Vai al contenuto
  • Mauro Maratta
    Mauro Maratta

    Nikon D850 : un successo. Ma il corredo Nikkor é alla sua altezza ?

    Che la Nikon D850 sia un successo lo abbiamo già evidenziato. Provate a cercarne una in pronta consegna in un negozio se potete e ne avrete la certezza.
    Probabilmente ancora per qualche settimana ci sarà da attendere del tempo per averne una e facilmente solo dal prossimo anno sarà disponibile in stock.

    Bene. E buon per Nikon.

    Vorremmo soffermarci su questo punto per evidenziare però che un successo come questo può creare qualche grattacapo sia ai possibili acquirenti che alla stessa Nikon.
    Perchè - e lo abbiamo detto più volte - se è vero che chiunque (se vuole) può usare la nuova macchina con gli obiettivi che ha, quelli che usava con la Nikon FM 35 anni fa, se vuole, o persino - a suo rischio e pericolo per questioni meccaniche - con vecchi pre-AI modificati AI e concepiti per le pellicole degli anni '60 - tipo un fiammante Nikkor 5,8cm f/1.4 godronato del 1959 (proposto con la Nikon F) new old stock, non è detto che i risultati gli appagheranno l'occhio e giustificheranno la spesa.

    E' la stessa cosa che diciamo a chi, avendo ancora una D700 (o una D2x) si voglia passare il capriccio di acquistare un Sigma Art di ultimissima generazione.
    Avrà uno splendido obiettivo in casa, ma facilmente se lo godrà al 50% delle sue prestazioni.

    Ancora una volta, per sgombrare il campo dagli equivoci, chi ce l'ha può liberamente continuare ad usare il suo bel Nikon 17-35/2.8G, sia con la sua macchina più amata che con la nuova Nikon D850. Se a lui piace, piace anche a noi che vediamo nelle foto fatte ad ogni diaframma con quell'obiettivo, un inestimabile effetto melma che non rende giustizia nemmeno alla D810 e forse alla D3x/D600 ...

    Nikon propone in alcuni casi la D850 in abbinata con il Nikon 24-120/4 VR. E' un buon sistema per vendere qualche esemplare di un ferrovecchio che se la cavava appena sulla D3 ma che oggi necessiterebbe di aggiornamento immediato se lo si vuole utilizzare con macchine da 36-50 megapixel.

    Purtroppo il catalogo obiettivi Nikon in larga parte corre verso l'obsolescenza spinta, tranne pochi casi tra i più recenti.

    E infatti alla presentazione ufficiale della D850, gli obiettivi più enfatizzati da proporre agli acquirenti con la nuova D850 sono immancabilmente, il Nikon 105/1.4E, il Nikon 28/1.4E, il Nikon 70-200/2.8E, il Nikon 19/4 PC-E e pochi altri, invariabilmente tra i più recenti (tipo il Nikon 300/4 o il Nikon 200-500/5.6E).

    Non è un caso se il nostro ideale corredo da abbinare al massimo livello con la D850 è in larga parte composto da obiettivi di altri marchi, segnatamente Sigma, serie Art (vedere la nostra guida qui). Sigma con la sua ultima produzione ha - purtroppo per Nikon, Canon e Zeiss - posto il benchmark in tantissimi casi per il rapporto prezzo/qualità nelle ottiche da reflex.
    E quando si può trovare un eccellente Sigma 35/1.4 Art a meno della metà del prezzo dell'equivalente Nikon di pari garanzia, cosa andrà a scegliere il cliente Nikon ?

    Ecco che su queste basi - ed escludendo al solito gli obiettivi esotici, tipo alcuni supertele - il corredo ottiche Nikon rischia di non essere lui, quello pronto per la nuova reflex D850 che sta calando in massa nelle borse dei nikonisti.

    Nikon negli ultimi anni ci è sembrata addormentata, ha lasciato invecchiare il suo corredo, aggiornandolo con i soliti 4-5 pezzi l'anno, con molti di questi peraltro di fascia entry-level, non sempre pensati per la massima qualità (salvo rare eccezioni).

