Jump to content
  • Max Aquila
    Max Aquila

    Nikkor PC 35/3,5 su Z6: decentrabile su mirrorless

     Perchè ? ...  405787812_0pc-cover.jpg.676900bf0e71e6886e7b74f212981aad.jpg

    ...questo articolo non è andato a finire nella sezione Vintage del nostro sito multiforme, invece che in Zetaland è presto detto:

     256888951_01902112019-_D7M6454MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.8cfcc532e4ec86b1c51d9980cd3f496a.JPG

    perchè un decentrabile per mirrorless è un'esigenza che prima o poi le case costruttrici di obiettivi si troveranno a dover affrontare e Nikonland, precorrendo i tempi, ha così inteso unire alla giovane Z6, un pezzo del patrimonio storico della produzione Nikkor, messo in commercio nel Luglio 1962 nella sua prima versione, questo essenziale PC Nikkor 35mm f/3,5

    da 6 lenti in 6 gruppi,696680979_Resizeofschema.jpg.4102e9ad18a2bb4970d3e1d3dd7ac604.jpgdisegnato da Mr. Kunihiro Fukino 
    post-2-1161124044_thumb.jpg.f109a59066f2470aa21875655562c507.jpg e dotato della unica possibilità (allora una PRIMA in assoluto) del decentraggio su tutti gli assi (Orizzontale, Verticale e Diagonale)
    di una quantità di mm che sul verticale arriva ad 11mm rispetto all'asse ottico, 1388506828_Resizeofimg3.jpg.1a5b3f2c53494196f51da724cd060918.jpg

    realizzando così una copertura vicina a quella di un 26mm ma sull'angolo di campo di un 35mm, appunto.

    2000684801_02002112019-_D7M6456MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.b0c7a86ccf2ad25f050bf89d729ff3e4.JPG  La Redazione di Nikonland, ha scelto di non servirsi dell'adattatore FTZ, memore del pericolo che per i contatti elettrici delle baionette moderne, costituiscono molti degli obiettivi nonAi della prima produzione Nippon Kogaku, optando quindi per un generico adattatore Ai to Z-mount.

    1639299039_00706112019-_D7M6526MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.e7c76c98626e0740e15742c568c84133.JPG

    Facendo chiaro affidamento sulla funzione di messa a fuoco facilitata dal focus peaking, che mette in rilievo cromatico
    l'area di nitidezza relativa al diaframma in uso.2053261832_05107112019-_D7M6545MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.9020cd87e5214900968ff8a5c6d4fdc5.JPG

    1650296828_00106112019-_D7M6466MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.3592a16c4e85e1c667e3706e3ed01d9d.JPG
    Il Nikkor in oggetto, come quelli che fino ai nostri giorni lo hanno seguito nella migliore tradizione Nikon, ha la ghiera dei diaframmi anteposta a quella di fuoco, accopiabile ad una terza ghiera di stop-down che consentiva con le reflex cui era dedicato, una visione a tutta luminosità che permettesse una messa a fuoco facilitata, salvo poi chiudere al diaframma di lavoro prima dello scatto, (da condurre preferibilmente con scatto flessibile e macchina saldamente posta su treppiede). Con la Z6 lo stop-down è reso inutile dalla lettura reale del mirino elettronico e del live view968480542_00206112019-_D7M6476MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.ae3092f4b6b5f93496e07d8cf32d1f71.JPG


     Attorno al riferimento del fuoco, la scala cromatica della pdc, 1518002474_00306112019-_D7M6483MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.5e7952859a53a96614f7b6f2a5d631d9.JPG
    cui stiamo tornando con i Nikkor-S più pregiati della serie Z, quelli muniti di display a cristalli liquidi. Alla destra notate la vite zigrinata per effettuare il decentraggio dell'obiettivo e, nella ghiera cromata della baionetta di montaggio, i valori massimi (in mm) di decentraggio nelle varie posizioni che l'obiettivo può assumere, ruotando attorno al proprio asse ottico567631318_00406112019-_D7M6488MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.475a22ac41b3e4341e6beaf5a96af2d2.JPG ossia 7, 8 e, sull'asse verticale, 11mm, 
    il valore maggiore ovviamente raggiungibile sul lato lungo del rettangolo di immagine803597990_00906112019-_D7M6535MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.ca9e79bb872a3b4643805792a9b2a734.JPG

