Vai al contenuto
  • Mauro Maratta
    Mauro Maratta

    Rumors : le mirrorless Nikon del 2018

    Attenzione, in questo editoriale si parla esclusivamente di rumors. Quando il fatto è una notizia, è ben specificato.

    Tutte le immagini di mirrorless Nikon in questo articolo sono semplicemente false, impressioni artistiche generate con Photoshop o con programmi di rendering 3D.

    Fuji-X-T1_Nikon-Fm3A.jpg.6118005aeec86e8cb8cb435aa9bdd281.jpg
    Il sogno di molti : Una mirrorless Nikon che ripeta lo schema della vecchia Nikon FM3a, oggi materializzato dalle mirrorless Fujifilm che con il loro sistema APS-C hanno attirato molti (ma non moltissimi) consensi trai nikonisti

    Nel consueto articolo annuale in cui cerchiamo di anticipare le novità Nikon per i prossimi mesi (potete leggerlo qui) abbiamo dovuto ammettere che mai come nel 2018 siamo incerti su cosa farà Nikon tanto da non riuscire ad articolare previsioni da considerare attendibili.

    Se fino a qualche mese fa potevamo dare per certa l'uscita di svariate nuove reflex (D5s, D500s, D760, D3600) in questo momento è molto più facile invece dire che nel 2018 non vedremo nessuna nuova reflex o, forse, ci sarà, tra annunci più importanti, la sola D3600, ultima reflex entry-level destinata ad essere - in digitale - ciò che è stata per anni la Nikon FM10, ultima consumer a pellicola.

    Switching-to-Fujifilm-720x531.jpg.d97ef469d80fdb82f06e7e29d41bc033.jpg
    sto passando a Fuji

    699576.jpg.0f61352c5338d2edc47eec921a1bb2de.jpg
    ma la vorrei full-frame, non sarà meglio Sony ? O una Nikon fatta come una Sony A7 ?

     

    nikon1-800x420.jpg
    l'ultima mirrorless Nikon, la Nikon 1 J5

     

    post-1-0-51417200-1456471283.jpg.12b7c7f2d12e689be236b57f5b795f44.jpg 
    il top management Nikon alla presentazione delle (abortite) Nikon DL al CP+ di Yokohama del 2016

    Nikon-mirrorless-camera-concept2.jpg
    retro ?

    Nikon-mirrorless-camera-concept4.jpg
    tipo telemetro ?

    mi spingo anche a dire che la Nikon D6, prossima ammiraglia cui la D5 è presumibile che passerà il testimone nel 2020 secondo il normale ciclo quadriennale, non sarà come una D5 ma sarà come fu la F6 per la F5 o per la D2x : una macchina fatta per accontentare i nostalgici della reflex ma destinata a non avere ulteriori sviluppi successivi.

    Non che la mirrorless abbia già surclassato la reflex o che il concetto stesso di mirrorless dia automaticamente la certezza di successo. Gli ultimi dati complessivi parlano di nuovo calo di tutto il mercato.
    E il concetto di fotocamera attuale che, in raffronto alla fotocamera che c'è in ogni smartphone (e che generazione dopo generazione migliora sempre più, restando sempre più connessa con il resto del mondo, a differenza di ogni fotocamera di ogni produttore) è cedente, debole e demodé.

    Ma le mirrorless consentono almeno evoluzioni sconosciute alle reflex digitali, permettono di risolvere annosi problemi (in primis la concentrazione dei punti di AF al centro e la necessità di tarare l'autofocus per ogni obiettivo), sono molto meno costose da produrre e molto più flessibili da progettare.

    Ecco perchè, finita la fase di grande clamore dovuto al successo della D850 (che resterà probabilmente l'ultima grande reflex digitale Nikon) sta arrivando il momento delle mirrorless anche da Nikon. O meglio, delle mirrorless in grande formato, perchè nelle mirrorless Nikon è stata pioniera (ad esempio nell'autofocus a differenza di fase, cui Sony si è adeguata acquistando i brevetti da Aptina che li sviluppo insieme a Nikon per le Nikon 1).

    Le decisioni sono state prese durante l'anno scorso, dopo che tante soluzioni differenti sono state approfonditamente valutate.