    E ci sono ritardi che in alcuni casi sono colpevoli, specie quando chi corre dietro - come Sony - sta invece chiudendo rapidamente il gap a suon di obiettivi nuovi, moderni e di prestazioni altissime (sebbene venduti a prezzi tutt'altro che abbordabilissimi).

    Vediamo un pò meglio i vuoti del corredo.

    Superwide

    1276696840000_IMG_166390.jpg.a09a6b85ff041234df7d401943d36c90.jpg
    l'apetto è moderno ma la tecnologia incorporata no. Le prestazioni viste oggi, sono modeste. E' l'unico superwide fisso neò catalogo Nikkor, il 14/2.8D

    Nikon presidia la zona con un vecchio cimelio come il 14/2.8D, scarso già con la D2 (!), ancora con l'anello dei diaframmi e senza motore incorporato, cui affianca il bellissimo 14-24/2.8G che però è stato presentato con la D3 e il più recente ma "mediocre" (nel senso che è un obiettivo realmente di fascia media) 16-35/4G. Con l'inossidabile 17-35/2.8 di epoca F5/D1 (!) che sembra una matura nonna tutta rifatta che ancora si ostina a circolare con il push-up, la parrucca biondo platino e il perizoma leopardato ... !
    Nessuno di questi obiettivi è ... obiettivamente il top per la D850. Il solo 14-24/2.8 rimane nella nostra lista. Ma è una inclusione opinabile ... già nella nostra opinione.

    Un 16-35/2.8E, aggiornato e di prestazioni top è quanto meno atteso. Ma non basterebbe perchè sul mercato oramai ci sono anche superwide fissi luminosi e di qualità fantastica. E zoom più estremi del 14-24/2.8.

    Insomma è un comparto in cui Nikon è ben più che deficitaria.

    Macro

    Non va meglio nei macro.

    Tendo a salvare il solo 60/2.8G perchè costa poco e fa quello che serve. E perchè da un 60/2.8 non ci si aspettano prestazioni al top.
    Ma il 200/4 era vecchio già 15 anni fa (é ancora non ha il motore incorporato. Nel 2017 ... scherziamo ?).

    nikon_200micro.jpg.9e903091ee3d2e0bef44315a8ab7c4b5.jpg
    il nonno dei macro Nikon ha ottime prestazioni ottiche ma tutto il resto è da XX secolo


    In quanto al 105/2.8VR. Dopo 12 anni di onorato servizio, morto nel confronto con Fujinon e Sony, l'ho venduto perchè non ne sopportavo più la resa "melmosa" ad ogni diaframma.

    Zoom transtardard

    Un pianto !

    Il Nikkor 24-70/2.8E è recente e professionale. Ma si stenta a credere che sia uscito dallo stesso banco dove è stato progettato quel campione irraggiungibile (a livello di mercato intero, a prescindere dall'attacco) che è il nuovo Nikon 70-200/2.8E. E' un obiettivo medio, venduto a prezzo top senza una reale giustificazione.

    Per tacere del 24-120/4, appena sufficiente ai tempi della D700 ma che da tempo necessiterebbe di una riprogettazione in un moderno 24-105/4, simile al nuovo Sony.
    Paradossalmente il campione in questo settore è un obiettivo che sulla D850 non si penserebbe mai di usare, come il Nikon 24-85/3.5-4.5 VR da rapporto prezzo/prestazioni irraggiungibile.

    Fissi luminosi

    La situazione qui è mista.

    Abbiamo due campioni di elevato livello (ma di prezzo sconsiderato) come i nuovissimi 28/1.4E e 105/1.4E che raccomandiamo senza riserve a chi possa permetterseli.
    C'è poi la serie precedente, con diaframma meccanico (serie G) le cui prestazioni sono complessivamente buone ma il cui prezzo non tiene conto di quanto è successo sul mercato.
    35mm e 85mm sono surclassati sul piano delle prestazioni dagli equivalenti Sigma che costano meno della metà.
    Il 24mm è di ottimo livello ma molto costoso (rispetto al Sigma).

