Jump to content
  • M&M
    M&M

    Nuovo Nikkor Z 400mm f/2.8 TC VR S : vietato a chi ha il pacemaker

    Perché ha un nuovo motore immerso in un elettromagnete ... E usa campi magnetici anziché ingranaggi.

    FJb4IoqXwAAEncz.thumb.jpeg.4dbeddd83ccf2af3eb1543ba8228feb9.jpeg

     

    Consegna dopo fine febbraio 2022 a $ 13.995

    2950 grammi, circa 5000 euro al chilo ...

    156mm x 380mm

    Note :

    La dispersione della luce è nemica della nitidezza. Il NIKKOR Z 400 mm f/2.8 TC VR S lo contrasta con sei elementi speciali dell'obiettivo: due elementi in vetro ED (Extra-low Dispersion) e uno Super ED, due elementi leggeri in fluorite (FL) e un elemento rifrattivo a lunghezza d'onda corta (SR) . Le frange di colore, il coma e l'aberrazione cromatica sono quasi eliminate.

    nuovo motore a bobina mobile Silky Swift (VCM) di Nikon utilizza magneti anziché ingranaggi per spostare i gruppi di messa a fuoco dell'obiettivo. Questo design offre contemporaneamente una maggiore velocità iniziale, una maggiore precisione e il funzionamento più fluido e silenzioso di qualsiasi sistema di trasmissione AF Nikon. Inoltre, le vibrazioni all'interno del meccanismo sono state ridotte con un'innovativa barra di guida e uno spazio minimo tra le parti mobili, consentendo la massima velocità durante l'autofocus.

     

    400_2-8_TC_angle3.png

    400_2-8_TC_teleconswitch.png

    Z9_400_2-8_TC_front34l.png

    ****

    Pagina di presentazione di Nikon.it

    ****

     

    THE NIKKOR Z 400mm f/2.8 TC VR S: un nuovo picco di prestazioni per gli appassionati di sport, azione e fauna selvatica

    L'ultimo super teleobiettivo S-Line di Nikon copre le distanze con una qualità dell'immagine mozzafiato e un moltiplicatore di focale 1,4x integrato

    MELVILLE, NY (18 gennaio 2022) – Oggi Nikon ha annunciato il NIKKOR Z 400 mm f/2.8 TC VR S, un super teleobiettivo a focale fissa ad alte prestazioni per il sistema Nikon Z. Questo veloce obiettivo S-Line arriva giusto in tempo per completare il potenziale inarrestabile della Nikon Z 9 e apre possibilità creative per i professionisti che fotografano sport e fauna selvatica dove non c'è spazio per compromessi su portata estrema e incredibile nitidezza.

    “Gli ingegneri di Nikon continuano a portare nuovi ed entusiasmanti progressi ai creatori di immagini e ai professionisti che lavorano. Subito dopo la straordinaria risposta alla Z 9, l'obiettivo NIKKOR Z 400 mm f/2.8 TC VR S è dotato delle ultime tecnologie derivanti dalla nostra esperienza nell'ingegneria ottica", ha affermato Jay Vannatter, Executive Vice President, Nikon Inc. "I clienti per questo l'obiettivo spesso si trova in situazioni in cui non c'è una seconda possibilità per fare uno scatto; questo obiettivo sfrutta appieno le nuove tecnologie rese possibili dall'innesto Z e offre ai fotografi professionisti un vantaggio per catturare il momento decisivo con una qualità dell'immagine straordinaria, con qualsiasi tipo di luce".

    Il NIKKOR Z 400 mm f/2.8 TC VR S ha capacità di rendering senza precedenti, combinate con una miriade di nuove tecnologie ottiche che migliorano la qualità dell'immagine e le prestazioni. Questo obiettivo è dotato di un'apertura f/2.8 costante che offre capacità stellari in condizioni di scarsa illuminazione, nonché un bellissimo bokeh e l'isolamento del soggetto dallo sfondo. Per una portata estesa, questo è il primo obiettivo NIKKOR Z a utilizzare un moltiplicatore di focale 1,4x integrato per aumentare istantaneamente la lunghezza focale a 560 mm. Questa funzione consente ai fotografi di adattarsi senza problemi mentre un atleta si muove verso il basso o di catturare scatti ambientali e ravvicinati della natura senza cambiare obiettivi o posizione.

