Jump to content
  • Max Aquila
    Max Aquila

    Nikon Z 20/1,8 S: il più incisivo !

    Sono stato impegnato sentimentalmente con questo Nikkor Z 20mm f/1,8S dalla fine di marzo in qua, come già sapete...

    ed il piacere di scattare foto ha preso il netto sopravvento rispetto l'istinto di relazionarvi su Nikonland: come mi avete fatto notare in qualche occasione :lingua:

    002  12062020 -_Z6H0082  Max Aquila photo (C).JPG

    Come vedete, nelle foto di prammatica, mi è persino riuscito difficile ripulirlo per bene, da polvere, sabbia, terra e quant'altro gli sia capitato di impattare durante le riprese.

    005  12062020 -_Z6H0088  Max Aquila photo (C).JPG (dalla Cina con furore...?)

    Il bilancio è presto fatto: al 31 di marzo mi era giunto in prestito da Nital, ma neanche un mese dopo l'ho comprato per me, in quanto irrinunciabile al tempo del corredo Nikon Z !

    006  12062020 -2020-06-12_21-09-42 M=C R=15 S=5  Max Aquila photo (C).JPG
    mi era accaduto un'altra volta solamente, guarda caso con un altro 20mm: ma non era Nikon.  E adesso non potrebbe convivere con questo.

    Ho scattato tanto?

    Solo poco più di 2mila files. Ma di questi scatti Lightroom mi dice che più di 600 siano stati a f/1,8 ed f/2: altri 300 ad f/4...  Vorrà dire di certo qualcosa?

    Meglio andare al sodo e partire dal Segno (che è la misura di quanto uno strumento possa assecondare quanto stia nella mente di chi lo usi)

    1116255367_013-_Z6H798920mm1-6400secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.37ed5acd90333765d40f74eb4889fabf.JPG

    1561390354_019-_Z6H807620mm1-30secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.999a9e4719a928cabf98b435ed21f1d9.JPG

    250152842_020-_Z6H808420mm1-30secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.b672f4665e23cf1bff09fe99adb040ae.JPG

    il Segno risiede nella Materia e si manifesta nel tratto che il fotografo tenti (o riesca) a fare emergere col proprio insistente alludere.

    955659426_012-_Z6H797820mm1-6400secaf-18MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.daf69600b0a25c485433df7d24062a6b.JPG

    Ma con questo obiettivo non ci si deve proprio sforzare e la sensazione di trovarsi a proprio agio con un semplice sguardo a mirino è frequente: è dotato del proprio respiro.

    1729929283_022-_Z6H810520mm1-80secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.71ef10ece9127a11be251360a9f795d3.JPG

    950407057_033-_Z6H851120mm1-8000secaf-18MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.9d7b62801ec449f15270226f95fa7cd1.JPG Non ha bisogno della traduzione immaginaria 
    che il Bianco e Nero obbliga a fare: la sua luminosità e contrasto incidono quanto ne sia capace la lama di un cutter

    1852339817_042-_Z6H866720mm1-800secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.8ec4b3414bd28b6497f5fc07967ea8c4.JPG

    1358198994_004-Z6H_674520mm1-8000secaf-18MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.820b0d605d35adb0e7df5da7c5e03842.JPG

    la grande apertura (per un superwide) non diminuisce la sensazione di acutezza: a differenza di altre realizzazioni, concorrenti e casalinghe...

    1531295867_006-_Z6H688320mm1-5000secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.70a253cf34a30bccf09de420e1e9dcd0.JPG

    1914347271_043-_Z6H868420mm1-4000secaf-25MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.246230c24f2667777436b1508e1f4eb4.JPG ogni superficie si presta a definire:
    è questa la cifra di questo eccellente obiettivo per i corredi mirrorless Nikon Z
    Caratteristiche principali di questo nuovo Nikon Z 20/1,8S sono nitidezza, contrasto e saturazione, i quali sono i presupposti che meglio si sposano al Colore...

    1088985545_026-_Z6H820920mm1-8000secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.f34ade0cfe84c596a69b9b06e9673d26.JPG sia attorno a Tutta Apertura...

