Jump to content
  • Bilbo
    Bilbo

    Siamo al colpo di pistola ?

    Nikon ha presentato le sue mirrorless full-frame.
    Canon ha presentato le sue mirrorless full-frame.

    Ci si aspettava una reazione forte a livello di vendite, vista la forza commerciale e il forte attaccamento al brand della loro clientela.

    Eppure a livello globale, il mercato delle fotocamere a gennaio 2019 ha visto una ulteriore compressione.

    cipa.thumb.jpg.0f772a339a902b5e02b1dab958d9036c.jpg

    i dati in volume (numero di pezzi spediti) parlano di :

    - reflex digitali - 21.8%
    - mirrorless : -14.8%
    - compatte : -31.6%
    cipa2.thumb.jpg.d062b0e49812a5ac6629c8d7c15f864b.jpg

    - obiettivi intercambiabili per sistemi più piccoli del 35mm : - 26.6%
    - obiettivi intercambiabili per sistemi 35mm : - 4.9%

    peso del medio formato ancora non significativo.

    La realtà è leggermente differente se andiamo a vedere i numeri per controvalore in Yen ma il quadro resta funereo.

    - reflex : -38.7%
    - mirrorless : +12.1%
    - compatte - 30%
    - obiettivi per fotocamere più piccole del full-frame : -35%
    - obiettivi per fotocamere full-frame : + 0.8%
     

    Questi sono dati CIPA, certificati, delle spedizioni di materiale nuovo dal Giappone destinazione intero mondo (Giappone compreso).
    Fermiamoci alla tendenza senza andare a spacchettare i dati per singola area geografica. Il trend non muta nella sua globalità.

    Per il prosieguo dell'anno, con l'effetto stagionale e quello delle campagne di incentivazione in corso (che proseguiranno nelle rottamazioni anche per le prossime stagioni) il trend a mio parere non cambierà (parlo del differenziale rispetto agli anni precedenti) ma replicherà più o meno l'andamento del 2018.
    Io sono certo che la Canon EOS RP venderà tantissimo ma sarà frenata dal prezzo del suo kit (il Canon 24-105/4 venduto in abbinata è di fascia superiore al corpo proposto e può fermare l'acquirente interessato al prezzo più che alle prestazioni della RP).
    E che non ci saranno lanci di modelli in grado di invertire il trend che è destinato a continuare nei prossimi due-tre anni.

    Canon prevede una riduzione del 50% rispetto ai livelli di vendita del 2018. E' possibile, anzi, possibilissimo.

    Intanto ci sono altri rumors di mercato. Uno che vede gli azionisti di Olympus molto spazientiti dalla volontà della stessa di mantenere un impegno nel settore della fotografia che genera costantemente perdite operative, nonostante il posizionamento di Olympus, specie in Giappone, sia premiante, più che altro per la fascia meno costosa.

    Quello che confermano questi numeri è che :

    - le case stanno reagendo alla compressione del mercato (le cui cause sono arcinote : qualità adeguata dei prodotti già in mano ai clienti; crescita degli smartphone; maturità del settore) diversificando il mix di prodotti : 

    • meno apparecchi, di prezzo e fascia più alta
    • cercando di spostare l'attenzione dei clienti verso prodotti di maggiore qualità pretesa, come quella permessa dai formati più grandi, a partire dal full-frame per andare al medio formato per taluni marchi
    la nascita del consorzio Leica L è un tentativo che va in questa direzione, ha anche ragioni di natura tecnologica (non si può fare l'8K facilmente partendo da un sensore 4/3 e l'8K è oramai il nuovo standard in Giappone).
    Ma io non credo che ciò sposterà l'asse del mercato.
    Auguro il massimo successo a Panasonic e ai suoi alleati (in particolare all'amica Sigma) ma temo che non ci sarà margine per un successo significativo.
    E Panasonic è abituata a numeri che oramai il mercato fotografico non è più in grado di dare.
     
    Più in generale cosa vedremo nei prossimi anni partendo da queste premesse ?
     