    Quello che sembra più ragionevole tra rumors contrastanti e in alcuni casi sovrapposti è questo schema che prevede lanci multipli di più modelli :

    - una mirrorless in formato DX di taglio consumer, con mirino elettronico, intermedia tra D3400 e D5600, con un nuovo attacco per mirrorless
    - uno zoom consumer tipo 18-55
    - una mirrorless in formato FX di taglio intermedio, con mirino elettrnico, che possa idealmente affiancare e poi sostituire la Nikon D750 con un attacco nuovo da mirrorless, comune alla macchina DX
    - uno o più obiettivi FX, tipo 24/1.8, 35/1.2, 50/1.2, 24-70/2.8-4
    - un adattatore nuovo attacco>>vecchio attacco FX con piena funzionalità per gli obiettivi Nikon F (almeno quelli AF-S, non so se anche per quelli G, io dubito per quelli non motorizzati)
    - sensori digitali sono nuovi, progettati per queste mirrorless da Nikon stessa, con tagli a partire da 24 megapixel, probabilmente almeno 32.

    il lancio potrebbe avvenire già al CP+ del 1-4 marzo 2018  ma comunque non oltre la Photokina autunnale.

    E' anche pensabile che entro fine anno esca anche una successiva mirrorless DX ancora più consumer, senza mirino integrato, sono oggetti che in Giappone si vendono molto bene (come dimostra Canon passata al secondo posto nelle vendite prima di Sony senza avere nemmeno un pezzo pregiato a listino).

    E' da escludere in questa prima fase una mirrorless FX che faccia concorrenza a D5 e D850, almeno per il 2018 e probabilmente fino al 2019-2020. Per quello si dovrà attendere la seconda generazione se la prima avrà il successo atteso da Nikon.
    Non che non sia tecnicamente già possibile, lo dimostra Sony che ha macchine della stessa classe di D5 e D850, ma al momento Nikon non intende deprimere le vendite del segmento alto delle sue reflex.

    Non sarebbe da escludere invece una road-map di ulteriori obiettivi, specie considerando che gli altri marchi possono vantare oramai corredi importanti (Olympus&Panasonic hanno 61 obiettivi originali in formato m4/3, Fujfilm ne ha 41, Sony oramai ne ha due dozzine) e che il solo adattatore non può fare la differenza per chi non ha un corredo di ottiche Nikon F.

    Non si hanno idee di prezzi o di effettiva disponibilità sul mercato.

    Ma sappiamo che sono imminenti anche i lanci di altri marchi (Fujifilm nella stessa finestra lancerà la sua DX professionale, la H-X1, Sony uscirà nei prossimi mesi con la versione III di A7 e A7S e anche Canon entro ottobre uscirà con la sua mirrorless pieno formato) e quindi sarà meglio presentarsi per primi, piuttosto che per ultimi.

    Le decisioni sono prese, i giochi sono ancora da fare ... noi stiamo alla finestra con la curiosità di chi vorrebbe finalmente vedere prodotti Nikon in grado di fare la differenza anche nel comparto mirrorless.

    Non che la Nikon 1 V3 e la Nikon 1 J5 non fossero ottime fotocamere, all'epoca lo erano. Ma il mancato rinnovo della linea è stato dovuto all'accelerazione che Sony e Fujifilm hanno dato nei formati più grandi, rendendo le Nikon 1 improvvisamente non competitive a quei prezzi di produzione.
    E' il momento di rispondere.

    E Nikon risponderà.

    Modificato da Mauro Maratta

    • Mi piace ! 1
    • Sono d'accordo 1


    Feedback utente




    Ricordo a chi se lo fosse perso, il nostro sondaggio (qui) che con 78 voti vede la prevalenza tra chi é interessato ad una mirrorless Nikon in formato Full-Frame, con una forma simile ad una reflex Nikon e con un adattatore per obiettivi da reflex.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    A vedere Panasonic ed Olympus che ancora investono nel già perlopiù completo m4/3, che i suoi vantaggi li ha, immettendo continuamente sul mercato corpi ed obiettivi sempre più validi a prezzi molto più abbordabili rispetto a soluzioni Full Frame;
    a vedere la Sony RX 100 V che con il massimo di AF, sensore ed un'ottica valida ha un listino di 1200€ mentre la più grande cugina RX 10 IV ne ha uno di 2000;
    a vedere che l'ultima Nikon 1 J5 costava 500€ ed era una macchinetta eccellente alla quale aggiungere mirino, buffer e batteria più capiente per renderla molto più appetibile ad un prezzo potenzialmente ben inferiore ai 1000€ solo corpo;