    1300588186_051-_Z6H882920mm1-8000secaf-18MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.8c40d1f23d3cfab1bc7939659ac7a0d3.JPG

    così come ai diaframmi più chiusi, quando dovessero servire... 761223648_030-_Z6H845620mm1-500secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.efb8ff0f3ebf96371250b42cdd876b55.JPG


    943931197_029-_Z6H845320mm1-320secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.478f99f2815a05bc241d1e69d30e9bca.JPG   1509364586_064-_Z6H895320mm1-800secaf-80MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.79f42bae0e9ff401096c341e5481d1d6.JPG

    1318592891_009-_Z6H788220mm1-5000secaf-18MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.b91ce46aec2348c5c3405354473e8a1f.JPG

    490299743_010-_Z6H790220mm1-4000secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.48dc50340ab8ebf0b03bba7c535b109d.JPG

    419339462_003-_Z6H672320mm1-3200secaf-25MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.3087f1963ef26d45609f9ee94991c555.JPG

    dalle inquadrature più surreali a quelle più ovvie e scontate per un obiettivo che abbraccia un angolo di campo da 94°

    1900604055_072-_Z6H981420mm1-500secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.e4ecef004deed3f60e7abf895afb957a.JPG

    Le caratteristiche cui si accompagnano questi elementi (segno e colore) sono per il Nikon Z 20/1,8 di tutto rispetto.

    Eminente il controllo della distorsione, agevolato dal dialogo tra sw e fotocamera, (quando presente)
    499722132_066-_Z6H901820mm1-3200secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.b2470d9ecd8ab6b782c897b4ee1920b3.JPG 
    nonostante l'assenza di parallelismo al soggetto inquadrato2009115101_014-_Z6H801020mm1-1600secaf-40MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.c7d35148d14864517223fe026d48c617.JPG

    1667462723_016-_Z6H804620mm1-160secaf-16MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.f2b6d13bb3679eb7a5ffa434af8e4c3a.JPG

    1602960151_057-_Z6H888220mm1-2000secaf-80MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.798c1a7aaf024e6de0115e55a2a60683.JPG

    1602038172_061-_Z6H893020mm1-80secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.ead98fa80cbad1dd503e6b367b9962b2.JPG

    805244219_059-_Z6H890020mm1-125secaf-28MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.638e76e270241032347f3f02c8483f4b.JPG

    224809668_055-_Z6H886120mm1-60secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.1185b4ab9714c85fb55b70994c28c5f3.JPG

    660570704_101-_Z6H886120mm1-60secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.5f155e148c824b39dadb011fb1e436eb.JPG (notare in questo supercrop la leggibilità dei particolari a f/2) 

    Eccellente anche in questo superwide Z la gestione del controluce diretto1176356467_015-_Z6H801920mm1-125secaf-80MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.e7b42f04f02801efa599fd3c1c8c4a69.JPG

    1956337557_040-_Z6H863720mm1-1600secaf-28MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.5dea29c920b4f449983161c257430179.JPG

    065   -_Z6H8973  20 mm  1-6400 sec a f - 2,0  Max Aquila photo (C)_.JPG

    con una totale assenza di flare e ghost, anche nelle situazioni più pericolose, col sole direttamente in inquadratura

    921644837_011-_Z6H791520mm1-6400secaf-18MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.30de8401395619b5abf769309af46cb8.JPG

    640148816_069-_Z6H971820mm1-1000secaf-63MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.d9b795c472857dc9e52413c328988a66.JPG

    868384044_070-_Z6H977520mm1-4000secaf-56MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.d6ae1da4a34da689386a6082cba5c69d.JPG
    accompagnata da una resa ammirevole del dettaglio dei soggetti in controluce

    2085919032_028-_Z6H843520mm1-2500secaf-40MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.5d6b419e69ae03316cda54c8c878d70d.JPG

    440517399_024-_Z6H818820mm1-500secaf-25MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.08500dfa11885c1d877235dea84593e6.JPG

    1074960911_032-_Z6H849820mm1-125secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.1f53d139aa5e5142d6c9d897eaf2b009.JPG
    facilmente gestibili in postproduzione anche se non in formato RAW

    363593566_067-_Z6H908520mm1-1600secaf-10MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.8a9aed5858021fdbc4b6f2620f5c0616.JPG

    per una focale che si presta principalmente all'avvicinamento sociale, che di questi tempi è difficile da praticare

    ma che non disdegna il ruolo documentale di natura architettonica, tipico di chi viaggia per conoscere