    1. una ulteriore compressione dei volumi
    2. una ulteriore diversificazione del mix (spostamento di fasce della clientela verso il premium)
    3. una riduzione dei formati più piccoli con la progressiva scomparsa del formato da 1'' e subito dopo del 4/3
    4. un aumento delle proposte in medio formato
    5. l'uscita dal mercato fotografico di 3 o 4 degli attori attuali (Ricoh, Pentax, Olympus, Panasonic)
     
    e più avanti ancora ?
     
    La scomparsa dell'intero mercato fotografico di massa come lo abbiamo conosciuto noi negli ultimi 40 anni, destinato a dividersi definitivamente in due tronconi :
     
    • uno puramente consumer, composto da dispositivi non esclusivamente fotografici (smartphone, tablet, droni, videocamere, oggetti indossabili smart)
    • uno decisamente high-end di nicchia, composto da apparecchi altamente prestazionali, venduti in poche migliaia di pezzi a prezzi MOLTO alti
     
    con larga parte della fotografia professionale (specie sport, cronaca e wildlife) sostituita integralmente dal video.
     
    head.jpg.58c9d6b8d946fa1a72f50638c4758770.jpg
     
    quindi siamo al colpo di pistola ?
     
    Non ancora.
     
    Ci arriveremo ?
     
    Non è affatto detto.
     
    Viviamo in un'era in cui ogni strumento fotografico è in grado di dare tante soddisfazioni per relativamente molto tempo, anche il meno sofisticato di oggi permette di fare grandi fotografie come quando eravamo ragazzi non ci sognavamo di fare.
    E nessuno ci impedirà di continuare a fare quello che ci piace fare - fotograficamente parlando - come vogliamo fare.
     
    Tranne tornare ragazzi.
     
    Già ragazzi. Perchè i ragazzi di oggi della fotografia non fanno più quella malattia che ci ha benignamente infettati tanti anni fa e che ancora oggi ci tiene appassionatamente febbricitanti tanto da occuparci ancora di queste cose.
     
    Domani non sarà più così.
     
    Ma in fondo, che ci importa ?
     
    Finchè avremo voglia di fotografare (e soldi da spendere) ci saranno opportunità per divertirci a fotografare. Che poi è il fine ultimo della nostra passione.
    Mai più nella nostra vita, vivremo un altro momento di transizione verso le meraviglie che ci stanno permettendo le nuove tecnologie perchè più avanti non ci sarà nessuno intenzionato ad investire in questo settore.
    E poi amen.

    Edited by Parsifal



    User Feedback

    Recommended Comments



    Ci vuole un po di "quantitative easing" anche in questo ambito: immissione di obiettivi Nikon in larga quantità per diminuire gli effetti del cuneo fiscale.

    Se comprendono che gli acquisti potrebbero farli rientrare in lizza sarà un successo.

    Forse oggi pensano a svuotare il magazzino. Ma hanno sbagliato i tempi 

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    20 minuti fa, Max Aquila dice:

    Ci vuole un po di "quantitative easing" anche in questo ambito: immissione di obiettivi Nikon in larga quantità per diminuire gli effetti del cuneo fiscale.

    Se comprendono che gli acquisti potrebbero farli rientrare in lizza sarà un successo.

    Forse oggi pensano a svuotare il magazzino. Ma hanno sbagliato i tempi 

    Io tre obiettivi almeno sono pronto a comprarli: un 70-200mm, un 20mm, un macro o anche due: ma non li fanno.

    Roba difficile da mettere sul mercato, eh...?!

    Poi se fanno un corpo macchina come dico io (senza lamina di platino, neh...) e anche roba da stupirmi e obbligarmi a desiderarla, mi attrezzerei per comprare anche quella.

    Però si devono affrettare: ci vedo sempre peggio e le esigenze terze prendono sopravvento sul diletto...

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    13 ore fa, Max Aquila dice:

     

    Però si devono affrettare: ci vedo sempre peggio e le esigenze terze prendono sopravvento sul diletto...

