Jump to content

Lasciate un commento

Commenti e feedback sono fondamentali per indirizzare la redazione nella stesura degli articoli.
Lasciare un commento significa lasciare un segno del vostro passaggio, è un gesto nei confronti dell'autore, un segnale utile per gli articoli successivi.
Noi decidiamo le linee editoriali di Nikonland anche in base ai vostri commenti e feedback.
Non fate mancare il vostro apporto !

M&M M&M
  • M&M
    M&M

    Nikon : cosa ci aspettiamo per il 2021

    Articolo totalmente composto da aria fritta. Ovvero nulla di quanto c'è scritto in questo articolo ha basi reali. Non abbiamo soffiate né notizie interne. Nessuno ci ha anticipato nulla.
    Quindi potrebbe essere tutto falso. Oppure avverarsi tutto. Credete pure a quello che volete ... oppure insultateci liberamente 

    Il 2020 si va concludendo.
    Abbiamo in corso una serie di iniziative promozionali di vendita da parte di Nikon.
    La gran parte riguarda Nikon e Nikkor Z ma ci sono affari possibili anche per il materiale reflex, corpi e obiettivi, per cui esiste sempre una gran massa di usato di varie epoche e condizioni.
    Ogni cosa può far felice il fotografo nikonista.

    Ma questo non ci libera dal pensiero di quello che verrà.

    Anche perchè il 2020 è stato molto ricco.

    Cito a memoria :

    • Nikon D6
    • Nikon D780
    • Nikkor F 120-300/2.8
    • Nikkor Z 70-200/2.8
    • Nikkor Z 20/1.8
    • Nikkor Z TC 1.4x e TC 2.0x
    • Nikkor Z 24-200
    • Nikkor Z 14-24/2.8
    • Nikkor Z 50/1.2
    • Nikon Z5
    • Nikkor Z 24-50
    • Nikon Z6 II
    • Nikon Z7 II

    e se vi sembra poco ... vuol dire che ho dimenticato qualche cosa.

    Abbiamo qualche cosa che è più di una promessa :

    Nikon-Nikkor-Z-mirrorless-lens-roadmap-768x1003.jpg.12549db8d4b66471d0233ec7bc21d3e1.thumb.jpg.12a16b3c40f38e3a2c9f3a8d00fd741f.jpg

    la roadmap Nikkor Z aggiornata al 14-10-2020 che in larga parte dovrebbe corrispondere a nuovi annunci per il 2021 :

    • Nikkor Z 18-140
    • Nikkor Z 100-400 4.5-5.6
    • Nikkor Z 200-600 5.6-6.3
    • Nikkor Z 105/2.8 Micro
    • Nikkor Z 50/2.8 Micro
    • Nikkor Z 40 e 28mm
    • Nikkor Z 24-105 presumibilmente f/2.8-4

    quindi altri 8 obiettivi Nikkor Z con possibili sorprese, come è stato il 24-50 annunciato senza ... preannuncio.

    In Asia non si prevedono lock-down imminenti, il fenomeno Covid sembra circoscritto al solo mondo occidentale Europa e Americhe, quindi le linee di progettazione e di produzione non dovrebbero più subire interruzioni importanti.
    In Giappone ci saranno le Olimpiadi la prossima Estate.

    E Nikon, ieri, nel presentare i suoi dati di bilancio infrannuali ha ribadito che :

     

    Nikon-Q2-financial-results-1.thumb.png.761eb43c71633834f38a33fd6f28fb75.png

    il peso delle vendite riservate a professionisti e appassionati di fotografia (cioé noi) è aumentato ed aumenterà tra il 2016 e il 2022 del 80% con a tendere il 95% del prodotto fotografico riservato alla fascia medio-alta e alta.

    Come dire che non ci saranno più ne Coolpix economiche (già oggi il peso delle Coolpix è ridotto ad una frazione risibile rispetto a pochi anni fa) né reflex tipo D3000.

