitto fitto. Ho fatto pena in tempo a comprarne un paio di pezze e l'han tolta di produzione. Valli a capire.

    L'altra, dietro, una figata, è arrivata oggi da Amazon, è una rete <classico cinessissimo> ma fantasia Real Tree su ambo le facciate. Molto leggera 2x2m va bene sul fotografo che guarda dai fori, se non avessi la fogliata Decathlon ne avrei preso un'altra pezza 2x2.

    Insomma, è un po' una malattia ed un po' una ragione concreta quella di cercare la combinazione adatta al camuffamento di stagione perchè, forse lo sanno in pochi (boh), ma i soggetti selvatici son la vera sfida e per quanto tu abbia la fotocamera migliore ed il tele più "eccezziunale" poterli inquadrare rimane il VERO quid della faccenda.

    Link to comment
    Share on other sites

    • Redazione

    Un breve aggiornamento agli interessati all'acquisto - a fronte di un uso ancora troppo limitato per trarre le conclusioni che verranno a tempo debito.
    La lente è leggera, ma soprattuto ben equilibrata. L'uso a mano libera è anche più agevole di quello del 500/4E FL (e molto più agevole di quello del 500/4G VR). Il motivo è tutto in quell'equilibrio dei pesi.

    L' autofocus è estremamente veloce, molto probabilmente il più veloce che io abbia mai visto. Sulla Z9 è anche precisissimo e molto poco soggetto ad errori. 

    Il TC è meraviglioso, sia per quanto è comodo che per il limitatissimo - scrivo così per non sbilanciarmi troppo, con il poco che ho visto finora potrei dire nullo - impatto sia sull'AF che sulla qualità ottica. Sul quanto è comodo, sottolineo un fatto: con un dito si cambia mette e leva.... anche fotografando a mano libera. 

    Lo stabilizzatore è, di nuovo, il meglio che io abbia mai visto. Sia sui tempi critici del lavoro a mano libera che su quelli inconsueti del lavoro agli estremi del giorno. Su treppiede riesco ad ottenere con sistematicità scatti nitidi con tempo di 1" senza usare lo scatto remoto. Su questo è determinante l'assenza dello specchio, ma il risultato va intestato alla lente ed al sistema (ovviamente parlo di treppiede e testa adeguati allo scopo). Ovviamente funziona benissimo anche nell'uso più normale!

    • Like 2
    • Thanks 1
    • Haha 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Redazione

    Coming soon, oltre ad un po' di immagini, anche il test di due oggetti che ho ordinato e sono in spedizione:
    - Uno zaino specificamente progettato e costruito per viaggiare - anche in aereo - e muoversi sul campo con i lunghi tele, anche in ambienti "ruspanti" (capace cioè di contenere il 600/4 montato sulla Z9, il 100-400/4.5-5.6 montato sulla Z6II, un altro paio di lenti e gli accessori necessari). Il produttore è una piccola realtà europea.
    - Un accessorio per il trasporto sul campo, in assetto di scatto, a mani libere e con sufficiente confort per essere utilizzato per ore, con o senza zaino. È il caso, ad esempio, della fotografia wildlife itinerante e non da appostamento fisso, ad esempio in montagna ma non solo.

    Il motivo è che per ottenere il meglio dai nuovi strumenti occorre ragionare a mente aperta e rivedere le proprie modalità operative. Io lo sto facendo, in realtà ho iniziato ormai anni fa con la prima Z6 :)
    I
    mmaginando un certo "flusso migratorio" di fotografi dai vecchi tele ai nuovi - 400/2.8 e 600/4 - voglio provare a raccontare delle cose di contorno che possono o devono cambiare per ottenere il meglio dalla transizione (es. lo zaino, se come me ne hanno uno ottimizzato per il 500/4). 

    • Like 3
    • Thanks 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano

    Ciao Massimo.

    A me interessa molto capire quanto si possa andare a spasso con questo obiettivo. Dipende certo dagli adduttori e per quanto tempo, ma ho sempre visto treppiedi accompagnati a questo genere di pesi e dimensioni. Giravo con il 300 2.8 che pesa 2,9 con una qualche difficoltà: 3,2 sono 3 hg in più...

    Per “acessorio per il trasporto sul campo” a che cosa ti stai riferendo? Poi lo zaino con tutto montato è sicuramente da prendere...

    Link to comment
    Share on other sites

    • Redazione
    4 minuti fa, Nicola B ha scritto:

    Ciao Massimo.