    insomma, insieme a mirrorless di formato sensore superiore Nikon potrebbe tornare ad essere la regina anche del settore sensore da 1 pollice e l'unica con obiettivi intercambiabili che possano ben oltrepassare i limiti e le performance di tutte le compatte e bridge con quel formato di sensore sul mercato, ad un costo assai inferiore rispetto alle migliori m4/3 con performance più che adeguate anche per appassionati non eccessivamente esigenti e per quelli con disponibilità economica ridotta.
    Va bene fare prodotti di fascia elevatissima ma pure costosi ed ingombranti, tuttavia a mio parere resta un errore cestinare definitivamente il progetto 1 che ad oggi certo non avrebbe bisogno di essere progettato da zero e dover lottare in misura forse maggiore per conquistare nuovi clienti (e la fiducia dei traditi Nikon 1) rispetto a tanti che ancora aspettano nuovi prodotti in questo ambito.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Si potrebbe ma dubito.

    Nikon ha dimostrato di non essere in grado di gestire più annunci paralleli di sistemi differenti.
    In più ha in fase di chiusura la fabbrica cinese dove è stato costruito il sistema Nikon 1 fin dall'esordio.
    Ed è di oggi la notizia che anche la Nikon 1 V3 è di fatto fuori produzione (cosa che riteniamo fosse già da tempo consolidata).

    Infine sarebbe un segnale negativo uscire con materiale Nikon 1 prima di lanciare un sistema mirrorless che controbatta i migliori sistemi dei concorrenti.
    E più tardi sarebbe semplicemente troppo tardi.

    Ritengo che fosse già troppo tardi all'annuncio della Nikon DL, giustamente ritardate e poi annullate per tutto il 2016.
    E adesso siamo nel 2018 e parliamo di programmi che possono prendere tutti i prossimi anni, di sistemi che consentano un recupero di fatturato in grande stile (cosa che, con tutto il rispetto, le Nikon 1 non hanno mai garantito).

    A mio parere, per la fine del 2018 ci saranno sistemi mirrorless full-frame di Sony-Leica-Canon-Nikon-Pentax cui aggiungiamo il sistema medio formato di Fujifilm.

    Chi resterà solo con sistemi piccoli occuperà solo delle nicchie. Come fa già Panasonic a prezzi che non mi pare siano molto competitivi. Con quello che vuole Panasonic per una G9, si compra una Nikon D500. E con i soldi di una GH5s, ci sta anche una Nikon D750. ;)

    Ho quindi più di un fondato timore che chi continua ad apprezzare il sistema Nikon 1 dovrà definitivamente abbandonare le speranze che esca qualche cosa di nuovo (e abbordabile) nel prossimo periodo.
    Peraltro, in giro per il mondo c'è tanta gente che appena sente parlare di Nikon 1 si segna la fronte, invoca la protezione della Madonna e prende collane di aglio e acquasantiere ...

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Credo che Nikon potrebbe benissimo gestire 3 linee di prodotti differenti ognuno caratterizzato da vantaggi e svantaggi; ovviamente la qualità Full Frame l'hai solo con il Full Frame, ma ne hai anche tutti gli svantaggi, l'APS-C ed in misura ancor maggiore i formati più piccoli non sono fatti per chi vuole il top in termini qualitativi ma neppure lo cerca se la controparte sono dimensioni, pesi e costi non certo ridotti. Oggi non so se solo con prodotti top proposti a cifre esorbitanti si riesce ad andare molto in guadagno, di soldi ne girano sempre meno e quando si spende molto spesso si cerca il risparmio senza considerare molto altro, oramai chi guadagna ancora anche 1600€ al mese (casi sempre più rari) ed ha da tirare avanti molto spesso non spende e o gli dai qualcosa di più economico ma che abbia virtù oppure non compra. Il neofita difficilmente compra una reflex ed infatti ben si vedono ancora sconti sulle invendute D5200 quando si è giunti alla D5600. Ok dunque il prodotto top ma credo anche che serva la base per sostenerlo.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Ma infatti credo che la mirrorless DX di Nikon andrà a posizionarsi a prezzi difficilmente superiori alla fascia 500-900 euro,  come le corrispondenti Canon EOS M e Sony A6000.

