Vai al contenuto
  • Rudolf
    Rudolf

    Nikon D850 : intervista ai progettisti

    Dal sito DC.watch

    01_s.jpg.76bb4508ee5e8b08f6db169d64b406fe.jpg
    courtesy DC.watch

    il gruppo di ingegneri Nikon che è stato intervistato sulle peculiarità della nuova Nikon D850.

     

     

    13_s.jpg.d978cba6b84230d49db30d092559ccb8.jpg
    courtesy DC.watch

    una nutrita presenza femminile è una novità per Nikon Japan. Evidentemente le critiche alla presentazione ufficiale (supportata da 32 fotografi maschi) ha avuto effetto.

    Degli altri, tre facce sono note, già visti in altre circostanze. Facilmente sono dei Goto's Boys (ovvero formatisi al laboratorio di Goto).

    Traduco per punti salienti l'intervista, rilasciata in giapponese. Almeno per le parti che possono rappresentare curiosità che noi non abbiamo apprezzato nelle presentazioni ufficiali in Italia.

    La Nikon D850 è stata sviluppata allo scopo di avere una maggiore risoluzione, superiori funzionalità e un frame rate più elevato della precedente Nikon D810.
    Queste potenzialità sono state richieste da fotografi di volatili, di aeromobili e di paesaggio.
    Il video 4K è stato aggiunto per espandere le possibilità operative ma non siamo sicuri che ciò farà direttamente aumentare le vendite.
    Sappiamo che europei ed americani girano comunemente filmati ma in Giappone, solo il 20% della nostra clientela è interessata al video sul piano pratico.

    Abbiamo preferito evitare di inserire l'autofocus a differenza di fase sul sensore per evitare i possibili impatti negativi sulla qualità di immagine.

    Se ne è parlato, ma alla fine abbiamo deciso di non implementare un sistema ibrido opto-elettronico nel mirino per non avere potenziali degradi nella qualità ottica sel mirino (qualora il display elettronivo fosse inserito nel percorso di immagine) e le dimensioni maggiorate (nel caso in cui il display elettronico sia incorporato e proietti l'immagine su quello ottico).

    In ogni caso il mirino ottico 0.75x è stata una delle principali sfide di Nikon per avere una migliore e più precista capacità di messa a fuoco in questo modello a più alta risoluzione.

    Il salto del numero di modello da 810 a 850 vuole evidenziare il grande passo in avanti sul piano tecnico. Ma allo stesso tempo non si voleva dare un segno di discontinuità più grande, chiamandola D900.

    Diversamente dal passato, il passaggio da 36 a 45 megapixel non è così impegnativo come quello avuto con i 24 megapixel (D3x) e 36 megapixel (D800). Nikon ha voluto considerare il bilanciamento di prestazioni tra la risoluzione, il frame rate più elevato e le prestazioni agli alti ISO.

    La D850 è prodotta in Tailandia ma con gli stessi controlli di qualità che ci sono in Giappone.

    La più elevata velocità di lettura dei dati è stata ottenuta col passaggio dalla cablatura in alluminio, al rame.

    Nikon preferisce non divulgare il nome del produttore del sensore.

    La sensibilità ISO 25600 è principalmente ottenuta con il passaggio alla tecnologia backlit e alla più efficiente gestione del rumore consentita dal processore Expeed 5.

    La nuova modalità Auto nei picture control, è basata sul profilo Standard la cui curva e la cui resa colore è adattata automaticamente in base al riconoscimento automatico della scena.

    La prima tendina elettronica può essere utilizzata anche in modalità Q e Qc e non solo con lo specchio alzato (come era con la D810)

    Il rallentamento nella raffica in modalità otturatore elettronico è dovuta al differente processamento dell'immagine rispetto al normale uso con l'otturatore meccanico. Questo richiede un pò più di tempo di elaborazione.

    Con il battery-grip MB-D18 si può raggiungere la raffica di 9 scatti al secondo, utilizzando le batterie EN-El18, 18a e 18b.

    La Nikon D850 non impiega una monoscocca costruita come la D750 e la D500.

    L'autofocus funziona fino a -4EV che corrisponde ad un chiaro di luna scuro (...)

    L'accuratezza della messa a fuoco è stata migliorata anche in manual focus.

    Nikon non raccomanda un software specifico per montare le immagini in focus stacking ma fa riferimento a Photoshop, Helicon Focus e Combine ZM

    Il sensore esposimetrico è inserito nel mirino attraverso il sistema ottico. E' disputabile se questa informazione possa essere ragionevolmente utilizzata anche per la visione nel display LCD, anche se il nuovo display è di qualità superiore.