    Ragionavo pure io sul fatto che presto lo stabilizzatore sarà l'accessorio più importante 😂

    Edited by Marco63
    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Questo articolo lo trovo molto interessante, lo volevo condividere con voi. Ovviamente si parla di un sito che non ha nulla a che fare con la fotografia, ma condivido tutte le sue prese di posizione. Il lavoro del fotografo che paragona il nuovo Pixel 4 by Google e la Canon ML lascia un po' perplessi sulle potenzialità che al momento si stanno lasciando sfuggire i produttori di fotocamere. Vero che si sta parlando di artefizi informatici, in pratica automaticamente photoshoppate, ma la modalità automatica esiste su qualsiasi macchina e su uno vuole può non usarla...

    https://www.dday.it/redazione/32992/se-smartphone-di-notte-scatta-meglio-di-una-canon-full-frame-ce-qualcosa-che-non-va

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    C'è un fiorire di youtubers che stanno paragonando l'aifon 11 Pro con tutte le fotocamere che hanno a disposizione.

    E anche il divino Rockwell sta usando di notte il Pro Max con le sue solite fotone esaggerate.

    Sinceramente credo che siano mercati diversi per gente differente.

    Io non provo alcun piacere nel fotografare con uno smartphone, se anche mi desse risultati superiori a quelli della Nikon D6 sarebbe per me un prodotto telefonico.
    E credo che così la pensino i milioni di fotografi che continuano ad interessarsi di fotografia praticata.

    Meglio che una larga parte di chi ha usato fotocamere digitali low-entry negli ultimi 20 anni adesso giochi con Sciaomi e Uauei.
    E che ne parli altrove che su Nikonland ;)

    • Thanks 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Ma si, su questo sono d'accordissimo con te, il cellulare non è un sostituto della fotocamera, perché è un piacere che viene a mancare su più livelli. Il mio e penso anche il pensiero dell'articolo è quello di criticare le principali marche di fotocamere perché tutto sommato si sono abbastanza sedute in questi anni e non hanno avuto la forza e il coraggio di fare cambiamenti più sostanziali, cose che i produttori di cellulari invece hanno fatto. Cioè capiamoci, il Pixel 4 in questione è Google, che fa motori di ricerca, che ne dovrebbe sapere rispetto a Canon di fotografia? Eppure è riuscita a superarla per quanto riguarda il software di elaborazione dell'immagine. Software che per quanto vogliamo aberrare esiste già sulle nostre macchine, perché il JPEG viene regolato impostando valori di ombre, bianco, contrasto, nitidezza, saturazione e riduzione del rumore. E siamo anche i primi ad essere felici se il firmware ha un'intelligenza tale da distinguere senza errori un occhio umano e mettere a fuoco. Poi siamo sempre liberi di scattare in RAW e gestirci le elaborazioni come preferiamo, e io sono tra questi. Insomma io dico che se la situazione non è rosea per il settore è perché se la sono anche un po' cercata con il loro ingessamento! 

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Sì, vabbè, ma le foto del test sono a soggetti immobili, statici, sia pure poco illuminati.

    Siamo sicuri che un Pixel 4 qualsiasi sia in grado di fotografare con la stessa qualità giocatori di hokey in gara in un buio palasport, o dei moticlisti in pista controluce, o dei ballerini di danza classica sotto le sole luci di scena sul palcoscenico di un teatro, magari da un palco di loggione?

    Maddài... :marameo:

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Ma sicuramente no, ma non dimenticare che hanno un sensore ridicolo. Cosa potrebbe fare con il sensore della Z6 o Z7? O meglio, cosa potrebbe fare Nikon se integrasse processori decenti e software d'avanguardia su una Z8?

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Sì, certo, però attenzione: la potenza di calcolo e, soprattutto, la batteria necessarie a gestire un file da 24 o 45 MP sposterebbero molto in là lo sviluppo di un simile software su una FF.

    E' proprio il sensore ridicolo a consentire un software così avanzato su uno smartphone senza penalizzarne l'autonomia...