    Avendo una simile proposta a scaffale che ne sarebbe delle eventuali Nikon 1 J6 offerte a prezzi similari (o comunque senza mirino per farle costare meno) ?

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    1 ora fa, Diego Celi dice:

    Credo che Nikon potrebbe benissimo gestire 3 linee di prodotti differenti ognuno caratterizzato da vantaggi e svantaggi;

    ...

    tanto Nikon non è d'accordo con questo pensiero, da avere abortito alla nascita il progetto DL

     

    Nikon è già adesso con le reflex in difficoltà a gestire DX basic, DX prosumer, FX basic, FX pro che rappresentano ognuna per i rispettivi segmenti di vendita un esempio che trova analogia solo con Canon, forse.

    Al momento in cui la/le mirrorless che verranno presentate prendessero piede commercialmente, sarà un nuovo 1959 anche se all'opposto: stavolta la vendetta del mirrorless sulla reflex :marameo:

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Credo di averlo già detto in altre circostanze ma ripeto in sintesi la mia opinione in questa occasione.

    - Il passaggio a mirrorless delle fotocamere Nikon è obbligato e già tardivo
    - personalmente non sono particolarmente interessato a nessuna delle due soluzioni ma certamente attendo con interesse quella full-frame, almeno per capire quale sarà l'orientamento dei modelli futuri
    - delle mirrorless di fascia alta io apprezzo : autofocus distribuito su larga parte del frame, nessuna necessità di tarare l'autofocus degli obiettivi, possibilità operative non permesse dalla presenza di specchio e mirino ottico
    - gradisco poco invece il mirino elettronico (almeno in talune situazioni) e le dimensioni/pesi/capacità generalmente ridotte rispetto alle reflex
    - fa premio - per me - ovviamente, l'essere Nikon e non altro

    nel caso di cui dibattiamo - se confermato - elemento di ulteriore ostacolo per me sarebbe la totale funzionalità dell'adattatore per ottiche reflex in mio possesso (funzionalità da estendere anche a ottiche Sigma !!!!!), perchè non vedrei possibile il riacquisto di un intero corredo con il nuovo attacco.
    Elemento vincente potrebbe essere invece l'uscita di obiettivi mai visti e di caratteristiche inedite per il nuovo sistema, tipo medi teleobiettivi e normali super-ultraluminosi o comunque di specificità tali da rendere l'acquisto del corpo "obbligato" e vantaggioso.

    Mentre escludo di sostituire o alienare negli anni a venire le mie D5 e D850 e il relativo parco ottiche.

    Credo sia di tutta evidenza che l'intera partita non si gioca sui corpi ma sugli obiettivi che quei corpi sapranno utilizzare.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Anche per me il discorso verte sugli obiettivi, dopo aver speso quasi 3000€ per costruire il corredo 1 (al quale aggiungerei giusto un eventuale 9-30/45 luminoso) non ripartire certo da zero per un nuovo attacco che chissà quanto poi ci mette a raggiungere anche solo la completezza dei pregiati (per il formato) Nikkor 1 ed a che prezzo (un'idea l'avrei già oggi guardando Fujinon XF). Se faranno una mirrorless sulla falsariga di D3xxx e D5xxx con economici e non particolarmente validi obiettivi costruiti quasi integralmente in plastica (attacco incluso) certo io non sarò cliente, magari in tal caso seguiranno l'esempio Canon EOS M e sai che "bellezza".... in Nikon hanno trascurato il DX sul fronte obiettivi idonei al formato e di qualità per anni e secondo me non lo faranno domani, giusto il ristretto compitino come fatto da Canon o magari Fujifilm con la serie XC. Oramai è secondo me chiaro che i grandi produttori puntano perlopiù sul Full Frame, un APS-C sarebbe giusto un riempitivo e non l'alternativa che secondo me è necessaria. PS: non credo che la DL 18-50 sarebbe stata un insuccesso, dopotutto sarebbe stata una proposta unica sul mercato con il suo obiettivo estremamente appetibile, la bridge e la 24-85 si.

    Modificato da Diego Celi

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Tornando in argomento, sono stati diffusi i dati di vendite in Giappone per numero di pezzi di materiale fotografico.