    Taccio del 58/1.4G, obiettivo certamente di "carattere" ma le cui prestazioni sono ben lontane dal giustificare un prezzo in linea con gli altri.

    s-l640.jpg.666c4958652be618a747d3ce17f1401d.jpg
    ha l'appeal di un galleggiante e molte delle sue prestazioni di "carattere" sono frutto del manico dei fotografi (me compreso), costa come un intero set di Sigma Art, l'ho riprovato con la D850 e praticamente non si trova mai il piano di massima nitidezza. Il Nikon 58/1.4G dovrebbe essere il normale d'eccellenza Nikon e la riedizione del mitico Noct-Nikkor.

    Soprattutto perchè sul mercato c'è il campione dei normali, il Sigma 50/1.4 Art, che mette i due 50mm Nikon nella categoria degli "economici".

    Nikon-50mm-f1_8G-vs-Nikon-50mm-f1_4G.jpg.6a4fa93b2b6ccf88d3927200d04b48d3.jpg
    i due validi 50mm Nikon (meglio il meno luminoso per rapporto prezzo/prestazioni) rappresentano una scelta economica rispetto al 50mm di fascia alta del 2017

    Restano i validi f/1.8 (tutti con l'esclusione del 35mm) che hanno il vantaggio di prezzo e dimensioni ma che non possono far parte della linea top come invece è la D850.

    Teleobiettivi

    Il Nikkor 180/2.8D ED è ancora ufficilamente in listino. Mi scende una lacrima perchè il suo schema risale addirittura alle olimpiadi di Berlino del 1936 e a quello che Zeiss ha messo a disposizione della grande Leni Riefenstahl. Ma sono certo che Leni, oggi, utilizzerebbe il Sigma 180/2.8 Macro al suo posto.
    Non fraintendetemi, volendo è ancora un discreto obiettivo, ma è più un fossile che un dinosauro ancora vivente !

    180.jpg.55611c64e4c119ddb56114c9239afa77.jpg
    Il nonno dei tele Nikon, lui non lo sa ma ha più di 80 anni !

    Non è molto lontano da questo scenario il Nikon 135mm/2 DC, del tutto obnubilato dai 135mm che ci sono oggi sul mercato e che dovrebbe essere sostituito per decenza.

    Resta il 200/2G che è ancora della serie vecchia con qualche problemino al motore di messa a fuoco. E' un obiettivo di grandissime prestazioni ancora oggi. Ma in una fascia di prezzo che lo rendono impervio per molti e di dimensioni e peso che lo escludono da ancora più borse.

    Super-Teleobiettivi Zoom

    Qui abbiamo l'unica situazione ben presidiata.
    Il recente 80-400 nella sua seconda edizione vanta molti estimatori (io non sono tra questi), nonostante il prezzo un pò fuori squadra.
    Meglio ancora il Nikon 200-500/5.6, campione anche di prezzo che ha come unico limite una certa lentezza di aggancio del soggetto.
    E anche il recente 70-300mm AF-P si presenta molto bene, con prestazioni che, a dispetto del prezzo da "entry" me lo fanno raccomandare anche per la D850 per chi abbia necessità minimali e preferisca risparmiare sul peso (è maneggevolissimo e abbastanza compatto).

    Nikon-Nikkor-70-300mm-lens.jpg.2b4df7828babab34c2afe0839dae39ee.jpg
    difficilmente uno lo sceglierebbe per la D850 ma è sorprendentemente buono ed economico il nuovo Nikon 70-300mm AF-P

    Decentrabili

    non ne so molto. Ho letto cose egregie del nuovo 19/4 PC-E che proverei con grande curiosità.
    Sembra che abbiano qualche limite i precedenti (io ho esperienza solo del 85/2.8).
    Credo che però in questo comparto Nikon sia piuttosto coperta.

