Jump to content

Lasciate un commento

Commenti e feedback sono fondamentali per indirizzare la redazione nella stesura degli articoli.
Lasciare un commento significa lasciare un segno del vostro passaggio, è un gesto nei confronti dell'autore, un segnale utile per gli articoli successivi.
Noi decidiamo le linee editoriali di Nikonland anche in base ai vostri commenti e feedback.
Non fate mancare il vostro apporto !

M&M M&M
  • M&M
    M&M

    Restate a casa se potete, evitate le uscite superflue, non prendete rischi inutili e proteggetevi sempre

    87463588_3017703761583051_197245166182989824_o.thumb.jpg.0a2d7fd704dbef622f6ac36baddbddfc.jpg

    Il virus che ci sta cambiando la vita in questi giorni/settimane/mesi non è un lupo e non è nemmeno uno squalo famelico.
    Anzi, ad essere sinceri non è nemmeno un essere in termini stretti, é un parassita microscopico, persino inconsapevole di se, che per sopravvivere deve trovare un ospite che lo trasporti e gli consenta di replicarsi.

    Per questo motivo l'unica protezione che abbiamo è evitare il contagio. Per noi stessi, per i nostri cari e soprattutto, per evitare la diffusione del virus e limitarne l'esistenza.
    Non convincetevi o lasciatevi convincere che sia un rischio che coinvolge solo i bergamaschi o i bresciani; più o meno invaderà (se non l'ha già fatto) tutto il globo, poli compresi e pretenderà un tributo di morte da tutti quanti, sia che abitiate in Valtellina o che vi godiate i panorami sardi e siciliani.
    Oggi se nell'Alta Tuscia ci sono problemi gravi, a causa della globalizzazione, qualcuno in Islanda finisce per risentirne. L'effetto domino è lento a innescarsi ma una volta in moto può diventare inarrestabile con rischi difficili da concretizzare adesso (e non mi riferisco solo all'ambito sanitario, pure a quello economico che può finire per limitare o minare addirittura i servizi essenziali per la sopravvivenza dei sani e la loro stessa coesione sociale ...). Scenari apocalittici cui non pensiamo mai, abituati, da esseri umani quali siamo, a pensare sempre al meglio e ad un domani migliore.

    Quindi chi non deve obbligatoriamente uscire, stia a casa con i propri cari e i propri affetti.
    Non sappiamo quanto sarà necessario stare in queste condizioni, non facciamo previsioni e non diamoci scadenze, ma convinciamoci che è necessario essere determinati.

    E' il momento di essere seri e fermi, non temerari o ... sciocchi.

    ***

    Se siete in casa e vi avanza tempo, anziché seguire i notiziari e gli innumerevoli talk-show dove improvvisati esperti dicono continuamente la loro, purtroppo spesso senza capirne nulla, dedicate un pò di tempo alla vostra passione per la fotografia.
    Senza bisogno di uscire, pubblicate qualche cosa su Nikonland (foto, articoli, blog, vostre esperienze, ripescate cose dimenticate e che giudicate interessanti e mettetele a disposizione di tutti).
    E' un antidepressivo facile da assumere, gratuito e che non richiede il canone.

    Nikonland è immune dai virus (anche da quelli informatici incrociando le dita) é e resterà aperto per voi.
    Teniamoci in contatto su queste pagine e pensiamo a cose liete.

    Insieme, se volete.

    • Like 23
    • Haha 3


    User Feedback

    Recommended Comments



    Non ci farei troppo affidamento.

    Primo perchè adesso il tampone si fa in un numero limitato di casi, e poi perchè i laboratori non lavorano tutti con le stesse tempistiche, per cui ci sono giornate con flessioni ed altre con recuperi.

    Abbiamo peraltro la percezione che il numero di persone effettivamente contagiata sia estremamente superiore al numero ufficiale (qualche cosa che va dalle 10 alle 20 volte di più ...).

    Detto questo, come scritto all'inizio, il virus non ha batterie autonome, si attacca a quelle delle nostre fotocamere .... ! Quindi è garantito che facendogli mancare la carica si fermerà.
    Ma scordiamoci il calendario e le date e portiamo tanta pazienza.

    Per Pasqua sapremo.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Buongiorno amici Nikonlanders. Seguo l' evolversi della situazione in Italia e sono triste e preoccupato. Avete tutta la mia solidarieta'. Ci sara' tempo per fotografare piu' avanti. Per il momento restate a casa, importante uscirne fuori sani da questa brutta situazione. Qui in Grecia la situazione e' un po' meglio, ma anche qui hanno cominciato le restrizioni. 