    636672939_00806112019-_D7M6527MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.f479c74a63fd6d37ca15c6ae804b351c.JPG 30 cm la distanza minima di maf

    738115100_00506112019-_D7M6489MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.5b3e39b3af6600a3b791a72c5ac0261c.JPG ecco la vista da dietro al massimo dello spostamento dell'elicoide.
    Il diaframma (qui @f/8) ha sole 6 lamelle chiude fino a f/32, in omaggio alla migliore uniformità centro/bordi, in relazione allo spostamento che subisce l'asse ottico di questi obiettivi
    2035897931_00606112019-_D7M6509MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.437652ec93d12ee8380a1b13c058324d.JPG

    Giusto per capirci sull'utilizzo di un decentrabile, ecco come un normale 35mm messo accuratamente in bolla per evitare la distorsione prospettica,

    011  31102019 -_Z6H2164  Max Aquila photo (C).JPG registri questa scena di un interno

    Ecco invece come la registra, dallo stesso punto di ripresa, il PC Nikkor 35mm del 1962, 012  31102019 -_Z6H2163  Max Aquila photo (C).JPG

    senza introdurre alcuna deformazione, al decentraggio massimo di 11mm sull'asse verticale.

     

    015  02112019 -_D7M6243  Max Aquila photo (C).JPG

    Ovviamente anche in esterni e senza per forza utilizzare tutto lo spostamento consentito dalla sua potenzialità:
    013  02112019 -_Z6H2170  Max Aquila photo (C).JPG

    per alzare di poco il centro ottico nell'immagine a dx  014  02112019 -_Z6H2172  Max Aquila photo (C).JPG

     

    018  02112019 -_D7M6450  Max Aquila photo (C).JPG   Ancora delle riprese in verticale

     

    per prima l'immagine in bolla,  016  02112019 -_Z6H2577  Max Aquila photo (C).JPG

    appresso, quella opportunamente decentrata 017  02112019 -_Z6H2580  Max Aquila photo (C).JPG 
    anche in 16:9 (cosa che le reflex non permettevano 😁)

    023  02112019 -_Z6H2620  Max Aquila photo (C).JPG

     022  02112019 -_Z6H2622  Max Aquila photo (C).JPG

    024  02112019 -_Z6H2625  Max Aquila photo (C).JPG gestendo con facilità anche la distribuzione degli spazi

    tra soggetto e sfondo  025  02112019 -_Z6H2626  Max Aquila photo (C).JPG

    026  03112019 -_Z6H3178  Max Aquila photo (C).JPG

    Decentraggio sul lato orizzontale?   Ecco da dove si può partire, fotografando la 600esca Fontana del Garraffo di Palermo

    027  03112019 -_Z6H3177  Max Aquila photo (C).JPG

    Oppure, riportando a unità, la monumentale magnolia 150enaria di Villa Garibaldi, dall'altezza di 30 metri e diametro di 50: difficilissima da fotogafare a condizioni normali e senza un obiettivo come questo nostro PC Nikkor. 
    Da così (in bolla)...030  03112019 -_Z6H3199  Max Aquila photo (C).JPG

    031  03112019 -_Z6H3200  Max Aquila photo (C).JPG a così...

    O da altra prospettiva, sempre differente in questo intrico di radici aeree, rami e foglie:

    028  03112019 -_Z6H3185  Max Aquila photo (C).JPG

     

    Una cosa sia chiara: 57 anni dopo la sua progettazione, un obiettivo, per quanto rivoluzionario non può migliorare: e questo Nikkor NON va usato in controluce ...:supermarameo:

    029  03112019 -_Z6H3191  Max Aquila photo (C).JPG

    ma quando serve, all'occorrenza, usato a mano libera per tagliare via eventuali parti dell'immagine non gradite, non è una opzione da trascurare...