    Ma poi c'è quello che manca del tutto

    Un tempo - quando io ho scelto di abbracciare Nikon - il catalogo dei Nikkor era tanto sconfinato da mettere in imbarazzo.
    C'erano tre scelte per ogni focale e per ogni borsa. Ma poi c'erano anche obiettivi impossibili da acquistare tanto erano di nicchia.
    Oggi purtroppo non è più così.
    Un pò é colpa dei tempi che non consentono di immobilizzare grandi capitali in magazzani enormi (anche per quanto riguarda i ricambi).
    Ma molto è per mancanza di coraggio e di intraprendenza.
    Che altri marchi invece dimostrano.

    Il nuovo zoom fisheye va in questa direzione ma è una eccezione e peraltro non è una novità in termini assoluti di mercato.

    Credo che qualche colpo di testa ci starebbe bene (penso ad un 50/1.2, ad esempio) per offrire qualche cosa che sul mercato non c'è - come lo è il 105/1.4, tutt'ora ineguagliato - e non cercare semplicemente di rispondere a proposte altrui.

    Ma per queste ed altre considerazioni, lascio la parola ai lettori.

    Ricordo però che l'argomento é : obiettivi Nikon per cavalcare il successo della nuova Nikon D850

    Modificato da Mauro Maratta

    • Mi piace ! 1
    • Sono d'accordo 1


    Feedback utente




    14 ore fa, Mauro Maratta dice:

    In questo mercato, assecondare gli interessi di piccole nicchie porta ad incrementi di fatturato, perchè se sei l'unico a fare un dato obiettivo - ai prezzi attuali - sei anche l'unico a venderlo.
    La cosa importante è farlo bene e farlo desiderare dal tuo pubblico. Qualche esempio ? Sigma 14/1.8, Sigma 12-24/4, Sigma 20/1.4, Sigma 24-35/2, Sigma 135/1.8. Cose uniche, per palati fini, oggetti del desiderio per molti.

    Il fatto che alla tua "razionalità" di scelte e di desideri, corrisponda una forte contrazione del fatturato di Nikon, non ti suggerisce che il modello commerciale di Nikon sia sbagliato a prescindere dalle tue specifiche esigenze ?
    Se la tua compagnia offrisse una polizza per tutto quanto - come il Nikon 70-200/2.8E - e non proponesse soluzioni taylor-made per ogni segmento di clientela, quanto pensi che sopravvivrebbe nel competivo mercato dei servizi finanziari di oggi ? E il tuo lavoro all'interno di quella ?

    Peraltro tu hai anche dichiarato di non essere interessato alla Nikon D850, quindi del tutto avulso dal discorso che stiamo facendo. E il tuo apporto al fatturato di Nikon di questi ultimi trimestri, credo che valga praticamente zero.
    Questo, moltiplicato N posizioni come te, fa sempre Zero per le casse di Nikon !

    La questione è che Nikon non ha più nemmeno il monopolio della simpatia oggigiorno né riesce a ravvivare la fantasia di un informatico come te.

    Ammetto che se si trattasse di scegliere oggi, per la prima volta, come feci 35 anni fa tra Nikon ed Olympus, oggi magari sceglierei Olympus. Ma ci sarebbe un terzo che a quel tempo faceva solo pessimi apparecchi audio low-fi a farmi sognare come all'epoca faceva Nikon :( 

    Vero, Mauro. Commercialmente si stanno suicidando. Ed io la D850 non l'ho ancora comprata perché non ne sento il bisogno: La mia relazione con la D5 va così bene che la D810 sta facendo le ragnatele. Beh, domattina volo in Lapponia e mi faccio accompagnare da entrambe.... solo che spero di fare 4000 immagini con la D5 e 200 con la D810 e avere la D850 credo che non cambierebbe le proporzioni :D.

    Sul fatturato Nikon ho contribuito, eccome.... negli ultimi 14 mesi ho comprato D5 e 70-200FL, per cui credo di essere un cliente sopra la media. Solo che penso che il livello raggiunto sia ormai tale da rendere non più necessario l'inseguimento dell'ultimo modello di fotocamera o obiettivo.