    287010429_052-_Z6H883320mm1-125secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.6f9efad3fd9debaed5b75b1999cd5f32.JPG

    (vi invito caldamente ad aprire sempre le immagini per poter godere delle caratteristiche summenzionate di questo obiettivo)

    615044296_053-_Z6H883420mm1-125secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.da8f1a9fb755778e04f9bfb75656f2a7.JPG

    1629543011_054-_Z6H884220mm1-125secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.90a0b881bab8b322ffc8e7d6cee7a1d0.JPG

    oltre a quello meramente descrittivo, da taccuino di immagini, per alcuni considerabile genere...

    1506061877_068-_Z6H967120mm1-1000secaf-63MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.63efc4f63a32e2f0dbde7610fccea703.JPG

    2029130219_034-_Z6H851920mm1-5000secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.8f38047fbc5f617a1e45b6b1f3742f2b.JPG  1927841732_025-_Z6H819420mm1-4000secaf-28MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.b6e45c6cbdcba4effbf8dd43ad762111.JPG

    1838764346_027-_Z6H823020mm1-5000secaf-20MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.94e6f99c728d773b3bb122c90517bf40.JPG

    447761561_048-_Z6H873520mm1-10secaf-18MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.8e58ec94588436c41add6e71a93805c0.JPG

    1009005196_047-_Z6H872320mm1-500secaf-80MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.11fe00d393b4a854c2787af248e9bc4e.JPG

     

    Io in questi mesi questo 20mm me lo sono portato appresso dapertutto e ho scattato le foto più disparate, sempre crucciandomi di non essere stato ancora in grado di scattarne altre...
    come sempre nella mia vita, ho difficoltà a trovarmi soddisfatto pienamente di ciò che ho fatto...

    E volendo esagerare ho sperimentato anche il suo utilizzo in close-up, con un doppietto acromatico Marumi da 3 diottrie, dello stesso diametro della sua filettatura da 77mm

    400820384_049-_Z6H878020mm1-80secaf-80MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.4d49429c521cdad5078cdac39c94e830.JPG

      1559448790_050-_Z6H879220mm1-60secaf-35MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.e3ff0d4c21bcddf7da756da3375d64fa.JPG

    restandone ulteriormente sbalordito, per la linearità di comportamento rispetto più consoni usi

    001  12062020 -_Z6H9867  Max Aquila photo (C).JPG

    Le mie conclusioni sono ben chiaramente espresse fin dal titolo di questo articolo:

    038   -_Z6H8611  20 mm  1-2000 sec a f - 11  Max Aquila photo (C)_.JPG

    il migliore 20mm nel quale mi sia fin qui imbattuto, fin dai tempi del mio padellone Nippon Kogaku UD

    1102401854_201-_Z5L368040mm1-20secaf-80MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.79e4981cb9bbc98636d53795fb1b15de.JPG

    Pregi:

    • incisività a tutti i diaframmi, crescente fino ai medi, poi stabile
    • nitidezza e contrasto. Cromia da obiettivo aggressivo, non certamente neutrale.
    • caratteristiche complementari (distorsione, tenuta ai riflessi) di categoria superiore (da f/1,4) 
    • peso contenuto, considerata la costruzione in metallo
    • motori AF silenziosissimi ed efficientissimi: non sbaglia un colpo, pur col suo angolo di campo

    Difetti:

    • prezzo da...categoria superiore (f/1,4) certamente adeguato alle prestazioni...
    • vignettatura a TA e fino a f/2,8: non disturba sempre, ma talvolta si (soggetti chiari su sfondo chiaro)
    • mancanza di un display lcd come i Nikkor S di livello high
    • quando non l'avete ancora in borsa...

    Ci chiedevamo su Nikonland se Nikon deciderà mai di realizzare un 20mm f/1,4   

    Dopo aver provato questo f/1,8 ne dubito fortemente. Il passo successivo porterebbe solo incremento di peso e prezzo, realizzando in casa, con questo mio 20/1,8 il principale e più temibile concorrente.

    Brava Nikon !