    032  03112019 -_Z6H3215  Max Aquila photo (C).JPG

    Nikon, mirrorless reinventing: mentre lavori...pensa a tutti i fotografi ed a tutte le loro richieste. Perchè per arrangiarci...ci arrangiamo: ma se volessi stupirci, beh

    NON ASPETTIAMO ALTRO !!!

    1923487237_02102112019-_Z6H2609MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.733c81384177af4370c1fa6c989d8e5e.JPG

    Max Aquila photo (C) per Zetaland 2019

     

     



    User Feedback

    Recommended Comments

    Grazie Max.

    Magari è sfuggito, lo sottolineo : con i vecchi cimeli non mettete alla prova il Nikon FTZ che, anche se in bundle, costa un capitale.

    ACCATTATEVI SU AMAZON un adattatore in metallo cinese. Una quattrina di diecieuro e passa la paura !

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Ecco, forse Nikon potrebbe provare a ripetere il successo di vendita del 58 noct con un bel decentrabile per Z?
    Sarebbe un'altro pezzo unico e forse anche più interessante.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    13 minuti fa, Bilbo dice:

    Grazie Max.

    Magari è sfuggito, lo sottolineo : con i vecchi cimeli non mettete alla prova il Nikon FTZ che, anche se in bundle, costa un capitale.

    ACCATTATEVI SU AMAZON un adattatore in metallo cinese. Una quattrina di diecieuro e passa la paura !

    il mio è costato da nuovo sotto i dieci euro...

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    1 minuto fa, Max Aquila dice:

    il mio è costato da nuovo sotto i dieci euro...

    Tu hai troppa pazienza. Io tendo a privilegiare "la consegna al giorno dopo". E perchè quella al giorno stesso a casa mia ancora non è disponibile :)

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    2 minuti fa, Max Aquila dice:

    il mio è costato da nuovo sotto i dieci euro...

    Ma non è che il Nikkor PC-E 19mm sia proprio da buttare già adesso :)

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    32 minuti fa, Bilbo dice:

    Ma non è che il Nikkor PC-E 19mm sia proprio da buttare già adesso :)

    No di certo...

    Ma le sue prerogative lo pongono al vertice di questa categoria di obiettivi, caratterizzata anche da un prezzo poco accessibile a chi non ne debba fare, come da titolo del mio articolo, un banco da lavoro.

    Si potrebbe ipotizzare direttamente su baionetta Z, grazie alla dimensione aumentata, un semplice shift come questo anziano 35/3.5 ben più contenuto...e non solo  dimensionalmente

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    1352412272_05207112019-_D7M6541MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.b1b6c80967c2574660ca368330b944d9.JPG

    tra orizzonte artificiale per mettere in bolla e focus peaking per aiutare nella messa a fuoco

    1282049245_05007112019-_D7M6544MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.cc6f8457e5f0bcc65b09c65510f50c26.JPG

    queste mirrorless sembrano fatte apposta per valorizzare obiettivi di questa fatta...

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    4 minuti fa, Max Aquila dice:

    Si potrebbe ipotizzare direttamente su baionetta Z, grazie alla dimensione aumentata, un semplice shift come questo anziano 35/3.5 ben più contenuto...e non solo  dimensionalmente

    Dubito che sia una soluzione che possa essere praticata industrialmente con l'aria che tira sul mercato (piuttosto pioveranno gli accrocchi cinesi che rendono T&S gli obiettivi medio-formato anche sulle Z).

    Per questo ho inteso il tuo spunto di "riciclare" questo vecchio decentrabile che si trova correntemente in vendita come usato di qualità, per chi non abbia esigenze spinte o voglia semplicemente provare ad utilizzare una classe di obiettivi certamente desueta.

     

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Ho in casa.. e me lo ero scordato un 65 mm, purtroppo però a f 8, ma copre il formato 10 x 12.. chissà montato su una Zeta.. attenzione ho citato Zeta, non Zetina..

    quasi quasi se il Max fa anche lui il bravo,    lo presto per giocarci..

    lo presto perché tutt'ora è montato sulla mia Folding..  che ho provato, ma non ha mercato.. ( a venderla  )

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites


    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Add a comment...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...