    - reflex : Canon, Nikon, Pentax/Ricoh
    - mirrorless : Olympus, Canon, Sony
    - compatte : Canon, Nikon, Casio
    - obiettivi : Canon, Sigma, Tamron, Nikon

    i dati complessivi raccontano una situazione un pò differente ma il dato di vendite per numero di pezzi in Giappone con Tamron che supera, dpo Sigma, Nikon é qualche cosa che non avrei mai immaginato qualche anno fa.

    Le stime globali in termini di fatturato e non di numero di pezzi sono questi :

    Canon 48%, Nikon 24%, Sony 15%, Olympus 5% (Panasonic e Fujifilm non pervenuti. Marchi europei che pesano quanto i decimali di arrotondamento).

    In numero le reflex continuano a scendere mentre le mirrorless contengono con il loro aumento la perdita globale di mercato che vede ancroa le compatte scivolare.
    Siamo a 11 milioni di pezzi venduti contro i 130 milioni di 8 anni fa.

    Per il 2018 le previsioni sono le medesime, specie se come prevediamo Nikon per quest'anno non lancerà nuove reflex importanti sul piano delle vendite.

    Appare chiaro quindi dove e come Nikon debba reagire. E' corretto l'aver ceduto posizioni per numero di pezzi avendo scelto un mix di prodotti che favorisce il margine, rispetto al fatturato, ma ci sono dei limiti che non possono essere sforati.
    Questa - oltre all'aspetto tecnico - potrebbe essere la decisione che guida la scelta di adottare un nuovo attazzo "Z" per le mirrorless e quella di non aver rinnovato alcuni obiettivi importanti per reflex, lasciando di fatto il mercato a Sigma e a Tamron.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    11 milioni di reflex vendute nel 2017 contro 130 milioni venduti nel 2011 ? Immagino siano i numeri del mercato mondiale.

    Comunque significa che oggi si vende una reflex invece che 10, una riduzione del mercato a dir poco drastica. 

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    7 minuti fa, Sakurambo dice:

    11 milioni di reflex vendute nel 2017 contro 130 milioni venduti nel 2011 ? Immagino siano i numeri del mercato mondiale.

    Comunque significa che oggi si vende una reflex invece che 10, una riduzione del mercato a dir poco drastica. 

    Dati globali che comprendono tutte le fotocamere di ogni genere (specie le compatte).
    Le reflex sono scese a circa il 50% (da 15 a 7 milioni, 2012-->2017).
    Le mirrorless nello stesso periodo sono rimaste sostanzialmente costanti (oscillando anno su anno) ma sul 2016 l'incremento è di circa 1mln, con un globale di 3.8 milioni.

    Il dato di 11 mln riguarda le fotocamere ad obiettivi intercambiabili (cioé reflex + mirrorless con obiettivo separato).

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Mauro  hai anche dimenticato di dire che dovrebbe uscire una Fuji di grande formato da 100 Mpixel, che si aggiunge alla precedente a un prezzo anche inferiore.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    2 ore fa, bergat dice:

    Mauro  hai anche dimenticato di dire che dovrebbe uscire una Fuji di grande formato da 100 Mpixel, che si aggiunge alla precedente a un prezzo anche inferiore.

    Sinceramente, se anche ne uscissero 3 di 100mpx (e credo che saranno realmente almeno tre, una Fujifilm, una Phase One e una Hasselblad), dubito che si sposterebbero gli equilibri mondiali delle mirrorless :marameo:

    Fujifilm sta scontando 1300 euro cad. per tentare di vendere qualche GFX in Italia. Hasselblad regala un obiettivo da 3000 euro se ti compri una X1D. Ed è solo l'inizio, io credo ...

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    No certo non lo dicevo per questo, ma per dire che anche nel suo piccolo, il mercato del medio formato sta evolvendo e abbassando i prezzi.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Sinceramente il discorso del medio formato oggi non e' piu' quello di una volta.

    Sicuramente la qualita' del immagine  che produce un sensore di medio formato e' superiore di quella che produce un sensore full frame ma ormai la diferenza non e' poi cosi abissale come lo era all' epoca della pellicola.