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Comunque una macchina fotografica a me piacerebbe se avesse a bordo il software che utilizzano i cellulari. Certamente sarebbe un ausilio notevole per le foto notturne che uno potrebbe usare o meno e sicuramente i cellulari non potrebbero raggiungere con artefici la macchina fotografica perchè comunque sarebbe di gran lunga migliore.

    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    51 minuti fa, bergat dice:

    Comunque una macchina fotografica a me piacerebbe se avesse a bordo il software che utilizzano i cellulari. Certamente sarebbe un ausilio notevole per le foto notturne che uno potrebbe usare o meno e sicuramente i cellulari non potrebbero raggiungere con artefici la macchina fotografica perchè comunque sarebbe di gran lunga migliore.

    E bravo.. 7 ++ sarebbe troppo facile.. ma magari o prima o poi ci arrivano, già ora nel loro piccolo dover fare delle modifiche allo scatto on camera è un' inizio, e ormai molte ora lo fanno.. Z 50 compresa.

    Però non dimentichiamo la differenza fisica tra i due sensori, quelli delli smart sono ridicoli come Mp e quindi i loro super octacore, se non peggio se la cavano.. ma con i dati di un sensore di una DSRL media o di una Mrl vi voglio vedere..  ma la strada probabilmente sarà quella.. se resisteranno alle vendite.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    7 ore fa, Roby C dice:

    E bravo.. 7 ++ sarebbe troppo facile.. ma magari o prima o poi ci arrivano, già ora nel loro piccolo dover fare delle modifiche allo scatto on camera è un' inizio, e ormai molte ora lo fanno.. Z 50 compresa.

    Però non dimentichiamo la differenza fisica tra i due sensori, quelli delli smart sono ridicoli come Mp e quindi i loro super octacore, se non peggio se la cavano.. ma con i dati di un sensore di una DSRL media o di una Mrl vi voglio vedere..  ma la strada probabilmente sarà quella.. se resisteranno alle vendite.

    Le mirrorless già fanno tanto, ma il problema, credo che sia nel processing. Le macchine fotografiche hanno processori ridicoli e sfruttano tecnologie oramai obsolete. Se venissero progettate per avere la potenza di un piccolo computer, cosa che per un telefonino è oramai assodato, potrebbe gestire benissimo un ff alla stessa stregua di un sensore ridicolo come quello di un iphone 11

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Bernardo, se tu oggi fossi un giovane, laureato di fresco in elettronica o in informatica, specializzato in processori e dispositivi embedded, dove cercheresti lavoro, alla Olympus o alla Samsung/Huawei/Apple ?
    E chi credi che ti pagherebbe di più o ti darebbe più certezze di futuro ?

    Perchè anche ammesso di poter inserire in una fotocamera processori ad alta velocità (con quello che consegue in termini di consumo e di dissipazione di calore, limiti che in uno smartphone sono per nulla considerati), le piattaforme vanno sviluppate lato software a regola d'arte.
    Ed io non credo che i nostri amici abbiano, oggi, la migliore scelta in termini di risorse umane.

    Una volta era motivo di prestigio essere raccomandati dall'Università di Tokyo per andare a lavorare alla Nikon per dedicarsi ai migliori progetti ottici. Adesso, forse, lo è per un tornitore.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Gli smartphone hanno processori ormai 8 core sono potenti non per fare le foto ma per far girare app, spesso sviluppate col cu.. senza tenere conto dell’hardware, le foto sono solo un elemento marginale, anche dove c’è scritto fotocamera professionale, alla fine se stampiamo siamo ben lontani dai risultati cui siamo abituati noi fotografi di reflex/ml.

    Inoltre i microsensori hanno vantaggi a livello di gestione, meno dati da elaborare, possibilità di scattare in notturno a mano libera con tempi impensabili per una full frame, si fa presto a dire sono potenti; sono solo telefoni, a livello fotografico tutti più o meno giocattoli adatti ad un uso social.