    Il NIKKOR Z 400mm f/2.8 TC VR S è l'obiettivo più leggero del suo tipo, progettato con un bilanciamento superbo, controlli intuitivi e protezione dagli agenti atmosferici adatti per l'uso professionale. Questo obiettivo è anche il primo a utilizzare le tecnologie ottiche di recente sviluppo di Nikon, come il Silky Swift Voice Coil Motor 1 (SSVCM), che consente un AF ad alta velocità e precisione con un funzionamento quasi silenzioso. Questo nuovo obiettivo S-Line presenta anche il nuovo rivestimento Meso Amorphous di Nikon, che offre le più elevate capacità antiriflesso nella storia di NIKKOR.

    Caratteristiche principali del NIKKOR Z 400mm f/2.8 TC VR S:

    • Un moltiplicatore di focale 1,4x integrato consente un passaggio rapido e senza interruzioni da una lunghezza focale di 400 mm a una 560 mm, utilizzando un interruttore posizionato convenientemente vicino alla mano destra dell'operatore della telecamera. L'aumento della lunghezza focale può essere effettuato senza modificare la postura per evitare di disturbare la fauna selvatica, riducendo al minimo l'intrusione di polvere spesso associata all'assemblaggio del moltiplicatore di focale convenzionale. Per una portata ancora maggiore, l'obiettivo accetta anche i TELECONVERTITORI Z TC-1.4x e TC-2x per una portata massima rispettivamente di 784 mm e 1120 mm.
    • L'obiettivo più leggero del suo tipo con un moltiplicatore di focale incorporato , con un peso di circa 6,5 libbre (2950 g), che è quasi due libbre più leggero (circa il 20% in meno) rispetto al NIKKOR AF-S 400 mm f/2,8FL ED VR. L'uso di elementi in Fluorite contribuisce anche al suo peso ridotto.
    • Il rivestimento Meso Amorphous di nuova concezione offre le migliori prestazioni antiriflesso nella storia degli obiettivi NIKKOR. Indipendentemente dalle direzioni della luce incidente, questo nuovo rivestimento avanzato offre un effetto antiriflesso superiore a quello di Nano Crystal Coat, sopprimendo notevolmente le immagini fantasma e i bagliori causati dalla luce incidente da varie direzioni.
    • Il nuovo SSVCM consente un controllo AF rapido, estremamente preciso e silenzioso ed è ottimizzato per spostare elementi di grandi dimensioni con la massima precisione. L'SSVCM funziona in combinazione con un nuovo meccanismo di guida che consente agli elementi di muoversi agevolmente, aumentando ulteriormente la precisione.
    • La costruzione dell'obiettivo è composta da 25 elementi in 19 gruppi; due elementi in vetro ED, un elemento in vetro super-ED, due lenti leggere alla fluorite e un elemento lente SR sono incorporati nella formula ottica, contribuendo a compensare efficacemente le aberrazioni, inclusa l'aberrazione cromatica.
    • La riduzione delle vibrazioni (VR) incorporata fornisce fino a 5,5 stop di compensazione 2 , anche quando è in uso il moltiplicatore di focale integrato. Synchro VR è disponibile se abbinato alla Nikon Z 9.
    • Progettato con un robusto corpo in lega di magnesio e una robusta tenuta agli agenti atmosferici su varie parti, comprese le parti mobili del barilotto dell'obiettivo e una guarnizione in gomma attorno all'innesto dell'obiettivo, garantendo prestazioni superiori a polvere e gocciolamento 3 . Inoltre, sulla superficie dell'elemento frontale viene applicato uno strato di fluoro con prestazioni antivegetative, che respinge le gocce d'acqua e la polvere.
    • Offre più pulsanti funzione personalizzabili , tra cui una ghiera di controllo e una nuova ghiera Fn che può richiamare rapidamente una posizione di messa a fuoco con la funzione di richiamo della memoria.

    Prezzo e disponibilità

    L'obiettivo NIKKOR Z 400 mm f/2,8 TC VR S sarà disponibile a fine febbraio 2022 a un prezzo di vendita consigliato (SRP) di $ 13.999,95 * .

    Il firmware per le telecamere deve essere aggiornato alle ultime versioni disponibili prima dell'uso.

    1. Un nuovo attuatore del sistema di trasmissione AF che combina un motore a bobina mobile (VCM) e un meccanismo di guida sviluppato da Nikon. Il motore della bobina mobile è un motore in cui una bobina si scambia in un forte campo magnetico creato da un forte magnete.

      Avvertenza: non utilizzare questo prodotto se si dispone di un pacemaker o si utilizzano altri dispositivi medici. I magneti in questo prodotto potrebbero causare il malfunzionamento dei dispositivi medici.
    1. Basato sullo standard CIPA. Questo valore si ottiene quando è collegata a una fotocamera con sensore full frame (formato Nikon FX), con la funzione VR della fotocamera impostata su “NORMALE”.
    2. La completa resistenza alla polvere e al gocciolamento non è garantita in tutte le situazioni o in tutte le condizioni.