    Consinderando poi che i sensori del full frame da 40 e oltre mpx si evolvono rapidamente, perche' semplicemente il mercato lo richiede, non vale la pena secondo  me, per un professionista adottare e investire  in una medio formato. Certo ci sono fotografi molto esigenti, come quelli per esempio che lavorano per Vogue, ma sono pochi e ben pagati.

    Con questo voglio semplicemente far notare che il medio formato di oggi e' il full frame perche' offre altissima qualita' che appena sei - sette anni fa neanche si immaginava di poter raggiungere. Offre praticità di operare, con volumi e pesi dell' attrezzatura minori,  e per di piu', e' piu' facile aggiornare il parco ottiche, anche se si tratta sempre di un investimento.

    Modificato da Jorgos

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Un commento ulteriore sull'ipotesi che Sigma offra ottiche per le future mirrorless Nikon.

    Il rumor di questi giorni viene dal sito mirrorlessrumors, un sito così poco attendibile che credo non valga la pena nemmeno di passarci una volta l'anno (è, ad esempio, il sito che diede per sicura l'acquisizione del ramo foto di Samsung da parte di Nikon qualche anno fa e che su mia diretta domanda sulla veridicità della notizia, mi venne fatto giuramento su una pila di Bibbio alta due metri ....).

    Là si dice addirittura che :

    - i rapporti tra Nikon e Sigma sono idilliaci
    - e che Nikon ha già passato i dati a Sigma per fare ottiche

    niente potrebbe essere meno realistico.

    Innanzitutto i rapporti tra Sigma e Nikon sostanzialmente non esistono. E certamente non potrebbero essere cordiali considerato che l'ultimo incontro ufficiale è stato in tribunale con Sigma condannata a pagare 15 milioni di dollari a Nikon quale risarcimento per aver infranto i brevetti di Nikon sullo stabilizzatore ottico !
    Poi non esiste che una società così riservata e che fa dei sistemi ottici - prima che delle fotocamere - il punto nodale del parco prodotti consegni ad altri la possibilità di proporre al mercato .... alternative agli obiettivi Nikon.

    Nikon non ha alcun bisogno di fare accordi di collaborazione (sostanzialmente sponsorizzazioni) come quella che Sony ha fatto con Zeiss al lancio dei suoi sistemi.
    Ha un blasone che non ha molto da invidiare a Zeiss, a differenza di Sony che sta cercando di dimostrare oggi quello che sa fare.
    Ed é perfettamente in grado - lo ha dimostrato nel 2011-2013 con le Nikon 1 - di lanciare un nuovo sistema completo di ottiche adeguate alle prime necessità dei suoi clienti.

    Detto questo invece, Sigma - che sta investendo nel riprogettare i suoi obiettivi per le mirrorless Sony - ha tutto l'interesse perchè il suo potenziale bacino di utenza sia il più largo possibile.
    E quindi vedrebbe come grandissima opportunità di entrare in competizione anche con Nikon e con Canon, oltre che con Sony.

    Insomma, nulla di differente da quanto vediamo già ora in campo reflex. A tutto vantaggio di noi fotografi, e senza bisogno di inventarsi scenari da film di realtà alternative :marameo:

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Nuovo brevetto per Nikon.... molto mirrorless way...

    Obiettivo con sensore touch di zoomata

    Nikon-lenses-with-sensors-1.jpg.94078f8fca70eb564f57f655f18accaf.jpg 

    Cita

    To allow a lens position when a hand is released from a lens barrel to be held.SOLUTION: A lens barrel 10 of a digital camera 1 comprises: a barrel that houses an imaging optical system 20; and touch sensors 12, 14 and 16 that are provided in a periphery of the barrel, and detect a state where an operator contacts with respect to the barrel or a contactless state. When the touch sensors 12, 14 and 16 detect the contact, a CPU 32 allows a zoom lens 21, a focus lens 23 and an aperture stop 25 which correspond to each sensor to move or open/close, and when the touch sensors 12, 14 and 16 do not detect the contact, the CPU 32 locks the movement of the zoom lens 21 and the focus lens 23 or the opening/closing of the aperture stop 25 via a locking section 34.

