Vai al contenuto
  • Silvio Renesto
    Silvio Renesto

    Macro sotto casa!

    Sta arrivando la primavera, il tempo migliore per la macrofotografia. Chi volesse esercitarsi dove può andare?

    Ci sono sicuramente soggetti particolari, interessanti, che si trovano solo in determinati ambienti e climi, se vogliamo fotografare quelli, dobbiamo per forza viaggiare per cercarli. Come ho raccontato in un altro Articolo , ho fatto 500km per fotografare una libellula. Però ho anche fatto delle foto macro che mi hanno dato molta soddisfazione anche nei parchi cittadini intorno a me, in periferia, nell'orto di mio suocero e persino sul balcone di casa!

    La macro si può fare sotto casa (a volte anche in casa!) ma, diversamente da quanto ho scritto per il fotografare gli animali sotto casa, la macro richiede comunque interesse, passione ed esperienza, perchè la macro naturalistica non è mai "tanto per".  
    Di nuovo questo non vuole essere un tutorial su come fare macro (se siete interessati ne trovate uno qui ). Anche se qualche nota tecnica sulle foto la troverete, voglio soprattutto dimostrare con esempi come sia possibile trovare tutto un micromondo a pochi passi  dalla propria casa, persino per uno che come me vive a ridosso di una metropoli. Uno dei vantaggi della macrofotografia è proprio che si possono avere soddisfazioni senza dover investire tempo e denaro in lunghi trasferimenti.

    Ecco gli esempi:

    Giardino della Villa Reale di Monza.

    pmonza1.thumb.jpg.37c85bf24a956bfa4adf90029c0f638e.jpg

    Lungo il ruscelletto che vedete sopra (corredato di macrofotografo), è un paradiso per le libellule.

    Arrivando la mattina presto si possono trovare esemplari neosfarfallati vicini alla loro exuvia vuotaortethrum.thumb.jpg.d8b4bbdef3459153f2efac7d466cf7f5.jpg

    Nikon D700, 200mm f4 micro nikkor AfD, f16, 1/80s, 1000 ISO, treppiede. 0.7 ev in sottoesposizione.

    tettigonide.thumb.jpg.ac13b9a95bb1804ecfdc8c299a708227.jpg

    Cavalletta Tettigonide fra le canne del minuscolo laghetto all'inizio del ruscelletto

    Nikon D300, micro nikkor 200mm f 4 AfD f11,  1/500s, 640 IS0, treppiede.

     

    fulvacoppia.jpg.f952f56c5af2f12855c2e9fb342e2f08.jpg

    Accoppiamento di Libellula fulva.

    Nikon D7100, Micro nikkor 200mm f4 AfD,  f8, 1/1000s, 1250 ISO

     

    Sorpresa sorpresa, chi da' la caccia alle rane?

    natrix.thumb.jpg.9b54d59db6e96b6e9cc27aff2abaa9a6.jpg

    Natrix natrix (Biscia dal collare). Nikon D800, Sigma 400mm f5.6 Apo Macro, f8, 1/1000s, 1400 ISO. Vista una volta sola, probabilmente ha fatto qualche cattivo incontro (cane o umano o tutti e due...).

    Una cosa che mi incuriosisce molto è che le libellule vanno ad annate,  ci sono specie sempre presenti, ma altre le vedi una stagione e poi più.

    Ad esempio, dopo molti anni che frequentavo questo  posto, l'anno scorso ho visto per la prima volta un Orthetrum albistylum. 

    albimonza.thumb.jpg.0107610eb0a5a5a19145e3fd277ea181.jpg

    Nikon D500, Nikon 300mm f4   PF + Tc 14 EIII, f8, 1/320s, 900 ISO treppiede.

     

     

    Parco Nord Milano

    location.thumb.jpg.30212ce456d5e2562223ce11d6bfaca6.jpg

     

    location2.thumb.jpg.a77c42ba6173eb4dd5982c14934d22c8.jpg

     

    Anche qui, un anno è stato pieno di esemplari di Libellula depressa

     

    _SCR2625b.thumb.jpg.14f3132258897dc6052b6f70fc8e15d9.jpg

    Nikon D610, 300mm f4, AfS + TC14, f11, 1/800s, 1250 ISO, treppiede.

    depressanord.thumb.jpg.0edf4f9498ab45e3ee4348c63b3a4f60.jpg

    La femmina, stessa attrezzatura.