     

    Max Aquila photo (C) per Zetaland 2020 

    Edited by Max Aquila

    • Like 9


    User Feedback

    Recommended Comments



    25 secondi sei al limite a 20mm. Dovresti stare più vicino ai 15 e magari alzare a 6400 gli ISO; 8 secondi è troppo poco. Il focus stacking non è una tecnica adatta a questo genere di foto. Le multiesposizioni si fanno per sommare più scatti alla stessa luminosità e fuoco, con software appositi (se può interessare fino a poco fa il plugin "Orion" per PS era in regalo) e la tecnica prevede l'uso di uno o più dark frame ossia scatti sostanzialmente neri da usare come base per non avere il rumore. Ovviamente dovrai avere scatti separati per stelle e primo piano perchè le stelle fanno un movimento apparente durante gli scatti il primo piano è fermo. Quando il colore delle stelle vira sul blu significa che non sei perfettamente a fuoco. La messa a fuoco è un problema non avendo un'ottica con un fine corsa e non ci sono soluzioni se non quella di fare più tentativi e molti scatti

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Comunque a fuoco o meno la coma sembra essere gestita benissimo.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    36 minuti fa, Marco63 dice:

    Comunque a fuoco o meno la coma sembra essere gestita benissimo.

    Che era poi il motivo delle mie foto.

    Considera che l'ultima del genere l'avevo scattata nel 2006 col Nikkor 15/3,5 montato su D70

    E ce l'ho stampata in casa da allora...

    30 minuti fa, Dario Fava dice:

    Ma l'iperfocale non si usa in queste situazioni?

    Iperfocale tra corpi celesti a milioni di km di distanza reciproca...in che senso?

    Forse con un telescopio, che resta lo strumento principe per inquadrare, seguire e fotografare gli astri...

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    14 minuti fa, Max Aquila dice:

    Iperfocale tra corpi celesti a milioni di km di distanza reciproca...in che senso?

    In teoria dovrebbe essere a fuoco da metà della distanza ad infinito se il coc è corretto... milioni di km sono meno di infinito, poi non so se funziona, non è un genere che pratico. Sono solo curioso.

    14 minuti fa, Max Aquila dice:

    Forse con un telescopio, che resta lo strumento principe per inquadrare, seguire e fotografare gli astri..

    Io ho un telescopio manuale, gli astri sfuggono ad una velocità pazzesca, esistono gli inseguitori equatoriali per evitare di continuare a correggere per osservare, ma so che esistono inseguitori anche per le fotocamere che suppongo consentano di avere tempi lunghi con bassi iso per il massimo della qualità.

     

    Ma la mia resta solo attività di curiosità, una volta visti gli anelli di Saturno e i satelliti di Giove, il telescopio è rimasto inutilizzato.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    3 ore fa, Dario Fava dice:

    In teoria dovrebbe essere a fuoco da metà della distanza ad infinito se il coc è corretto... milioni di km sono meno di infinito, poi non so se funziona, non è un genere che pratico. Sono solo curioso.

    Io ho un telescopio manuale, gli astri sfuggono ad una velocità pazzesca, esistono gli inseguitori equatoriali per evitare di continuare a correggere per osservare, ma so che esistono inseguitori anche per le fotocamere che suppongo consentano di avere tempi lunghi con bassi iso per il massimo della qualità.

     

    Ma la mia resta solo attività di curiosità, una volta visti gli anelli di Saturno e i satelliti di Giove, il telescopio è rimasto inutilizzato.

    Si, esistono gli inseguitori. Ma lo scopo sono appunto i tempi lunghi.

    La messa a fuoco la devi fare comunque e, secondo me, per soggetti puntiformi come le stelle l’iperfocale produce risultati scadenti. È per questo che la perdita del fuoco allo spegnimento della macchina è un problema del quale dobbiamo trovare la soluzione, che con i vecchi obbiettivi F non esisteva in quanto potevi mettere a fuoco a infinito di giorno e segnare tutto con una matita... o fidarti del fine corsa.

    Ma tutti i problemi hanno una soluzione, lo diceva la mia professoressa di matematica... pure questo. E se lo compro è perché sono 100% confidente di trovarla.

    • Haha 2

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    15 ore fa, Dario Fava dice:

    Ma l'iperfocale non si usa in queste situazioni?