    I miei migliori auguri a tutti voi.

    Forza Italia. Forza Nikonland.

    • Like 6
    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    2 ore fa, Picard dice:

    Non ci farei troppo affidamento.

    Primo perchè adesso il tampone si fa in un numero limitato di casi, e poi perchè i laboratori non lavorano tutti con le stesse tempistiche, per cui ci sono giornate con flessioni ed altre con recuperi.

    Abbiamo peraltro la percezione che il numero di persone effettivamente contagiata sia estremamente superiore al numero ufficiale (qualche cosa che va dalle 10 alle 20 volte di più ...).

    Detto questo, come scritto all'inizio, il virus non ha batterie autonome, si attacca a quelle delle nostre fotocamere .... ! Quindi è garantito che facendogli mancare la carica si fermerà.
    Ma scordiamoci il calendario e le date e portiamo tanta pazienza.

    Per Pasqua sapremo.

    Voglio..  tanto credere che Mauro sbagli.. ma visto la persona, che raramente commette errori.. per quanto ne so, ho paura che veramente per Pasqua si comincerà ad avere un quadro più delineato..

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Il fatto che ce ne siano molti di più, anche asintomatici ne sono certo anche io... In ogni caso, meglio non dire che ci sono miglioramenti anche se ci fossero realmente: oggi una signora... 80 anni o giù di lì era in cassa: con un pacchetto di patatine fritte e basta, giuro! Pensa se le dicessero che ci sono meno contagi.... 

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    1 ora fa, Davide D. dice:

    ...In ogni caso, meglio non dire che ci sono miglioramenti anche se ci fossero realmente...

    Chiedo venia se è sembrato un'incoraggiamento a mollare.
    Io quando mi alleno uso il principio del mezzo pieno per darmi uno stimolo a spingere ancora. Ma concordo che la nostra attenzione non deve calare almeno fino alla fine del mese ( nella speranza che basti ).

    Detto ciò cerchiamo di sfruttare questo spazio di condivisione virtuale per crescere fotograficamente. Con l'arrivo della bella stagione e la fine di questa crisi avremo più strumenti per fruire  delle nostre passioni. 

    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    9 minuti fa, Sakurambo dice:

    Chiedo venia se è sembrato un'incoraggiamento a mollare.
    Io quando mi alleno uso il principio del mezzo pieno per darmi uno stimolo a spingere ancora.

    Uh ma tranquillo, in realtà era una riflessione molto generica per una generica popolazione... Che si sa di norma ragiona diversamente dall'individuo. Ma filosofia a parte anche io sono di norma positivista (non positivo che mi sembrava brutto... ) E anche ottimista, prima o poi finirà!!!

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    24 minuti fa, Sakurambo dice:

    Chiedo venia se è sembrato un'incoraggiamento a mollare.
    Io quando mi alleno uso il principio del mezzo pieno per darmi uno stimolo a spingere ancora. Ma concordo che la nostra attenzione non deve calare almeno fino alla fine del mese ( nella speranza che basti ).

    Detto ciò cerchiamo di sfruttare questo spazio di condivisione virtuale per crescere fotograficamente. Con l'arrivo della bella stagione e la fine di questa crisi avremo più strumenti per fruire  delle nostre passioni. 

    Tranquillo che la forza è con noi.

    E ... siamo sempre qui per quello, anche senza Corona !

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Flash mob da casa: domani alle 12 scattano gli applausi dalla finestra  e  dal balcone per applaudire gli operatori sanitari ...e quanti si adoperano per farci sopravvivere

    "Andrà tutto bene"

    • Like 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    2 ore fa, Davide D. dice:

    Il fatto che ce ne siano molti di più, anche asintomatici ne sono certo anche io... In ogni caso, meglio non dire che ci sono miglioramenti anche se ci fossero realmente: oggi una signora... 80 anni o giù di lì era in cassa: con un pacchetto di patatine fritte e basta, giuro! Pensa se le dicessero che ci sono meno contagi.... 

    Tra l'altro.. il telegiornale poco fa si è lasciato scappare una news, che personalmente ritengo se non vera.. molto prossima, la notizia è:

    In Cina la prima persona in assoluto che ha avuto quello che ora si chiama covid-19 risale al 2017, sono propenso a crederci..