    Ne vale della profittabilità come azienda dedicata all'imaging di Nikon e le scelte che stiamo vedendo questa anno lo confermano.
    Nulla di quanto è stato lanciato nel 2020 - escludendo il 24-50 e i due TC Z - costa meno di 1.000 euro.
    Anzi, il limite medio tende a stare vicino ai 2000 euro.

    Questo non favorirà certo il market share ma non sono più tempi in cui si possano sprecare risorse per avere una visibilità nelle statistiche mensili.
    Meglio vendere di meno e guadagnare il giusto che muovere milioni di scatole verso la grande distribuzione per guadagnare ZERO o, peggio, perdere Yen per pezzo venduto.

    Bene, ma mentre stiamo pianificando gli acquisti per questo fine anno (per quanto mi riguarda, Z6 II con MB-N11, 24-200 e 50/1.2 Z) che cosa ci possiamo aspettare per il 2021 ?

    1 il tempo delle reflex non è ancora finito

    Nikon ha dichiarato - e la presentazione di D780 e D6 nel 2020 lo dimostra - che pensa di proporre altre reflex ai propri clienti, almeno fino a che ci sarà richiesta.

    In predicato per un possibile aggiornato ci sarebbero la D850 e la D7500.
    Entrambe potrebbe avere un trapianto di tecnologia mirrorless sulla falsa riga di quanto fatto per la D780 con un allineamento alle attuali potenzialità delle Z.

    In particolare la D880, che vedremmo con qualche possibilità come prossimo annuncio di gennaio-febbraio 2021, potrebbe avere un nuovo sensore ad alta risoluzione perchè il 45 megapixel non è più disponibile se non nelle quantità necessarie per la Z7 II.
    Questo sensore potrebbe essere lo stesso della futura Z9 (sui 45-50 megapixel) oppure quello della Sony A7r IV da 61 megapixel o un altro sensore Sony dedicato ai clienti.
    Credo che il costo del sensore dovrebbe essere ridotto al minimo per non pesare sul prezzo della macchina, per cui dubito ci possa essere un sensore Nikon dedicato e progettato espressamente per questo solo modello.
    Quindi o un sensore Sony chiavi in mano, oppure un sensore prodotto da Tower che verrà impiegato anche su una o più mirrorless.
    La nuova reflex dovrebbe avere anche l'autofocus in live-view a rilevazione di fase, funzionando a specchio alzato esattamente come la Z7 II.
    Raffica da 10 scatti al secondo, batteria EN-El15c, eventualmente ricaricabile via USB-C.
    Video 4K60p ricavato per interpolazione.

    C'è una possibilità anche per la D7800 che potrebbe essere solamente una macchina in economia, l'ennesima soluzione con il sensore della D500-D7500-Z50 da 20 megapixel, di fatto lo sposalizio tra le belle D7500 e Z50.
    L'unica sua ragione d'essere sarebbe quella di avere in catalogo una reflex aggiornata di costo d'ingresso inferiore ai 1.000 euro.
    Perchè D3000 e D5000 saranno definitivamente tagliate fuori.

    Obiettivi Nikkor F ? Salvo sorprese superhighend tipo il fantastico ma rarissimo 120-300/2.8, ZERO_NADA_NIENTE

    2 perchè la battaglia con i concorrenti è sulle mirrorless

    Canon ha dichiarato di non essere più interessata a proporre nuove reflex che rimangono già oggi oggetti di nicchia, con solo Nikon a proporne di nuove (insieme a poche Pentax, Hasselblad e Phase One).
    Mentre Canon e Sony battagliano a suon di novità per il dominio della fascia alta delle mirrorless.
    Canon ha sparato le sue salve ad alto esplosivo questa estate.
    E Sony sembra che risponderà per le rime ad inizio 2021.

    Nikon non potrà più esimersi tra il 2021 e il 2022 di proporre delle Nikon Z di fascia più alta delle pur belle Z6 II e Z7 II.