    Ma a me nikon non è assolutamente antipatica, anzi mi fa un po' pena. Perché ha sbagliato un casino di mosse negli ultimi anni, e sembra non capire la direzione da prendere. Come la vorrei io? un produttore senza compromessi, che realizza solo oggetti ottimi e che li vende ad un prezzo adeguato. Perché alla fine serve poco, se è buono.

     

    13 ore fa, Valerio Brustia dice:

    Coprire segmenti di mercato differenti è ok, sta bene, ma nikon dovrebbe farlo con un minimo di decenza perché all'utenza come me e Massimo non fa un bell'effetto sapere che una fotocamera che a noi è costata 5 litri di sangue porta lo stesso nome delle entry level -todo plastico- vendute a peso al supermercato. Nikon è tempo che si renda conto che ha avuto successo perché  alternativa valida e più potente di Leica e non come ripiego fatto col culo ed in assoluta economia.

    La D850 è la fotocamera che doveva essere la D800, ci siamo oggi "scurdiammoce" il recente passato e guardiamo avanti. Questo sembrerebbe il motto corrente di un pezzo di Nikon, non tutta.

     

    Mi ritrovo, a metà. A me che nikon produca cineserie non importa. Mi importa che non produca più il meglio del meglio.

     

    10 ore fa, effe dice:

    Dieci anni fa Nikon non sapeva niente. Non sapeva che avrebbe realizzato sensori di altissima qualità come quello della D850; non sapeva che le sue fotocamere avrebbero avuto sistemi di messa a fuoco fulminei e precisi e non sapeva nemmeno che si potessero realizzare vetri calibrati sulla densità dei sensori.

    Già, hanno cantato di brutto. Ma ora lo sanno. Perché non pubblicano una roadmap dei loro prodotti? perché non mi dicono quando produrranno il 16-35 che aspetto? o a Silvio il suo 200 macro? così fanno altro che perdere fatturato. io lo chiamo suicidio commerciale.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    22 ore fa, Valerio Brustia dice:

    ...

    Razionalmente a me un 24/1.4 serviva ben poco, ma quella bomba a mano di Sigma ha scatenato un non so che tale da farmi fare foto diverse (o le stesse ma con luce indecente)

    Devo essere onesto, qui abbiamo parlato fin troppo bene del 10-20 di plastica,  otticamente un buon prodotto ma per il resto  semplicemente indegno. Badate bene non degno, intendo, del nome Nikon che vorremmo vedere,

    ...

    La D850 è la fotocamera che doveva essere la D800, ci siamo oggi "scurdiammoce" il recente passato e guardiamo avanti. Questo sembrerebbe il motto corrente di un pezzo di Nikon, non tutta.

     

     

    19 ore fa, effe dice:

    Dieci anni fa Nikon non sapeva niente. Non sapeva che avrebbe realizzato sensori di altissima qualità come quello della D850; non sapeva che le sue fotocamere avrebbero avuto sistemi di messa a fuoco fulminei e precisi e non sapeva nemmeno che si potessero realizzare vetri calibrati sulla densità dei sensori. Purtroppo, se parliamo di mercato, questa è una partita che avvantaggia chi parte da zero (Sony) e non chi deve supportare un sistema preesistente (Nikon e Canon). Aggiornare obiettivi per il sistema reflex costa tanto e non garantisce un rientro, accontenterebbe gli incontentabili che fra due anni però chiederebbero a gran voce nuovi obiettivi per la loro D850ML

    ....

    infatti razionalmente la maggior parte delle cose che pretendiamo non serve proprio a nulla:

    - un fotografo di matrimoni con una D700 e due zoom + photoshop oggi fa il suo sporco lavoro, per giunta apprezzato dai committenti

    - un fotografo alle prime armi ed anche alle seconde, statisticamente, è più orientato su una Fuji Instax che su qualsiasi ML o reflex

    - un perito assicurativo che vent'anni fa ancora usava le Fujica a ottica fissa oggi usa il cellulare per scattare le sue foto, potenzialmente strumenti di prova

    - e... per giustificare il formato file quadrato che desideravo da quando ho smesso di usare le 6x6 a pellicola, Nikon con la D850 ha pensato più agli utenti di Instagram che a quelli come me...