    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    37 minuti fa, Roby C dice:

    Tra l'altro.. il telegiornale poco fa si è lasciato scappare una news, che personalmente ritengo se non vera.. molto prossima, la notizia è:

    In Cina la prima persona in assoluto che ha avuto quello che ora si chiama covid-19 risale al 2017, sono propenso a crederci..

     

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    D'accordo ho letto quel che afferma Bill Gates, non ha poi torto in linea generale, ma in pratica convincere tutti i governi del mondo a cooperare per produrre una cosa simile.. mi pare poco reale, il dover combattere contro tutti gli interessi personali.. sarà una cosa ben dura..

    Ma io ho detto una cosa differente, ho affermato che nel pomeriggio su RAI tre è stata fatta un'affermazione come quella da me citata, ho provato a cercare conferme ed ovviamente non ne ho trovate.. per ora.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    quel video di Bill Gates è del 2015.

    Il tuo cinese del 2017.

    volevo rimarcare come da quelle parole ai fatti successivi nulla sia cambiato.

    Scusa per la citazione Roby

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    PAZIENZA, PAZIENZA, PAZIENZA!  RESISTERE, RESISTERE, RESISTERE!  ALLA TENTAZIONE DI USCIRE DA CASA!!!!

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    e un pensiero ai professionisti dell'informazione, dei luoghi dove si è scatenato particolarmente il flagello, che senza pausa dalla mattina alla sera stanno in giro, a loro esclusivo e, per alcuni, non assistito rischio, per assicurare immagini e notizie a chi le pubblica quotidianamente.

    Come il nostro amico Tiziano Manzoni, qui in una pausa di relax di qualche annetto fa...

    684503788_001-_DF0970258mm1-400secaf-25MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.8e7f731fe5fb280978f787f1c8bab9e9.JPG

    • Haha 2

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Mi spiace riportare in evidenza questo avviso ma i numeri sono chiari.

    Abbiamo la stessa situazione di un anno fa, con la differenza che nel novembre del 2019 il virus circolava già da mesi ma non lo sapevamo per niente.
    Adesso sappiamo cosa sta succedendo ma c'è una quantità di virus incubato dentro ... di noi estremamente più elevata.

    Ancora non ci sono misure restrittive in atto come quelle che abbiamo vissuto tra marzo e maggio ma prepariamoci ad ogni cosa se il comportamento di ognuno non sarà quello più saggio.

    E' del tutto inutile evocare diritti privati o i principi di democrazia, sempre sacrosanti ma che ai virus non fanno un baffo.

    Non sogniamoci che i vaccini potranno modificare radicalmente la situazione o eliminare il problema.

    Chi studia la storia sa che questi fenomeni esistono da che esistono gli organismi viventi.
    Vengono come vengono e se ne vanno come se ne vanno.

    La peste che ha sterminato fino al 50% della popolazione umana in varie epoche tra l'Impero Egizio e il '600 non è scomparsa, c'è ancora e si diffonde, sebbene sia molto più debole di un tempo.
    Ma non è stato un vaccino a farla scomparire, è stato il tempo e l'adattabilità degli organismi.

    Se le cose vanno come sembra nelle prossime settimane senza un rallentamento della diffusione del virus ci saranno ulteriori strette fino ad un lockdown permanente per tutto ciò che non è essenziale.
    Scolari e mamme e papà a casa. Etc.

    Si dovrà aspettare la tarda primavera ed auspicabilmente dopo l'estate con un secondo ciclo completo per tutti i continenti per le stagioni fredde-calde, il fenomeno diventerà controllabile e tollerabile.
    Un anno insomma, temo non di meno.

    Spero di essere smentito dai fatti e di essere inutilmente pessimista. Ma non sono allarmista, sono sereno ma fermo.

    Quello che possiamo fare tutti quanti è di evitare i contatti superflui, proteggendoci il più possibile (mascherine e guanti, disinfettanti e abluzioni frequenti). Questa cautela è 1000 volte più efficace di qualsiasi vaccino.
    Sempre ammesso che i vaccini arrivino, sufficienti per coprire 7 miliardi di umani, per almeno 2 o 3 volte ... ma temo per l'epoca saremo già alle preso con un Covid23 ... :pirata:

    Qualcuno dirà, la fai facile tu, fai una vita praticamente claustrale e adesso lavori permanentemente da casa.
    Si vero e capisco che ci sia chi invece deve uscire tutti i giorni per lavoro o altre necessità.

    Ma non sempre abbiamo contatti serene e strettamente necessari. Evitiamo i rischi inutili. E' qualche cosa con cui dobbiamo convivere tutti ma, soprattutto, non crediamo che questa volta sia un problema solo bergamasco o lombardo.
    Adesso è globale ed è responsabilità di tutti contenere o limitare i danni. Nell'interesse di tutti e quindi di ogni singolo individuo.