    A me interessa molto capire quanto si possa andare a spasso con questo obiettivo. Dipende certo dagli adduttori e per quanto tempo, ma ho sempre visto treppiedi accompagnati a questo genere di pesi e dimensioni. Giravo con il 300 2.8 che pesa 2,9 con una qualche difficoltà: 3,2 sono 3 hg in più...

    Per “acessorio per il trasporto sul campo” a che cosa ti stai riferendo? Poi lo zaino con tutto montato è sicuramente da prendere...

    L’uso a mano libera è una cosa che presuppone un po’ di lavoro su se stessi ed ovviamente l’utilità di farlo: se posso usare il treppiede o il monopiede lo faccio.
    A giugno alle Svalbard ho fatto 20.000 foto dal gommone, dove non puoi usare ne uno ne l’altro.
    Quando sono stato in Canada a fotografare la civetta delle nevi il treppiede non l’ho mai usato.
    Se sto in capanno o appostamento fisso, treppiede tutta la vita.

    Sull’accessorio, coming soon 😂😂😂😂

    Link to comment
    Share on other sites

    • Redazione

    Ma considera che, lasciando da parte il baricentro, tra 300/2.8 + TC20 + D5 e 600/4TC + Z9 è la seconda quella più leggera….

    Ed il baricentro del 600/4 è molto arretrato per essere un 600…

    La maggiore differenza è l’ingombro, cosa con la quale definitivamente occorre prendere confidenza non solo se arrivi da un 300/2.8 ma anche da un 500/4!

    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander
    3 ore fa, Massimo Vignoli ha scritto:

    Un breve aggiornamento agli interessati all'acquisto - a fronte di un uso ancora troppo limitato per trarre le conclusioni che verranno a tempo debito.
    La lente è leggera, ma soprattuto ben equilibrata. L'uso a mano libera è anche più agevole di quello del 500/4E FL (e molto più agevole di quello del 500/4G VR). Il motivo è tutto in quell'equilibrio dei pesi.

    L' autofocus è estremamente veloce, molto probabilmente il più veloce che io abbia mai visto. Sulla Z9 è anche precisissimo e molto poco soggetto ad errori. 

    Il TC è meraviglioso, sia per quanto è comodo che per il limitatissimo - scrivo così per non sbilanciarmi troppo, con il poco che ho visto finora potrei dire nullo - impatto sia sull'AF che sulla qualità ottica. Sul quanto è comodo, sottolineo un fatto: con un dito si cambia mette e leva.... anche fotografando a mano libera. 

    Lo stabilizzatore è, di nuovo, il meglio che io abbia mai visto. Sia sui tempi critici del lavoro a mano libera che su quelli inconsueti del lavoro agli estremi del giorno. Su treppiede riesco ad ottenere con sistematicità scatti nitidi con tempo di 1" senza usare lo scatto remoto. Su questo è determinante l'assenza dello specchio, ma il risultato va intestato alla lente ed al sistema (ovviamente parlo di treppiede e testa adeguati allo scopo). Ovviamente funziona benissimo anche nell'uso più normale!

    Ordinato in novembre mi avevano detto plausibilmente dicembre ma ora chissà..rimango in attesa di notizie, mi fa molto piacere leggere queste tue impressioni d'uso in questi giorni ho visto anche alcune immagini di Brad Hill (ad ora sono giusto un paio)

    3 ore fa, Massimo Vignoli ha scritto:

    Coming soon, oltre ad un po' di immagini, anche il test di due oggetti che ho ordinato e sono in spedizione:
    - Uno zaino specificamente progettato e costruito per viaggiare - anche in aereo - e muoversi sul campo con i lunghi tele, anche in ambienti "ruspanti" (capace cioè di contenere il 600/4 montato sulla Z9, il 100-400/4.5-5.6 montato sulla Z6II, un altro paio di lenti e gli accessori necessari). Il produttore è una piccola realtà europea.
    - Un accessorio per il trasporto sul campo, in assetto di scatto, a mani libere e con sufficiente confort per essere utilizzato per ore, con o senza zaino. È il caso, ad esempio, della fotografia wildlife itinerante e non da appostamento fisso, ad esempio in montagna ma non solo.