    No. Il fuoco deve essere molto preciso su un punto di infinito. Altrimenti hai sdoppiamenti e viraggio del colore delle stelle. Se il fuoco è perfetto hai le stelle puntiformi e bianche. Il mio 21 Zeiss ha il fuoco tarato perfettamente, a fine corsa è a infinito. Già con il 14-24 bisogna prima trovare il punto perfetto, poi però basta lasciarlo li. Sulle focus by wire hai il problema di doverlo rifare se spegni la macchina (almeno così ho visto con il14-30, magari questo non avviene con il 20).

    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    14 ore fa, Dario Fava dice:

     

    Io ho un telescopio manuale, gli astri sfuggono ad una velocità pazzesca, esistono gli inseguitori equatoriali per evitare di continuare a correggere per osservare, ma so che esistono inseguitori anche per le fotocamere che suppongo consentano di avere tempi lunghi con bassi iso per il massimo della qualità.

     

    Infatti la soluzione migliore è l'inseguitore. Però poi devi "montare" l'immagine dato che l'inseguitore segue le stelle ma il primo piano è fermo per cui lo avrai strisciato e una lattea senza primo piano non è granché. Inoltre spesso il cielo (nubi) ti impedisce di usare l'inseguitore e devi affidarti allo scatto singolo. E' un mondo fotografico complesso, anche perchè tolto luglio e agosto il nucleo della lattea prima delle 2:00 non sorge, devi trovare notti con poca luna o senza, devi trovare location con poco inquinamento luminoso...

    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    13 ore fa, Max Aquila dice:

    comunque io ...preferisco la luce...

    Ecco : parliamo dell'obiettivo, per le stelle si possono aprire tutte le discussioni che vogliamo ;)

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    8 minuti fa, MM! dice:

    Hit parade !

    NIKKOR-Z-20mm-f1.8-S-and-NIKKOR-Z-24-200mm-f4-6.3-VR-lens-size-comparisons-3-scaled.thumb.jpg.369dbd1f2bd4ec428e61501ba0893dad.jpg

     

    A chi si lamenta delle dimensioni dei due wide e del 14-30/4 ancora una volta rispondo che, se nonostante l'allargamento della baionetta Z rispetto la F, i progettisti hanno preferito continuare a lavorare sulla lunghezza piuttosto che accorciare queste ottiche (anche considerando il 50 e l'85mm) deve esserci un motivo ben preciso, visto che le prestazioni sono incrementate decisamente rispetto i pari focale/luminosità a baionetta F... ed in maniera siderale rispetto la generazione F /2,8

    E che fino a quando l'ingombro non sarà ritenuto essere variabile prevalente rispetto la nitidezza, io mi accontenterò di quest'ultima... :notte:

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Visto che lo hai citato ma andiamo un pò O/T è in questo senso che il 14-30/4 può essere considerato un vero e proprio miracolo di ingegneria.
    Nella dimensione dei compromessi del progetto, hanno fatto un supergrandangolare grande quanto uno zoom trans-standard.

    NIKKOR-Z-20mm-f1.8-S-and-NIKKOR-Z-24-200mm-f4-6.3-VR-lens-size-comparisons-2.thumb.jpg.58bd5cd5e64e15d257d775cd0454a6a3.jpg

    ma anche il nuovo 24-200 - che in termini di compromesso paga pegno sulla luminosità massima - è appena più lungo del 24-70/4.

    • Like 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Il mio è arrivato ieri e per oggi aspetto i filtri Nisi. Se va tutto bene lo provo nel we, ma credo proprio che sarà la star dell'estate.

    La prima sensazione è estremamente positiva: ben costruito, leggero, AF brillante, luminoso, bello bello nitido e con uno sfocato cremoso ed una bella tridimensionalità (ovviamente per essere un 20mm). Sinceramente qualche cm in più in borsa per queste caratteristiche è una cosa che accetto senza nessuna difficoltà. 

     

    • Like 1
    • Haha 3

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    19 minuti fa, Max Aquila dice:

    Perché gli italiani presenti non comprendono?

    No, per diffondere la conoscenza allargando l'audience, altrimenti tutti credono a dpreview.!!!