    Spero di non avervi guastato la giornata ma mi sentivo realmente di scrivere queste righe.
    Oggi, 22 ottobre, anno del Signore 2020.

    • Like 1
    • Thanks 1
    • Haha 4

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Io ho appena ordinato 20 FFP2 da tenere di scorta.
    Per come la vedo io dobbiamo abituarci a convivere con questa situazione, senza isterie ma consapevoli che non possiamo fare altrimenti; se non per noi stessi, almeno per i nostri genitori o parenti anziani.

    • Like 1
    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Buon giorno a tutti..

    io di mascherine in casa ne ho moltissime di più che a marzo di quest'anno, quando me le portavano ma poche la protezione civile, come di altre cose di prevenzione abbiamo già fatto scorta da qualche tempo.. ma ora sono in casa di fatto quasi in autoisolamento, se esco accompagno mia moglie e resto ad aspettare in auto che finisca i pochi a dire il vero acquisti, e tutti di generi di prima necessità. 

    Sono stufo.. ma sò che non abbiamo alternative.. o così o pomì, come recitava una pubblicità tempo fà; l'unica consolazione che ho in questi momenti è la nipotina, a cui tra l'altro sto facendo dei filmati che tutto sommato mi vanno bene.. utilizzo un AF-S G 50 mm f 1.4 a tutt'apertura ed il sw Nikon mi ferma l'occhio  uno spettacolo.

    Cerchiamo di andare avanti e pensare sopra-tutto a stare protetti , sia mia figlia che il suo compagno ormai lavorato da casa via computer.. e questo diminuisce i rischi. 

     

    • Like 2

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Un mio collega mi ha appena scritto che è in quarantena perchè il figlio risultato positivo al tampone.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Due settimane fa mi son fatto 4 giorni di febbre a 39.
    Pur essendo una cosa che subisco con una certa ricorrenza, di questi tempi mi ha fatto un po' stremire e sono andato a chiedere per il tampone. E' andata a finire che il medico di base, con solo la febbre come sintomo, non me lo ha fatto fare. In effetti dopo il consueto ciclo di antibiotici è sparita come mi aspettavo.

    Nel mentre, ieri sera ho fatto l'ultima uscita a cena per parecchio tempo, mi sa.

    • Like 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    53 minuti fa, M&M ha scritto:

    Un mio collega mi ha appena scritto che è in quarantena perchè il figlio risultato positivo al tampone.

    mio figlio è in quarantena per un compagno di classe positivo: gli ho fatto fare, nell'immediatezza, un tampone rapido: negativo... ma non vuol dire nulla, aspettando il periodo di incubazione, alla fine del quale ha già avuto prenotato dall' ASP un altro tampone, in modalità drive in.

    Due settimane fa stesso discorso per due positivi nella palestra che frequentava e dove chiaramente non è più andato.

    Negativo, niente sintomi nè febbre.  

    ...

    Ma non significa nulla.

    Se non che se avessero evitato di dare false speranze, riaprendo palestre, discoteche. locali diurno/notturni, gli stadi (mi dispiace per il primato in classifica del Milan) e, per ultimo, le scuole, nelle quali si era appena fatta esperienza abbastanza positiva di remote learning, concludendo il precedente anno scolastico senza grandi problemi (asino era ed asino è rimasto) forse non avremmo perso il vantaggio guadagnato.

    E se in assenza di vaccino contro la Sars2-Covid19 nel frattempo avessero impiegati i soldi sprecati nella...nuova edilizia scolastica takeaway, nella produzione del decuplo dei vaccini antinfluenzali ordinari, che ci metterebbero in tanti anche se non tutti,  al riparo dalle paure ingenerate da una febbre stagionale (come Gabriele ha provato) forse oggi saremmo più rilassati.

    Tanto adesso fermeranno di nuovo in tutta Italia, appena la Lombardia dovrà per forza chiudere i confini: esattamente come a marzo...

    • Like 2

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Appena ricevuto la comunicazione dalla scuola dI mia figlia: dal 26/10 al 13/10 Didattica a Distanza. Io e mia moglie lavoriamo a casa da febbraio. A dire che io e la mia famiglia siamo sostanzialmente a regime lock-down.

    Spero solo di riuscire a salvare qualche sgambata solitaria nella natura...

    • Like 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites


×
×
  • Create New...