    Poi non ne ho più viste :( 

    depoh.thumb.jpg.48b24cca9499ad16de936cdea95550dc.jpg

    Anax imperator che depone. Nikon D7100, 200mm f4, f4,  1/800s,  560 ISO, appoggiato.

     

    licenidew2.jpg.f8e2462d9999b5d141f831e01b37345a.jpg

    Licenide, Nikon D7100, nikon 200mm f4 micro,  f8, 1/250s, 640 ISO, treppiede. Flash di schiarita.

     

    frogcl.thumb.jpg.b927419e360576480b2321e9ea3e809b.jpg

    Rana ridibunda,  Nikon D800, 300mm f4 AFS + Tc 14E , f5.6,  1/1250s, 800 ISO, treppiede.

    waiting.thumb.jpg.032abe9eac21ea7301a0b20f9889fabf.jpg

    Chiocciola ad inizio primavera. Nikon D500, Tamron 180 Macro, f8, 1/250s, 640 ISO, treppiede. Flash di schiarita.

    Sotto casa

    Questa mantide l'ha trovata mia moglie vicino ai box,  conoscendomi, me l'ha portata. Fotografata sul balcone di casa per essere poi rilasciata in area protetta.

     

    morteverde.thumb.jpg.188914cc4a167b10e589c01e4b365806.jpg

    Nikon D7100, 105 micro nikkor G VR, f11, 1/250s, treppiede, flash di schiarita. 

    A fine estate gli insetti tendono ad avvicinarsi alle case perchè più calde, le mantidi sono più rare, ma è comunissimo trovare gli Anacridium, grosse cavallette simili a Locuste. Ogni anno ne trovo uno sul balcone o in cortile.

    anacridium.thumb.jpg.b6d95c776e5ceddbc727827225db3eae.jpg

    Sul mio balcone. Sigma Sd quattro H, Sigma 105 macro OS, f8, 1/200s, 100ISO, treppiede.

     

    Ecco, spero di avere dato una piccola idea di quanta varietà di soggetti c'è vicino, anzi vicinissimo a noi che viviamo in città.

    Questo articolo è molto Milano (Monza) centrico, perchè parlo di "sotto casa" mia, ma invito (anzi amichevolmente sfido!) i nikonlander macrofotografi di questa ed altre province a mettere le piccole meraviglie che vivono da loro, qui di seguito !

     

     

    Modificato da Silvio Renesto



    Feedback utente

    Recommended Comments



    Hai scritto un articolo che sottoscrivo in pieno.  Di materiale se ne trova fin che si vuole, basta avere la pazienza di cercarlo.

    Per il momento posto due mantidi religiosa.

    D850 + 100/2 Zeiss Milvus  F. 5  1/320 sec.  ISO 64

    967840246_Mantidereligiosa.thumb.jpg.8a38414be18336d347563f523f215a46.jpg.

    D810 + 100/2 Zeiss Milvus  F.9   1/160 sec.  ISO 220

     

    Mantide-religiosa.jpg

    Modificato da Alberto Salvetti
    • Mi piace ! 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Strano che nessuno risponda al tuo, come al solito, pregevole articolo.  Può darsi che la macro sia considerata un' attività da praticare di nascosto, ma senza che si sappia tanto in giro. 😁

    Io cerco di dare il mio piccolo contributo con queste piccole meraviglie dal colore metalizzato.    Tutte a mano libera, senza treppiede.

    947556553_CalopteryxsplendensI.thumb.jpg.873e8983ce6de8418a1c35444b0ed1b1.jpgMaschio di Calopteryx splendens   D500 + Zeiss M. 2/100  f. 3,2  1/500 sec.  ISO 100

    Maschio      D500  Nikon 200-500   F. 5,6   1/800 sec.  ISO 10.000

    Maschio D500 nIKON 200-500  F. 5,6 1/800 sec. ISO 10.000

    Maschio e femmina   D810  + Nikon 300 PF ED  F.9  1/160 sec.  ISO 280

    Calopteryx splendens II.jpg

    Femmina  D810  Nikon 300 PF ED  1/250 sec.  ISO 100

    Calopteryx splendens III.jpg

    Modificato da Alberto Salvetti
    • Mi piace ! 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    e dovete continuare entrambi...

