Jump to content

Lasciate un commento

Commenti e feedback sono fondamentali per indirizzare la redazione nella stesura degli articoli.
Lasciare un commento significa lasciare un segno del vostro passaggio, è un gesto nei confronti dell'autore, un segnale utile per gli articoli successivi.
Noi decidiamo le linee editoriali di Nikonland anche in base ai vostri commenti e feedback.
Non fate mancare il vostro apporto !

M&M M&M
  • M&M
    M&M

    Rumors : Nikon Z8 - Nikon Z9

    Attenzione : i rumors più aggiornati sulla Nikon Z9 li trovate nei commenti.
    Scorrete le pagine per leggerli.

     

    Abbiamo conferme attendibili secondo cui in ottobre verranno presentate le versioni aggiornate di Z6 e Z7 che dovrebbero avere caratteristiche interessanti ma mantenere la stessa logica di compattezza e costruite sopra agli attuali sensori.
    Novità abbastanza importanti la presenza di un processore più potente (si dice un doppio processore ma potrebbe essere solo una indicazione di marketing : basta che sia 2 o 3 volte più veloce e non ci interessa se il chip è unico o doppio), due schede di memoria (quasi certamente una CFe e una SD), un battery-grip da adulti anzichè quello da bambini di Z5/Z6/Z7.

    Ma Nikon è al lavoro per ampliare la gamma.

    Ci potrebbe essere più presto si quanto non si pensi una nuova ammiraglia su cui pare certo sarà impiegato il sensore da 61 megapixel che Sony usa sulla A7R IV del 2019.

    C'è chi giura che potrebbe fare 14 scatti al secondo con otturatore meccanico.

    Il resto è fumo.

    Potrebbe essere la Z9. Potrebbe essere la Z8. Le macchine potrebbero essere due (una con quel sensore, più lenta, una con un altro sensore, più veloce), oppure potrebbe essere una sola e fare concorrenza alla Canon EOS R5 che unisce alta risoluzione a velocità di scatto (fino a 20 scatti al secondo in otturatore silenzioso).

    Ne sapremo di più nei mesi a venire ma la data di presentazione potrebbe essere stata anticipata alla prossima primavera/estate, in concomitanza dei giochi di Tokyo del 2020 che sono slittati al 2021 per effetto Covid.

    Di certo con l'arrivo di superzoom e teleconverter (arriveranno in contemporanea sia il 100-400/4.5-5.6 che il 200-600mm, entrambi duplicabili), Z6 e Z7 non basteranno più.
    E forse non basteranno nemmeno Z6s e Z7s.

    Io sarei realmente sorpreso se questa ... ammiraglia arrivasse così presto. Avrei giurato non prima di inizio 2022.

    Ma forse per il 2022 ci sarà il refresh, questa volta mirrorless, della Nikon D6 che temo, stenterà a vendere anche i pochi esemplari che sono messi in circolazione.

    Nel 2022 dovrà anche essere aggiornata la roadmap degli obiettivi Nikkor Z.

    Insomma, ci aspetta un anno e mezzo di frizzanti novità.

    Che ne pensate ?

    pyMvpSHApgmJLs5XKXwTSU-970-80.jpg
    credit DIgitalCameraWorld

    • Like 2


    User Feedback

    Recommended Comments



    Io la vedrei cosi:

    - fondello batterie meno alto, come la foto del modello in 3D di pag.3;

    - sul retro lato sx( a cascata  come D850): vari pulsanti a singola funzione la cui modulazione verrebbe cambiata dal rotellone di dx o altro comando nuovo di zecca. Ad es. auto iso e variare le sue modalita' col rotellone dx/ U1,U2,U3 idem come sopra/ modo M, S,A  sempre a sx tramite pulsante, zoom;

    -sul cielo: eliminazione della torretta  dei vari modi, brak..etcc  .Il tutto demandato a singoli pulsanti di cui alla precedente alinea;

    - restanti comandi( canc, avanti,indietro, velocita' scatto cosi' come sono. Eliminare il pallino rosso rec demandando al pulsante di scatto o OK, eliminare il puls. iso sostituendolo con auto iso come gia' detto.

    Edited by riccardo55

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Una provocazione :  ma Nikon non ha mai pensato ad un corpo macchina modulare ove si possa, secondo le proprie tasche, scegliere il mirino staccabile a tot.3/5/7/9 /..mpx  di risoluzione, un dorso digitale  ove allocare e cambiare col tempo il sensore e/o la scheda madre, con o senza Big da agganciare lasciando il corpo tal quale se ottimo? Utopia? Sarebbe si una svolta.

    Edited by riccardo55

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    48 minuti fa, riccardo55 ha scritto:

    Una provocazione :  ma Nikon non ha mai pensato ad un corpo macchina modulare ove si possa, secondo le proprie tasche, scegliere il mirino staccabile a tot.3/5/7/9 /..mpx  di risoluzione, un dorso digitale  ove allocare e cambiare col tempo il sensore e/o la scheda madre, con o senza Big da agganciare lasciando il corpo tal quale se ottimo? Utopia? Sarebbe si una svolta.

    si Riccardo: ci aveva pensato nel 1996

    Poi ha cambiato opinione.

     

    • Thanks 1
    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Industrialmente sarebbe possibile ma a patto di rivoluzionare del tutto i processi di Nikon ed equipararli a quelli di Apple, aggirando integralmente la rete di vendita che tanto invece pare cara ai qui presenti.

    In pratica, con l'automazione integrale del processo di produzione (niente operai, solo robot, fabbriche in Vietnam, Cambogia, Laos, dove non esistono i sindacati) si potrebbe fare tutto on-demand.

    Il cliente va sul Nikonstore locale, si confeziona il suo iMac/MacBook/MacPro .... pardon, la sua Nikon scegliendo tra una serie di componenti intercambiabili a partire da un certo numero di scocche standard.

    Quindi :

    - corpo
    - sensore
    - mirino
    - batteria
    - display posteriore
    - etc.

    e la macchina viene automaticamente prodotta in 7-10 giorni se non c'è coda di ordini perchè in quel caso si arriva anche a 120 giorni (come per Volkswagen che di fatto fa già quasi così), spedita direttamente all'acquirente che ha già anticipato l'intera somma.
    Aggiungendo il finanziamento e l'assicurazione, si ha il pacchetto completo.

    Ci arriveremo abbastanza presto.

    Ah, ovviamente, per avere questo processo a disposizione, il prezzo parte da €1000, per la scatola vuota. E da li si cresce.
    Mentre a scaffale ... niente. Magazzini totalmente vuoti, tranne qualche esemplare standard negli showroom non destinati alla vendita diretta.

    A quel punto, ogni componente sarebbe intercambiabile anche after-market a differenza delle macchine Apple.

    Ma "i ricambi" al prezzo di quelli delle automobili. Cioè un paraurti completo che costa come un viaggio a Mauritius.

    Io non sono certo che mi piacerebbe ... anzi, so già che un mondo così non mi piacerà.

    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites


×
×
  • Create New...