    *SRP (Suggested Retail Price) indicato solo come suggerimento. I prezzi effettivi sono stabiliti dai rivenditori e sono soggetti a modifiche in qualsiasi momento.

    Nikon-NIKKOR-Z-400mm-f2.8-TC-VR-S-lens-1.jpg

    Nikon-NIKKOR-Z-400mm-f2.8-TC-VR-S-lens-2.jpg

    Nikon-NIKKOR-Z-400mm-f2.8-TC-VR-S-lens-3.jpg

    Nikon-NIKKOR-Z-400mm-f2.8-TC-VR-S-lens-4.jpg

    Nikon-NIKKOR-Z-400mm-f2.8-TC-VR-S-lens-5.jpg

    Nikon-NIKKOR-Z-400mm-f2.8-TC-VR-S-lens-6.jpg

    Nikon-NIKKOR-Z-400mm-f2.8-TC-VR-S-lens-7.jpg

    Nikon-NIKKOR-Z-400mm-f2.8-TC-VR-S-lens-8.jpg

    Nikon-NIKKOR-Z-400mm-f2.8-TC-VR-S-lens-9.jpg

    Nikon-NIKKOR-Z-400mm-f2.8-TC-VR-S-lens-10.jpg

    Nikon-NIKKOR-Z-400mm-f2.8-TC-VR-S-lens-11.jpg

    Nikon-NIKKOR-Z-400mm-f2.8-TC-VR-S-lens-12.jpg

    User Feedback

    Recommended Comments



    • Administrator
    2 ore fa, Tanker ha scritto:

    gran bell'ottica! interessante la tecnologia introdotta da Nikon per la movimentazione delle lenti.

    Che a quanto scrivono è giusto una evoluzione di quella usata negli obiettivi per le Nikon 1 (70-300, per esempio).

    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano

    Bel mostro, da solo potrebbe sostituire 400 e 600 fissi con forte risparmio di peso e volumi, oltre che di spesa totale?

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    Adesso, Sakurambo ha scritto:

    Bel mostro, da solo potrebbe sostituire 400 e 600 fissi con forte risparmio di peso e volumi, oltre che di spesa totale?

    Credo che chi ha bisogno di 600mm, gradirà il bis : 600/4 con TC per poter fare a meno dell'800mm quando gli serve.
    Il 400/2.8 resta principalmente un obiettivo da stadio.
    Ma sicuramente il teleconverter integrato, oltre a far risparmiare peso. garantirà sempre le migliori prestazioni rispetto alla soluzione separata.

    E' una prima mondiale assoluta. Credo attirerà ulteriori ordini sulla Z9 :)

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    nikkor_z_400mm_f2_8_tc_vr_s_masthead__Get_Original_.thumb.jpg.1730b86f6cf31926996b7e5620e380e0.jpg

    ma :

    Per una portata ancora maggiore, l'obiettivo accetta anche i TELECONVERTITORI Z TC-1.4x e TC-2x per una portata massima rispettivamente di 784 mm e 1120 mm.

    • Like 1
    • Haha 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    48 minuti fa, M&M ha scritto:

    nikkor_z_400mm_f2_8_tc_vr_s_masthead__Get_Original_.thumb.jpg.1730b86f6cf31926996b7e5620e380e0.jpg

    ma :

    Per una portata ancora maggiore, l'obiettivo accetta anche i TELECONVERTITORI Z TC-1.4x e TC-2x per una portata massima rispettivamente di 784 mm e 1120 mm.

    E figuriamoci poi con la Z9 in dx...

    O con la futura dx 900

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano

    Bella bestia.
    E io che pensavo che il "vietato a chi porta il pacemaker" fosse una battuta sulle prestazioni dell'obiettivo... 

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    27 minuti fa, Gabriele Castelli ha scritto:

    Bella bestia.
    E io che pensavo che il "vietato a chi porta il pacemaker" fosse una battuta sulle prestazioni dell'obiettivo... 

    no, praticamente impossibile da portare attraverso i controlli di sicurezza aeroportuali

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano
    37 minuti fa, Gabriele Castelli ha scritto:

    Bella bestia.
    E io che pensavo che il "vietato a chi porta il pacemaker" fosse una battuta sulle prestazioni dell'obiettivo... 

    Bella bestia davvero ; scusate la divagazione ma seguo il concetto del titolo, stavolta pertinente non alla "classe" della lente ma alla sua pericolosita' : e se il pace maker ce l'ha il fotografo a fianco ? o il vicino di posto ? o un parente con cui fai un'uscita spensierata ?