    Tu Alberto puoi anche prendere iniziativa e proporti non di sponda ma anche da protagonista nello scrivere articoli corredati dalle tue bellissime foto.

    La miglior risposta saranno sempre le letture

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Bell'idea Silvio,
    in effetti si possono trovare soggetti ovunque, senza scomodare viaggi appositi a grandi distanze.

    Io vivo in una zona di campagna e la quasi totalità delle mie foto macro sono state fatte in un area raggiungibile al massimo in 30 min di auto (molto spesso 15).

    Posto 3 foto fatte al Parco della Piana (FI) che è distante da casa mia un'oretta ma è praticamente alle porte di Firenze, poche centinaia di metri dalla pista dell'Aeroporto di Peretola e un chilometro dalla città di Sesto Fiorentino...insomma il raccordo autostradale FI nord - Peretola si vede dal parco a qualcosa come 200 mt.

    Libellula.thumb.jpg.1007227e24ea3f46f6d645d4b7669350.jpg

    Mantide.thumb.jpg.8ef67baf0dc6624cd468add77aedf2ab.jpg

    Coppia.thumb.jpg.ba2d3c16662407fce9f11ad68a49ad01.jpg

    Andrea

    • Mi piace ! 3
    • Sono d'accordo 2

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Prima di tutto grazie ad Alberto e Andrea, per aver raccolto la sfida, le loro immagini impreziosiscono di molto il mio articolino.

    E poi...Andrea:  Ameles spallanzania! lei e l'Empusa pennata sono due miei vecchi desideri rimasti non esauditi. Quest'estate dovrei passare proprio di lì, spero di avere l'occasione di fotografare un' Ameles,  (se poi trovassi un' Empusa, sarei davvero contento!).

    Per chi non fosse del mestiere... Ameles è la piccola mantide panciuta, la penultima foto.

    Forza, tirate fuori  le vostre macro (so di almeno due altri nikonlander  che avrebbero qualcosa di buono da farci vedere)!

    • Mi piace ! 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Pensa che l'Ameles sembra sia di casa in quel posto, mi ci ha portato un amico dicendomi che l'anno prima l'avevano fotografata in quel posto...l'abbiamo ritrovata lì.

    Se e quando passi dimmelo che magari posso esserti utile :)

    • Sono d'accordo 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Buonasara a tutti.

    Stavo leggendo ora e mi aggrego.

    In quel frangente ho usato nikon D7100 e nikon AF 28-105 f3.5/4.5 D

    ISO 100 1/250 F8 più flash un camera. Focale 105.

    Saluti.

    DSC_0777.JPG

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Ciao a tutti e grazie a Silvio per avere illuminato un ambito spesso trascurato... per quanto il logorio della vita moderna ci impedisca di vedere ad un palmo di naso, trovo che sia fantastico anche solo iniziare ad OSSERVARE! Di seguito il mio modestissimo contributo... il tutto dal giardino sotto casa! 

    _DSC1971.thumb.jpg.048badab21da947d4bd24dbcfbec1114.jpg_DSC1976.thumb.jpg.a2e7f03831cab095700973bccdebb6b5.jpg_DSC1996.thumb.jpg.251e3f0c2d76747d51adc934d3db1a21.jpgDSC_8495.thumb.jpg.5dd1baffed693d271ebcddfab2d82566.jpg

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Grazie Silvio, bell'articolo. Mi fa venire voglia di riprovarci. E grazie pure agli altri.

    Io, vista la richiesta di partecipazione, mi accodo così. Immagini di molto tempo fa al parco del Ticino (che per me è "sotto casa")...

    D700 e Sigma 150 2.8 (il primo, non stabilizzato)

    MV-D700-20120331-3702-1200.thumb.jpg.cae8853a710f014c81090631c57e9f0c.jpg

    MV-D700-20120506-5637-1200.thumb.jpg.b3f9fc62d92a8df93eb84af4b8a5adac.jpg

    • Mi piace ! 2

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Sono eccellenti! Se appena appena ti tornasse la voglia immagino già che belle immagini ci faresti vedere...