    Il mio era un complimento per la qualità dell'articolo ¬¬

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    1 ora fa, Stefano C. dice:

    Nikon lo sappiamo bene, da tempo e per mille motivi, è in difficoltà tuttavia la baionetta F è uno standard e tale rimarrebbe anche se dovessero chiudere 
    Al contrario investire oggigiorno in un corredo Z è a parer mio una scommessa anche se lo sto facendo in parte per affezione al marchio 
    La contingenza di crisi economica globale, contrazione del mercato fotografico scelte sbagliate della stessa Nikon, covid e bla bla bla rende difficile prevedere se quanto e in che tempi il sistema Z sarà sviluppato
    Se mi chiedessero consiglio oggi su quale sistema mirrorless investire partendo da zero purtroppo ammetto che consiglierei altro  

    Stefano, per amor di verità ti rispondo:
    * Nikon, in questo mercato calante, passa le difficoltà di tutti i produttori. Ma allo stato ha la miglior proposition del mercato in ambito reflex e due mirrorless molto interessanti, con qualità che al primo tentativo nessuno dei competitor è riuscito a mettere a terra. 
    * Premesso che comprare macchine fotografiche e obiettivi non è un investimento ma una spesa, finalizzata a fotografare e quindi misurabile nella sua efficacia solo con le foto che fai, le lenti Z sono spettacolari. 
    Detto questo, io invece continuo a consigliare Nikon e per me ho scelto Nikon anche sapendo che nel giro di 3-4 anni (a partire dal 2019) avrò cambiato la stragrande maggioranza della mia attrezzatura. Se Nikon farà tutto quello che serve, il 100% della mia attrezzatura.
    E che, quindi, avrei potuto fare esattamente la stessa cosa passando ad altro marchio. E non è per diluire la spesa, perché alla peggio se non disponessi dei fondi necessari avrei sempre potuto attivare un finanziamento capace di spalmare la spesa nello stesso arco temporale.

    Il punto, quello che dai ragionamenti come il tuo sembra essere sempre colpevolmente escluso, è che al centro di tutto ci sono le fotografie. Non i soldi, non i marchi. Ma solo le fotografie. 

    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    10 minuti fa, Silvio Renesto dice:

    No, per diffondere la conoscenza allargando l'audience, altrimenti tutti credono a dpreview.!!!

    Il mio era un complimento per la qualità dell'articolo ¬¬

    l'ho capito: e a ruota al tuo complimento è arrivato il commento di una persona che scrive di aver comprato un obiettivo da 1300 euro solo perchè Nital gli ha levato 150 euro (300 se ha comprato pure un corpo macchina), in fiducia (evidentemente le 150 foto tra articolo e gallerie specifiche su Nikonland non gli sono bastate) e che se dovesse consigliare ad una persona che parta da zero un acquisto (chissà perchè gli chiedono consigli a uno che compra in fiducia) lui...NON CONSIGLIEREBBE NIKON Z !!!

    E ce lo viene a dire qui su Nikonland.

    Dimmi tu, prof, che ti sfoghi facendo le tue arti marziali: consigliami... da quale devo cominciare io a 56 anni?

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    10 minuti fa, Massimo Vignoli dice:

    Stefano, per amor di verità ti rispondo:
    * Nikon, in questo mercato calante, passa le difficoltà di tutti i produttori. Ma allo stato ha la miglior proposition del mercato in ambito reflex e due mirrorless molto interessanti, con qualità che al primo tentativo nessuno dei competitor è riuscito a mettere a terra. 
    * Premesso che comprare macchine fotografiche e obiettivi non è un investimento ma una spesa, finalizzata a fotografare e quindi misurabile nella sua efficacia solo con le foto che fai, le lenti Z sono spettacolari. 
    Detto questo, io invece continuo a consigliare Nikon e per me ho scelto Nikon anche sapendo che nel giro di 3-4 anni (a partire dal 2019) avrò cambiato la stragrande maggioranza della mia attrezzatura. Se Nikon farà tutto quello che serve, il 100% della mia attrezzatura.
    E che, quindi, avrei potuto fare esattamente la stessa cosa passando ad altro marchio. E non è per diluire la spesa, perché alla peggio se non disponessi dei fondi necessari avrei sempre potuto attivare un finanziamento capace di spalmare la spesa nello stesso arco temporale.