    Nikon-patent-lens-sensors.jpg.a96084dd60b073e5290642f67df2ca86.jpg

    nikon-touch-sensor-patent-1.jpg.2fa4fb22995037983ffd6288c7381146.jpg

    Cita

    [0009] The zoom ring 11 is an operation ring that manually moves the zoom lens in its optical axis direction. The zoom ring touch sensor 12 is a sensor that detects contact of an object by detecting changes in electrostatic capacitance and electric resistance. The zoom ring touch sensor 12 is provided on the zoom ring 11 and can detect contact with the zoom ring 11. It should be noted that the zoom ring touch sensor 12 may be provided in the vicinity of the zoom ring 11 with a high possibility of being touched when operating the zoom ring 11.

    [0010] The focus ring 13 is an operation ring for manually moving the focus lens in its optical axis direction. Similarly to the zoom ring touch sensor 12, the focus ring touch sensor 14 is a sensor for detecting contact of an object. The focus ring touch sensor 14 is provided on the focus ring 13 and can detect contact with the focus ring 13. It should be noted that the focus ring touch sensor 14 may be provided in the vicinity of the focus ring 13 with a high possibility of being touched when operating the focus ring 13.

    molto fumo e tanto arrosto?

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Boh, è il futuro ma io sinora non ho ancora trovato il feeling che ho con i normali zoom meccanici con nessuno di quelli motorizzati che ho potuto provare.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Una informazione (abbastanza) certa tra i vari rumors : le nuove mirrorless Nikon NON utilizzeranno sensori già presenti sul mercato ma nuovi sensori sviluppati appositamente da Nikon (magari in collaborazione con Tower Jazz, anzichè Sony).

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Forse ricordo male ma mi sembra che TJ potrebbe essere operativa da primavera inoltrata, per cui se così fosse , le tempistiche per le ML Nikon non sarebbero proprio immediate...

    Ti torna?

     

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    In un comunicato stampa, Tower Jazz ha annunciato che avrà per giugno operativa la nuova fonderia in grado di produrre un nuovo sensore full-frame BSI e stacked (cioé della classe di quello della Sony A9) e che sta collaborando con un produttore mondiale di reflex digitali.

    Ma se anche fosse quello scelto, non sarà l'unico o per una macchina sola. Io immagino che i prototipi siano già in circolazione e l'annuncio potrebbe riguardare la fase finale di sviluppo, come fatto lo scorso 25 luglio con la D850, poi effettivamente lanciata oltre un mese dopo.

    Credo che la cosa più importante in questa fase sia una adeguata comunicazione verso la clientela.

    Ieri si è diffusa la notizia che Nikon per la prima volta avrà uno stand al NAB, la fiera mondiale del video che si terrà negli USA in aprile.
    Il che è strano, dato che i loro prodotti video non sono paragonabili a quelli di Panasonic, di Canon o di Sony e neppure di JVC o di ARRI.

    Insomma, ci vuole un pò di pazienza ma "eppur si muove" ;)

     

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    11 minuti fa, Mauro Maratta dice:

    Credo che la cosa più importante in questa fase sia una adeguata comunicazione verso la clientela.

    Insomma, ci vuole un pò di pazienza ma "eppur si muove" ;)

     

    Purtroppo l'aspetto comunicazione è un pò carente.... servirebbe almeno a rallentare le fughe verso altri marchi

    • Sono d'accordo 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    7 ore fa, Zeb dice:

    Purtroppo l'aspetto comunicazione è un pò carente.... servirebbe almeno a rallentare le fughe verso altri marchi

    Credo che una certa comunicazione l'abbiano fatta con la D850.
    Il resto - credo - verrà a seguire.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    A quanto pare sta girando un tweet, poi cancellato, di Sigma Cina che annuncia la presentazione di lenti ART con attacco FE al CP+ Show di Tokyo ( 1-4 marzo ).

    La notizia di per se non è molto più di una conferma di qualcosa che più o meno tutti ci si aspettava.

    Se, però, le lenti vengono presentate a marzo e sono disponibili in breve tempo, secondo me, la roadmap delle mirrorless Nikon dovrà tenerne conto. E' opinione generale che le lenti Sigma ART siano un traino eccezionale per qualsiasi sistema fotografico.

    Insomma, io mi aspetto qualche colpo teatrale prima dell'estate.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti



    Crea un account o accedi per lasciare un commento

    You need to be a member in order to leave a comment

    Crea un account

    Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

    Registra un nuovo account

    Accedi

    Sei già registrato? Accedi qui.

    Accedi Ora

×