    A proposito, ne hai altre, d'archivio? sono curioso! 

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Non amo particolarmente questo tipo di fotografia (e di soggetti), ma riconosco e apprezzo gli scatti ben eseguiti. E poi il fatto che questi insetti possano essere raggiungibili appunto sotto casa mi sembra un bell'incentivo a cercarli, a fotografarli e, in sintesi, a divertirsi tanto riprendendoli.

    In effetti sono un po' invidioso, perché spesso per fare le foto che piacciono a me devo spostarmi e fare chilometri, e quindi il tempo disponibile per fotografare è assai più limitato... :(

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    3 ore fa, Pedrito dice:

    Non amo particolarmente questo tipo di fotografia (e di soggetti), ma riconosco e apprezzo gli scatti ben eseguiti. E poi il fatto che questi insetti possano essere raggiungibili appunto sotto casa mi sembra un bell'incentivo a cercarli, a fotografarli e, in sintesi, a divertirsi tanto riprendendoli.

    In effetti sono un po' invidioso, perché spesso per fare le foto che piacciono a me devo spostarmi e fare chilometri, e quindi il tempo disponibile per fotografare è assai più limitato... :(

    A me che invece amo anche questo genere di fotografia, che tento pure di praticare, quando vedo risultati da "sotto casa" di questo livello, credimi, mi viene il desiderio di traslocare...ma so già che non servirebbe a nulla 😀

     

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Bell' articolo Silvio. E' vero quello che dice Massimo, fai venire la voglia di riprovarci.

    Molto belle le foto dell'articolo ma anche le foto degli altri partecipanti, particolarmente bella la terza di Viandante, quella con le libellule in diagonale.

    Ecco il mio contributo di macro sotto casa con alcune foto di vecchia data.

    Nikon D2x, Ais 20mm f/2,8+PK11A, f/22, 1/60s, iso200

    10.04.2DD(22).JPG

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    33 minuti fa, Jorgos dice:

    Nikon D300s, Ais 20mm f/2,8+PK11A, f/16, 1/60s, iso200

    10.08.12DD(14).JPG

    usavi l'obiettivo invertito sul pk11a?

    Pensa che giorni fa avevo visto un Nikkor 20/4 su ebay (quello migliore da usare invertito che normale) e...mi prudevano le mani.

    Screenshot_20190316-185701_eBay.jpg.43bdde8a130b1f7fd4ae9580c4891e5e.jpg

     

    Per fortuna l'asta è arrivata oltre i 150euro 😎

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    3 minuti fa, Max Aquila dice:

    usavi l'obiettivo invertito sul pk11a?

    No Max. Uso la combinazione 20mm+PK11a solo per ridurre la distanza di messa a fuoco.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    E' una combinazione abbastanza "famosa", l'ingrandimento può essere interessante perchè 8mm di estensione su 20mm fanno già 1:2.5 con la messa a fuoco ad infinito, però è richiesta molta pazienza e precisione perchè la distanza di messa a fuoco si riduce e si è molto vicini  al soggetto.

    • Sono d'accordo 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    1 ora fa, Jorgos dice:

     

    [cut] particolarmente bella la terza di Viandante, quella con le libellule in diagonale.[cut]

     

    Ciao, non sono un esperto entomologo ma quelle due creaturine non sono comunque libellule, assomigliano a qualcosa della famiglia degli Asilidi, ordine dei Ditteri ed erano davvero piccolissimi, qualcosa come 1 cm di lunghezza ciascuno (fotografati con D700 e 60mm AFD+tubi di prolunga infatti).

    Comunque grazie per l'apprezzamento :)

    Modificato da Viandante

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Sono proprio degli Asilidi, ce ne sono circa 500 specie in Europa, per cui per individuarle ci vuole uno specialista  :)

    A me gli Asilidi piacciono, soprattutto quelli più grandi che sono gli F22 degli insetti. 

    • Sono d'accordo 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Ciao Silvione.. non è esattamente quella che stai cercando.. ma io ho questa.. e la prima che mi è capitata a tiro..

    1784525682_Img090-01.thumb.jpg.bf8bbc61575a20660831ab047ebfb762.jpg

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti



    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Ospite
    Aggiungi un commento.

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...