    Il motivo è che per ottenere il meglio dai nuovi strumenti occorre ragionare a mente aperta e rivedere le proprie modalità operative. Io lo sto facendo, in realtà ho iniziato ormai anni fa con la prima Z6 :)
    I
    mmaginando un certo "flusso migratorio" di fotografi dai vecchi tele ai nuovi - 400/2.8 e 600/4 - voglio provare a raccontare delle cose di contorno che possono o devono cambiare per ottenere il meglio dalla transizione (es. lo zaino, se come me ne hanno uno ottimizzato per il 500/4). 

    Per il trasporto sul campo "ready to use" io uso solitamernte due cose fino al 500/4:

    1) tracolla blackrapid quando non devo fare movimenti molto impegnativi;

    2) se devo fare tratti più impegnativi ma mi aspetto di poter fare una foto e non voglio avere il tele nello zaino uso due fettuccie da arrampicata "loop" (di lunghezza adeguata per me dopo prove) attaccatte a due moschettoni che a loro volta sono collegate agli spallacci dello zaino da montagna il tutto naturalmente mi rimane sul davanti/petto bilanciando talvolta il  peso dello zaino, per sicurezza ho sempre uno sgancio rapido con altra cinghia su piede dell'ottica. Ho visto che c'è una ditta estera che fa qualcosa di simile come concetto una soluzione sicuramente meno artigianale rispetto alla mia molto easy.

    Link to comment
    Share on other sites

    • Redazione
    1 ora fa, Francesco_p ha scritto:

    Per il trasporto sul campo "ready to use" io uso solitamernte due cose fino al 500/4:

    1) tracolla blackrapid quando non devo fare movimenti molto impegnativi;

    2) se devo fare tratti più impegnativi ma mi aspetto di poter fare una foto e non voglio avere il tele nello zaino uso due fettuccie da arrampicata "loop" (di lunghezza adeguata per me dopo prove) attaccatte a due moschettoni che a loro volta sono collegate agli spallacci dello zaino da montagna il tutto naturalmente mi rimane sul davanti/petto bilanciando talvolta il  peso dello zaino, per sicurezza ho sempre uno sgancio rapido con altra cinghia su piede dell'ottica. Ho visto che c'è una ditta estera che fa qualcosa di simile come concetto una soluzione sicuramente meno artigianale rispetto alla mia molto easy.

    Fino al 500/4, io più o meno la stessa cosa: tracolla Peak design o una variante di quello che hai scritto tu.... ma un po' meglio costruito, che si aggancia agli spallacci dello zaino e te lo tiene sul petto. Nel quale posso anche mettere il 100-400.
    Il problema è che il 600/4 ha una lente frontale, quindi un diametro paraluce, più impegnativo. Ho trovato quindi la soluzione per tenerlo comunque sul petto, ed è usabile sia se hai lo zaino che se non lo hai. E si, è prodotta da una ditta estera... probabile sia la stessa. Articolo quando la ricevo :dentone:

    • Thanks 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander
    6 ore fa, Massimo Vignoli ha scritto:

    Coming soon, oltre ad un po' di immagini, anche il test di due oggetti che ho ordinato e sono in spedizione:
    - Uno zaino specificamente progettato e costruito per viaggiare - anche in aereo - e muoversi sul campo con i lunghi tele, anche in ambienti "ruspanti" (capace cioè di contenere il 600/4 montato sulla Z9, il 100-400/4.5-5.6 montato sulla Z6II, un altro paio di lenti e gli accessori necessari). Il produttore è una piccola realtà europea.
    - Un accessorio per il trasporto sul campo, in assetto di scatto, a mani libere e con sufficiente confort per essere utilizzato per ore, con o senza zaino. È il caso, ad esempio, della fotografia wildlife itinerante e non da appostamento fisso, ad esempio in montagna ma non solo.

    Il motivo è che per ottenere il meglio dai nuovi strumenti occorre ragionare a mente aperta e rivedere le proprie modalità operative. Io lo sto facendo, in realtà ho iniziato ormai anni fa con la prima Z6 :)
    I
    mmaginando un certo "flusso migratorio" di fotografi dai vecchi tele ai nuovi - 400/2.8 e 600/4 - voglio provare a raccontare delle cose di contorno che possono o devono cambiare per ottenere il meglio dalla transizione (es. lo zaino, se come me ne hanno uno ottimizzato per il 500/4). 

    Massimo, lo zaino mi incuriosisce, pertanto appena hai un feed back pf facci sapere 

    Mi chiedevo se avverti peso alle braccia, ma ho capito che ti stai allenando 💪

    Link to comment
    Share on other sites




    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Add a comment...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...