     

    La differenza tra noi e le nostre incontentabili pretese e chi...stabenecosì è unicamente il pio desiderio di vedere materializzati i propri sogni, se ve ne siano ancora, irrealizzati... proprio come il periodo attuale tenta disperatamente di suggerire ad una popolazione che ormai acquista tutto, di tutto e tutto l'anno

    babbo-natale-cover.jpg.5b1db8298ad5c9e3d1da1ecca9c896a6.jpg

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Perdonatemi se insisto. L'articolo, se volete, si legge come una critica a Nikon che ha proposto una macchina sensazionale - la Nikon D850 - tanto che chi l'ha voluta comprare nella gran parte dei casi ha dovuto mettersi in lista di attesa, ma lo ha fatto senza predisporre per tempo un corredo di ottiche che almeno a grandi linee ne permetta un utilizzo (della camera) per quelle che sono le sue sensazionali possibilità.

    Non è che sia semplicemente una pretesa ma oggi, nessun macro, nessun normale, nessun superwide Nikon consente alla Nikon D850 di essere la Nikon D850.

    Epic Fail, come dicono gli ammericani. Grande cagata, come diciamo noi.

    Credo che il punto stia li, prima ancora che nei nostri desideri consumistici più sfrenati (ma a me resta la necessità di un obiettivo macro per questa macchina e sul mercato per il momento non esiste, nemmeno NON marchiato Nikon ...).

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    41 minuti fa, Mauro Maratta dice:

    Perdonatemi se insisto. L'articolo, se volete, si legge come una critica a Nikon che ha proposto una macchina sensazionale - la Nikon D850 - tanto che chi l'ha voluta comprare nella gran parte dei casi ha dovuto mettersi in lista di attesa, ma lo ha fatto senza predisporre per tempo un corredo di ottiche che almeno a grandi linee ne permetta un utilizzo (della camera) per quelle che sono le sue sensazionali possibilità.

    Non è che sia semplicemente una pretesa ma oggi, nessun macro, nessun normale, nessun superwide Nikon consente alla Nikon D850 di essere la Nikon D850.

    Epic Fail, come dicono gli ammericani. Grande cagata, come diciamo noi.

    Credo che il punto stia li, prima ancora che nei nostri desideri consumistici più sfrenati (ma a me resta la necessità di un obiettivo macro per questa macchina e sul mercato per il momento non esiste, nemmeno NON marchiato Nikon ...).

    Scusa ma allora questo discorso non valeva a maggior ragione per la D800? Indipendentemente dai suoi difettucci, a livello di immagine era di poco sotto alla 850 (o quantomeno molto al di sopra delle ottiche del tempo) e già allora era necessario un aggiornamento del parco ottiche, cosa che sigma ha preso al balzo e che invece nikon pare non importi più di tanto, è ancora in grado di fare ottiche sensazionali, basta guardare il 105 ed il 28, ma quel che serve veramente?

    L'avrei preso volentieri quel 105 se avesse avuto quei 30mm in più .. ma invece no, facciamo una via di mezzo tra l'85 ed il 135, con una sola ottica copriamo due focali importanti.. 

    Io credo che tu abbia ragione, se non fosse per sigma la 850 sarebbe una meravigliosa macchina incapace di esprimersi al meglio.

    Modificato da Dario Fava

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    La D850 - anche a detta dei progettisti - si potrebbe chiamare, alla maniera di Canon, Nikon D800 Mk III :) , quindi il discorso é lo stesso.
    Solo che siamo nel 2017, non nel 2012 (all'epoca io aspettai 90 giorni per avere la D800. La D810 invece l'ho avuto il giorno di uscita sul mercato, in agosto).
    intanto sono passati 5 anni e i buchi del corredo si vedono meglio.
    E come hai detto tu, intanto dal 2013 Sigma ha compensato in parte le mancanze di Nikon.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Sigma infatti fonda la sua popolarità, oggi come oggi, nel fornire obiettivi per modelli di fotocamere dove la casa madre latita. Che vantaggio avrebbe a fare ad esempio ottiche per fuji, fatto salvo che gli utenti fuji sono una caccola rispetto a nikon?