    Il bilanciamento del bianco in luce naturale è dedicato, come dice il nome, alla luce naturale. Il bilanciamento automatico convenzionale è più versato per le lampade artificiali e non risponde bene alle varie condizioni di luce naturale. Pensiamo di aver risolto il problema in questo modo.

    Abbiamo tolo il flash integrato per facilitare l'uso dei decentrabili e per evitare che inavvertitamente si alzi il flash mentre c'è montato un flash esterno sulla slitta porta-flash (un caso comune, con la D810).

    Nella D850 si possono usare anche le vecchie batterie EN-El15, anche se le prestazioni potrebbero essere inferiori a quelle della nuova EN-El15a

    La modalità 8k time lapse non implica che il sistema interno processi video 8K, è riferita esclusivamente alla ripresa di immagini fisse.

    ***

    Nel complesso nulla di eclatante a parte due o tre punti che mi hanno fatto riflettere.

    Non capisco perchè non vogliano dire che produce il sensore salvo che non ci siano sotto questioni di natura strategica e industriale che non vogliono siano rese pubbliche.

    Mentre il fatto che abbiano pensato ma che abbiano rinunciato ad utilizzare sistemi ibridi di visione e di messa a fuoco, dimostra che ci stanno lavorando ma che ancora, l'estate scorsa, non era il momento di renderle disponibili.

    Questo non significa né che non lo saranno mai, né che lo saranno in futuro.
    Dipenderà da quali soluzioni funzioneranno meglio alla prova dei fatti.

    Secondo me, meglio tenere separate le due linee REFLEX e MIRRORLESS, perchè ognuna dia il meglio di se, senza ibridazioni stile Toyota (le auto ibride fanno una manciata di chilometri in elettrico, così in città ti stirano per strada perchè tu non le senti ma sono normali auto a benzina per tutto il resto, salvo quando approfitti del fatto che puoi parcheggiare sulle strisce blu aggratis ! :marameo: ma l'elettrico è tutta un'altra cosa e per adesso, abbastanza prematuro. Si parla, guarda caso, di 2020-2021).

    Modificato da Mauro Maratta




    Feedback utente

    Recommended Comments

    " La Nikon D850 non impiega una monoscocca costruita come la D750 e la D500. "

    Immagino vada intesa come una miglioria, dal punto di vista della resistenza...

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Non necessariamente della resistenza, magari della elasticità.

    Ricordo che le D800 sono sempre state soggette a "compressione da schiacciamento" per l'elevata rigidità della monoscocca in lega leggera.
    Nella realtà non sono nemmeno sicurissimo della traduzione, perchè a rigore, la D500 non mi sembra che sia costruita con una monoscocca perchè è assemblata con varie parti, di cui alcune in composito.

    Però non ho maggiori informazioni al riguardo al di là delle mie sensazioni. Approfondiremo.

     

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Comunque, chi ha messo le mani sulla D850 (qui ma è in cinese !) assicura che non solo i materiali sono migliori ma che anche il design è stato pensato perchè le componenti stiano meglio insieme, si possano smontare e rimontare più facilmente.

    Non al livello di una D5 ma quasi, sicuramente superiore alle altre presenti precedenti fotocamere professionali e semi-professionali.
    Come se la volessero far durare molto a lungo ... :marameo:

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Mi sa che la traduzione manca della dovuta punteggiatura. Comunque sia le immagini della 850 smontata e confrontata con 810 ed 800 (viste grazie a Roby ma non ricordo dove) dicono che la monoscocca NON C'è PIÙ ma mostrano anche che la struttura centrale è la scatola mirabox realizzata in modo più simile alla D800 che alla D810, di certo non in fibra carbo-plastica come la leggerissima  D500.

     

    Roby rimetti il link che non lo trovo  più 

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    3 minuti fa, Paolo Mudu dice:

    Questo suona molto strano!!!

    Una diecina di anni o più, come la D3x ti suonerebbe strano ?
    Per me dovrebbe essere il minimo, perchè è l'ultima reflex che compro :sorriso:

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti


    Crea un account o accedi per lasciare un commento

    You need to be a member in order to leave a comment

    Crea un account

    Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

    Registra un nuovo account

    Accedi

    Sei già registrato? Accedi qui.

    Accedi Ora

×