    Ovvio che non sia una lente "da famiglia" ma , da sempre, una parte dei clienti proviene dal mondo normale e si avvicina a lenti spaziali solo perche' sono tali e ne puo' pagare il prezzo per sfoggiarli nei vari profili e social come la spider al bar.

    In sintesi...qualche moglie o marito potrebbe trovare il modi per disfarsi di qualche parente piu' o meno prossimo o del vicino.

    Mi sembra strano, tutto li'.

    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano

    Credo che la possibilità di danneggiamento effettivo sia remota, ma un disclaimer non si nega mai per pararsi il didietro da cause milionarie.

    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander

     

    3 ore fa, M&M ha scritto:

    Per una portata ancora maggiore, l'obiettivo accetta anche i TELECONVERTITORI Z TC-1.4x e TC-2x per una portata massima rispettivamente di 784 mm e 1120 mm.

    Secondo me questa cosa è spettacolare e potrebbe cambiare le regole... Perché un 560 f4 non è un 600, ma quasi e hai la possibilità di avere un 2.8 su soggetti più vicini... Parliamone! Qual'è lo svantaggio rispetto al 600? E chi preferisce il 500 al 600 cosa ne pensa?

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander

    Si e no, su soggetti grandi non è così vero... Anche se in Italia è un 99% di verità!

    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano

    Io vedo queste foto e penso più alla speranza di avere nuovamente la possibilità di tornare in Africa che alla lente da portare.

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    2 ore fa, M&M ha scritto:

    400mm fuori dallo sport é sempre corto.

    Se per sport intendete entro un campo da calcio.

    Ce ne sono molti altri che superano quel limite e richiedono focali superiori.

    O un elicottero...

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    Una delle caratteristiche di questo 400/2,8 è quella di essere dotato di una staffa per tripode delle più corte mai viste su queste focali.

    Evidentemente il peso limitato ed il bilanciamento ideale ne faranno un attrezzo dalla portabilità incredibile

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    10 minuti fa, Max Aquila ha scritto:

    Se per sport intendete entro un campo da calcio.

    Si, certo il 400/2.8 per focale e luminosità é l'obiettivo da stadio per elezione, specie in notturna.
    Fuori dallo stadio, sinceramente, è sprecato.
    Credo peraltro che chi lo ha usato adesso in Africa, con il sole, lo abbia fatto in attesa del 600mm.
    Anche se oramai nei grandi parchi i grandi animali sembrano quelli da cortile e si lasciano facilmente avvicinare.
    Io però non so quanto sia diffuso il 400/2.8 in ambito fotonaturalistico (per le foto all'imbrunire in Lapponia ?).

    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander

    Mi ero chiesto nei giorni scorsi se supportasse anche i TC esteri e immaginavo di sì.

    Se serve luce, da solo, si ha a disposizione 400/2.8 o 560/4, altrimenti con il TC 1.4 montato si può scegliere tra 560/4 o 784/5.6 attivando il TC interno e senza stare a montare7smontare il TC esterno. Praticamente uno e trino; anche se storicamente è una lente più per lo sport, questa versatilità lo renderà secondo me molto più popolare, per chi se lo potrà permettere, anche nei foto naturalisti rispetto al precedente F, soprattutto a chi lavora spesso in poca luce disponibile.

    Aspettiamo ovviamente il campo, ma è fantastico poi che ci sia tutta questa nuova tecnologia dentro, che immagino, in un futuro più o meno prossimo, disponibile anche in tele/super-tele più abbordabili.

    • Haha 2
    Link to comment
    Share on other sites

    • Redazione
    5 ore fa, M&M ha scritto:

    Io però non so quanto sia diffuso il 400/2.8 in ambito fotonaturalistico (per le foto all'imbrunire in Lapponia ?).

    Lo usavano, prima del 180-400, in Nord America per i grandi mammiferi. O in artico/antartico. Il 180-400, unito alle capacità agli alti ISO della D5/D6 lo ha sostituito sostanzialmente in tutti quegli usi.
    Da noi la penso come te, anche perché una lente così la compri se sei sicuro di usarla prevalentemente liscia. Partire pensando di moltiplicarla sistematicamente è una scelta di transito, in attesa che esca il 600, o….. una scelta stupida.
    Detto questo se ce ne daranno occasione la proverei volentieri perché il suo TC interno potrebbe darci delle sorprese, visto il rendimento del TC interno del 180-400. A dire che potrebbero aver fatto il miracolo (non credo, ma Nikon con le lenti Z mi ha stupito più di una volta).

    Link to comment
    Share on other sites



×
×
  • Create New...