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    1 ora fa, bergat dice:

    Sigma infatti fonda la sua popolarità, oggi come oggi, nel fornire obiettivi per modelli di fotocamere dove la casa madre latita. Che vantaggio avrebbe a fare ad esempio ottiche per fuji, fatto salvo che gli utenti fuji sono una caccola rispetto a nikon?

    Che però da quando ha introdotto la gamma Art, è passata da alternativa economica come era prima con gli ex, a vero filo da torcere per chi latita e per ch non.

    ha deciso di progettare ottiche, le sa fare, e non è più la seconda scelta.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Ciao a tutti, scusate la domanda, il topic non sarà il più adatto ma... nikon af-s 300 f/4 D ED come si collocherebbe sulla 850? 

    Bene ma non benissimo o decisamente da lasciar perdere?

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Se fermi le tue stampe al 30x45 non ti accorgi di nulla, se sali con la dimensione puoi goder di più con un'ottica più moderna, ma c'è da essere dei segugi.

    Comunque sicuramente lo cambierai perchè vedrai del'AC ai bordi quando pizzichi il mouse nelle zone periferiche.. come su D800 ma un po' di più per via dei 9mp di superiore abbondanza  

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    1 ora fa, Davide D. dice:

    Ciao a tutti, scusate la domanda, il topic non sarà il più adatto ma... nikon af-s 300 f/4 D ED come si collocherebbe sulla 850? 

    Bene ma non benissimo o decisamente da lasciar perdere?

    Per farne che ? La differenza tra quello è il PF non é sul piano ottico.

    Ma a prescindere: ce l'hai ? Lo vorresti ? Ti servirebbe ?

    E per farne che? 

    La D850 in questa scelta, non é la variabile.

    Certo, non avendo un 300/4 ed avendo la D850, io non lesinerei  ... su niente.

    Altrimenti, meglio la D750.

    In sintesi, siamo O/T : nel corredo Nikon un 300/4 per la D850 c'é ed é in produzione ;)

    • Sono d'accordo 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Certo Mauro, infatti avevo premesso di essere OT ma per rientrarci parzialmente ti dirò che prima o poi la 850 arriverà e ritengo che questa sarà il perno della borsa dei prossimi anni. La mia variabile è questo obiettivo,proposto usato, che sinceramente non conosco e fidandomi di voi, volevo solo sapere se sia, per paesaggi, cartoline e per un inizio di naturalistica, una ciofeca o un qualcosa di ancora potabile.... 

    Cmq ok ho recepito il commento... ;) grazie!!:sayonara:

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    13 ore fa, Mauro Maratta dice:

    Il mio commento al riguardo é che prima di comprarsi una Ferrari/Porsche/McLaren é meglio comprarsi un box ;)

    Vallo a dire ai 4 stronnnn della via accanto alla mia che tra mercedes porche Land Rover evoque e maserati parcheggiate in strada mi fregano un buco per la mia panda. Mi hanno sfrattato dal garage e sto rosicando. 

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    Adesso, Valerio Brustia dice:

    Vallo a dire ai 4 stronnnn della via accanto alla mia che tra mercedes porche Land Rover evoque e maserati parcheggiate in strada mi fregano un buco per la mia panda. Mi hanno sfrattato dal garage e sto rosicando. 

    Infatti lo sto dicendo proprio a quelli, traslando fotograficamente ai medesimi che si comprano la D850 senza averne il corredo adatto. Magari con un bel 28-300 VuEre.

    • Sono d'accordo 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    È una battaglia persa. Sia con quelli della Stelvio in doppia fila che con chi mette il sedere di bottiglia su quella cannniera della 850. Comunque qui rimane traccia del <TE L'AVEVO DETTO>

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti



    Crea un account o accedi per lasciare un commento

    You need to be a member in order to leave a comment

    Crea un account

    Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

    Registra un nuovo account

    Accedi

    Sei già registrato? Accedi qui.

    Accedi Ora

×