    Il punto, quello che dai ragionamenti come il tuo sembra essere sempre colpevolmente escluso, è che al centro di tutto ci sono le fotografie. Non i soldi, non i marchi. Ma solo le fotografie. 

    Massimo 
    si certo le difficoltà sono comuni a tutti ma secondo me c'è chi ha lavorato meglio Vedi Fuji che con la crisi della pellicola è stata in grado di reinventarsi o Sony che sarà pure un grande colosso ma fino a qualche anno fa avresti scommesso si sarebbe imposta come competitor di Nikon e Canon ?? 
    I miei dubbi lo ripeto non riguardano il settore reflex che è un capitolo chiuso e dove la baionetta F è uno standard ma il nuovo mondo mirrorless che ha riportato tutti alla stessa linea di partenza 
    Ad oggi e questo è un fatto non un'opinione i competitor di Nikon offrono più obiettivi e macchine con cui personalmente non mi trovo (vedi le alpha) ma sono più avanzate sotto molti aspetti delle Z 
    Investimento lo intendevo in senso lato cioè iniziare con un marchio che ci assicurerà una buona offerta di obiettivi e accessori una buona rivendibilità ecc Economicamente figuriamoci sono d'accordo è sempre una spesa 
    Ribadisco il mio pensiero allo stato attuale i competitor di Nikon hanno sistemi più articolati e offrono più garanzie di sopravvivere e sviluppare i loro sistemi mirrorless pertanto  se dovessi partire da zero senza le mie abitudini consolidate in tanti anni non sceglierei Nikon 
    Ma credimi spero davvero di poter cambiare idea in futuro 
     



     

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Ottimo. Ma sono discorsi che su Nikonland NON apprezziamo.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    1 ora fa, Max Aquila dice:

    l'ho capito: e a ruota al tuo complimento è arrivato il commento di una persona che scrive di aver comprato un obiettivo da 1300 euro solo perchè Nital gli ha levato 150 euro (300 se ha comprato pure un corpo macchina), in fiducia (evidentemente le 150 foto tra articolo e gallerie specifiche su Nikonland non gli sono bastate) e che se dovesse consigliare ad una persona che parta da zero un acquisto (chissà perchè gli chiedono consigli a uno che compra in fiducia) lui...NON CONSIGLIEREBBE NIKON Z !!!

    E ce lo viene a dire qui su Nikonland.

    Dimmi tu, prof, che ti sfoghi facendo le tue arti marziali: consigliami... da quale devo cominciare io a 56 anni?

    Max Aquila 

    io non ho scritto che l'ho comprato perché c'era lo sconto e nemmeno "in fiducia" 
    I due z che ho già 50 e 24-70 li ho trovati molto migliori dei corrispondenti F e sono andato per analogia 
    Ad ogni modo ho letto con interesse il tuo articolo  
     

     

     

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

     

    33 minuti fa, MM! dice:

    Ottimo. Ma sono discorsi che su Nikonland NON apprezziamo.

    Scusa non ho capito 
    In che senso ?

     

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Se posso fare una considerazione, ci sarà sempre uno strumento più piccolo o meno caro per noi... Perché ad un prezzo inferiore, qualsiasi telefonino è più piccolo di una pen o di una alpha o di un altro chessoio e ad un prezzo inferiore ti farà anche andare su internet. 

    Ma in questo momento un 20mm così o un 14-30 colà non ce l'ha nessuno.... Gli altri hanno tutto? Buon per loro... Ma noi non abbiamo bisogno di tutto, ma di una parte: che bene o male magari adattata Nikon ha. 

    Discorso prezzi... Mi pare che altri lidi siano ugualmente cari, anzi! Ormai siamo come i modellisti, o i radioamatori, pochi e in via di estinzione!! I prezzi saranno sempre troppo alti, ma dovremo solo tenerne conto, non possiamo farci nulla. 

    Tornando nei binari,un 20mm assolutamente moderno, mancavano solo le foto ai frutti di marzapane per farmi venire l'acquolina!! 

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    37 minuti fa, Stefano C. dice:

    Max Aquila 

    io non ho scritto che l'ho comprato perché c'era lo sconto e nemmeno "in fiducia" 
    I due z che ho già 50 e 24-70 li ho trovati molto migliori dei corrispondenti F e sono andato per analogia 
    Ad ogni modo ho letto con interesse il tuo articolo  
     

    Grazie per l'interesse dimostrato e per i commenti liberamente espressi.