    A livello di mini computer invece sono piuttosto evoluti ma restano strumenti di largo consumo atti a produrre vendite ed ad invecchiare precocemente perché sono destinati a fare quello. Per quello ogni anno c’è il modello nuovo, per quello c’è così tanta ricerca e sviluppo.

    La fotografia è altra cosa.

    • Thanks 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    13 ore fa, Dario Fava dice:

    Gli smartphone hanno processori ormai 8 core sono potenti non per fare le foto ma per far girare app, spesso sviluppate col cu.. senza tenere conto dell’hardware, le foto sono solo un elemento marginale, anche dove c’è scritto fotocamera professionale, alla fine se stampiamo siamo ben lontani dai risultati cui siamo abituati noi fotografi di reflex/ml.

    Inoltre i microsensori hanno vantaggi a livello di gestione, meno dati da elaborare, possibilità di scattare in notturno a mano libera con tempi impensabili per una full frame, si fa presto a dire sono potenti; sono solo telefoni, a livello fotografico tutti più o meno giocattoli adatti ad un uso social.

    A livello di mini computer invece sono piuttosto evoluti ma restano strumenti di largo consumo atti a produrre vendite ed ad invecchiare precocemente perché sono destinati a fare quello. Per quello ogni anno c’è il modello nuovo, per quello c’è così tanta ricerca e sviluppo.

    La fotografia è altra cosa.

    Hai parlato come uno smartphone  aperto, pardon.. libro..

    recentemente sono stato invitato al pranzo sociale di noi pensionati ex Carlo Erba.. ora, sono andato sia con la D 5300 che con la V 3, quest'ultima.. lo dico sinceramente ha tirato fuori dei file peggiori, ma non era questo che volevo dire.. un vecchio collega mi tira fuori il suo pinco pallo, giuro non ho capito cosa fosse.. e mi mostra la torre Eiffel, questa è stata fatta da me.. è bellissima..  ma sul computer è stata aperta? rispondo io, certamente.. ancor meglio.. e di rincalzo, hai stampato la foto? certamente.. un poster.. o quasi.. 

    ho detto bravo, ma io mi tengo il mio catenaccio..

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Io ho 56 anni, vado per 57. Quando ero giovane ho vissuto come tutti i miei coetanei il periodo della passione per l'Hi-Fi. Al tempo c'era una scelta vastissima, almeno una ventina di marchi diversi producevano pre, finali e integrati, piastre per mangiacassette. Altrettanti marchi producevano giradischi, una decina producevano pick-up, almeno una cinquantina diffusori acustici.

    I prezzi erano più vari... se volevi un Thorens con la Stanton 681EEE (ce l'ho ancora) o la Shure V4, una sistema di amplificazione Mcintosh e un paio di diffusori di alto livello dovevi scucire diversi milioni ma con un Lenco, un integrato Pioneer e un paio di casse decenti spendevi il giusto e avevi tanta qualità.

    Oggi il mondo Hi-Fi in pratica non esiste... ci sono solo prodotti esoterici o professionali. Il digitale ha fatto morire il settore, ormai la massa ascolta la musica con mp3 e cuffie Bluetooth. La fornitura di musica dei magazzini virtuali a pagamento o "caduta dal camion" ha cambiato il modo di ascoltare.

    Sarà questa la fine della fotografia?  Solo prodotti professionali e cellulari?

    Edited by Marco63

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    2 minuti fa, Marco63 dice:

    Sarà questa la fine della fotografia?  Solo prodotti professionali e cellulari?

    Io credo di no, per un motivo molto semplice. La musica la ascolti, la fotografia la fai. 
    Piuttosto è già da tempo successo che le foto si guardano al 99.99 per cento su uno schermo e non sulla carta, cioè è già andata a finire come nell'Hi-Fi....

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    38 minuti fa, Roby C dice:

    Hai parlato come uno smartphone  aperto, pardon.. libro..

    recentemente...

    ...e di rincalzo, hai stampato la foto? certamente.. un poster.. o quasi.. 

    ...

    mi sa che il tuo collega, più che Carlo fosse Erba...

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    15 minuti fa, Massimo Vignoli dice:


    Piuttosto è già da tempo successo che le foto si guardano al 99.99 per cento su uno schermo e non sulla carta, cioè è già andata a finire come nell'Hi-Fi....

    Verissimo... io ne stampo una decina all'anno, 20x30 e una o due su tela o fine art che appendo in casa o regalo... 

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    A parer mio il paragone con la fruizione della musica calza in modo impressionante. Chi vuol fruire di musica per davvero fa come chi vuol vedere meglio che si può un'immagine. 

    Quindi o impara a suonare il violoncello oppure si procura il necessario per ascoltare e non è vero che ci sono solo soluzioni high end, si trovano apparecchiature dignitose a costi ragionevoli anche oggi. Bisogna solo cercare.

    Per questo dubito che in futuro avremo solo D6 e ottiche strafighe multispecial,  sicuramente il mercato dovrà cambiare ma soprattutto rallentare! La sbornia dell'ultimo decennio ha fatto più danni che guadagni.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Perdonami ma le soluzioni disponibili oggi, non high-end, per l'ascolto della musica, sono in toto assimilabili agli smarfon (se parliamo di nuovo).
    Parla uno che non è mai sceso dal treno, sia della fotografia, che dell'ascolto della musica ad alto livello (e che tra l'altro, possiede un violoncello, una viola, un violino, e appena libero di stato anche un Kawai MP11SE).

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    22 minuti fa, Bilbo dice:

    Perdonami ma le soluzioni disponibili oggi, non high-end, per l'ascolto della musica, sono in toto assimilabili agli smarfon (se parliamo di nuovo).
    Parla uno che non è mai sceso dal treno, sia della fotografia, che dell'ascolto della musica ad alto livello (e che tra l'altro, possiede un violoncello, una viola, un violino, e appena libero di stato anche un Kawai MP11SE).

    Si parli così perché hai orecchie in grado di udir i discorsi dei pipistrelli e i borbottii della balena azzurra. Quelli come me no, la banda passante del mio apparato uditivo mi consente di apprezzare dei buoni diffusori ma non di cogliere le differenze in armoniche prodotte da un valvolare rispetto ad un transistor pieno di ignobili integrati ;) 

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Vale esattamente la stessa cosa per chi si bea delle immagini scattate con l'aifon 11 Pro Supermax in piena notte.
    Non girarci attorno, tu in musica sei "good enough", quelli lo sono in fotografia.
    Beninteso, nulla di male.
    Solo che qui su questo sito, non ci starebbe troppo bene uno che usa come fotocamera unica uno smartphone.
    Stesso discorso per chi ascolta mp3 con le cuffiette, su VariazioniGodlberg.it ;)
    Ma entrambe le categorie di consumatori (perchè questo, sono, non appassionati), sono responsabili del ... Crollo della Galassia Centrale.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Mah qui ci vedo di più il parallelo tra il musicista che suona (e suona legno armonico) e vuol gustarsi la stessa roba in registrazione e il fotografo che fotografa e vuol aver piacere del massimo spazio colore e minor distorsioni.

    Onde di pressione verso onde elettromagnetiche, ma sempre onde prodotte e ricevute. 

    Suono (male) una Yamaha acustica, non una Martin da 5000Euri. Good enough? YESSS

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Io suon--avo, ora suono per passione ed ho pure cambiato strumento... però quando hai una educazione alla musica, da bambino, è difficile piegarsi alle tendenze di oggi, non sono certo quello che vuole sentire l'armonico del primo violino nei diffusori da 20k€ ma sia quando suono che quando ascolto, c'è un limite al di sotto del quale non posso scendere, se no spengo tutto.

    In Fotografia sono più esigente, ma è diverso il discorso, secondo me molto più estremo il rapporto tra smartphone e fotocamera seria, piuttosto che un ascolto di qualità accessibile contro un mp3 su Amazon Echo

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites



    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Add a comment...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...