    Probabilmente ho male interpretato la parte riguardante gli acquisti Z

    Cita

    Al contrario investire oggigiorno in un corredo Z è a parer mio una scommessa anche se lo sto facendo in parte per affezione al marchio

    in fiducia, insomma...

    in totale incoerenza, a mio modesto avviso, con l'ultima affermazione, quella dei probabili consigli per gli acquisti

    Cita

    La contingenza di crisi economica globale, contrazione del mercato fotografico scelte sbagliate della stessa Nikon, covid e bla bla bla rende difficile prevedere se quanto e in che tempi il sistema Z sarà sviluppato
    Se mi chiedessero consiglio oggi su quale sistema mirrorless investire partendo da zero purtroppo ammetto che consiglierei altro   

    A parte ogni cosa, ogni convincimento personale sulla politica commerciale è del tutto aliena agli argomenti che trattiamo su questo sito, dove comunque critichiamo anche pesantemente Nikon per le scelte che spesso destabilizzano mentalità occidentali abituate al tutto e per tutto sempre...

    Inoltre Nikonland ha il suo motivo di esistere nella ragione sociale espressa accanto al nome in homepage

    Cita

    Benvenuti su Nikonland

    Questa è l'ultima enclave nikonista al mondo.
    Gli ultimi Jedi Nikon abitano qui.

    che direi esprima abbastanza chiaramente finalità e interessi degli Amministratori del sito.

    Ritengo debba esser chiaro che chi compra materiale fotografico non stia facendo alcun genere di investimento e pertanto abbia già impegnato a rischio l'intero capitale utilizzato.

    Nulla di ciò che si compri oggi, tra un anno potà mai valere un centesimo di più di quanto lo abbiamo pagato, anche al netto delle inique tasse che tartassano i consumi del nostro Paese.

    Olympus sta chiudendo i battenti delle sue divisioni consumer: Samsung anni fa, dopo alcuni exploit progettuali ha fatto per tempo lo stesso. Sony, che ha assorbito anni fa una quasi del tutto sparita Minolta, fa i suoi conti e , quando non avrà più convenienza, come ha sempre fatto nella sua storia, chiuderà il rubinetto e lascerà tutti gli entusiasti followers all'asciutto.

    Dei volumi e dell'importanza di Fujifilm neppure voglio discutere.

    Resta oggettivamente l'obiettivo di cui si parlava (nel mio articolo) prima di scadere in discorsi come questi di nessuna importanza per nessuno: 

    perchè se scatto una foto per dimostrare che in una certa modalità un obiettivo funzioni in un determinato modo
    é un dato di fatto.

    Ma se compro, pensando al futuro che avrà la mia collezione di plastiche, ferro e vetro...sono proprio fuori strada.

    Il dato di fatto che esprimo in questo articolo è il seguente:

    Il Nikkor Z 20mm f/1,8 S è a mio avviso il miglior obiettivo oggi in  commercio del sistema Nikon Z, per definizione, nitidezza e distorsione, secondo solamente al mirabolante Noct 58/0,95 il quale fa parte di una rara schiera di eletti, molti dei quali portano ancora addosso il marchio Nikon.

    In relazione al prezzo ho già detto nell'articolo: qui reitero il concetto che ...non si torna indietro !

    Scordatevi d'ora in poi obiettivi di classe media marchiati Nikon: ci saranno solo i più costosi ed i meno costosi.

    Per chi fotografa restano mille altre soluzioni: a chi mi chiede consiglio, da tanto tempo, io rispondo sempre Nikon.

    A chi mi chiede soluzioni di compromesso faccio sempre una domanda: ma tu fotografi per diletto o perchè vuoi vederti allo specchio con una fotocamera in mano?

    Alcuni mi rispondono.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    26 minuti fa, Davide D. dice:

    ...

    Tornando nei binari,un 20mm assolutamente moderno, mancavano solo le foto ai frutti di marzapane per farmi venire l'acquolina!! 

    quelle a ottobre-novembre

    i dolci a Palermo sono solo di stagione: niente globalizzazione.

    Solo da noi esiste una varietà e specialità così ampia in questo ambito...

    • Like 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites


×
×
  • Create New...