    In particolare ci aspettiamo la Nikon Z9, che riservando il numero più alto alla macchina ad alta risoluzione, dovrebbe essere quella in grado di avere video in formato 8K, perciò da almeno 45-50 megapixel.
    Ma raffica da 10-20 scatti al secondo. Nuovo autofocus con riconoscimento anche dell'occhio degli uccelli. Nuovo processore di fascia alta, tipo smartphone di fascia media.
    Due schede di memoria e ovviamente battery-grip vero. Uno stabilizzatore evoluto che integri anche il pixel-shift per foto a super-alta-risoluzione.

    Ma sappiamo che Nikon sta testando più prototipi e ci piacerebbe che insieme alla Z9 fosse presentata anche una "quasi" gemella Nikon Z8 con sensore a risoluzione contenuta (30 megapixel ?) ma più veloce della Z9 e con almeno uno stop in più di sensibilità.

    Ci sarebbe spazio anche più in basso. E in questo senso una Z in formato DX, chiamiamola Z70, potrebbe offrire qualche cosa di più della Z50, anche se con lo stesso sensore (stabilizzatore ? raffica superiore ? processore evoluto ?).

    3 ma questa battaglia non si vincerà con i corpi macchina, sono gli obiettivi che fanno da traino

    e in questo campo la roadmap di Nikon ha ampi margini di integrazione.

    Per questa ragione ci aspettiamo l'annuncio a sorpresa di almeno :

    • Nikkor Z 70-300 4.5-5.6 VR
    • Nikkor Z 70-200/4 VR
    • Nikkor Z DX 35/1.8
    • Nikkor Z 50/1.8 fascia da 200 euro FX se il 50/2.8 micro non basta

    ulteriori sorprese auspicabili ma già così il 2021 sarebbe fantascientifico per Nikon, pur partendo da un 2020 ricchissimo sebbene funestato dagli effetti del Covid.

    Lasciando al 2022 non il refresh della bella ma onestamente poco ambita Nikon D6, piuttosto dei prototipi della ammiraglia Nikon Z1, corpo monolitico, 20-30 scatti al secondo e tutto ciò che, insieme a 300/2.8, 400/2.8, 500/4 e 600/4 serve ai professionisti di sport e natura per abbandonare le reflex e passare alle mirrorless.

    • Like 6


    User Feedback

    Recommended Comments



    2 minuti fa, Leo ha scritto:

    Otto obiettivi in un anno, mica male. Perplesso anche io sulle reflex e obiettivi F

    Io credo che la D880 sia pronta mentre una potenziale D7800 manterrebbe un piede reflex verso i 1000 euro. Quindi una logica c'è.
    Se leggi il mio articolo - che è del 6 novembre - vedrai che anticipavo praticamente le stesse cose.
    Non ho letto proprio nulla di nuovo (anche lo scavallamento delle Z sulle D era previsto nel 2020, il ritardo è forse indotto dal Covid) e del riconoscimento dell'occhio delle specie selvatiche ce ne ha parlato il Presidente di Nikon Europe un anno fa.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Io penso che gli obiettivi Z presentati nel 2021 saranno più di 8, almeno un paio potrebbero aggiungersi se le vendite delle Z II vanno come previsto.

    Sulle reflex sono scettico ma se hanno richiesta è normale che seguano il mercato e sfruttino il vantaggio di avere ora poca o nessuna concorrenza. In fine dei conti Sony non esiste e Canon ha praticamente chiuso le porte al mondo reflex.

    Assolutamente ottima la notizia delle sviluppo software, è li che si gioca la battaglia delle prestazioni. E devono aggiornare anche le Z5 prima serie per avere prodotti appetibili a prezzi più competitivi.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    32 minuti fa, Leo ha scritto:

     Io invece sono molto in attesa del 100-400 nel quale nutro molte speranze e che molto probabilmente finirà nel mio zaino...

    Anch'io...

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Anche Thom Hogan si è travestito da Nostradamus con le previsioni per il 2021 di Nikon.
    Lui in generale NON CI AZZECCA ma in questo caso dice di avere fonti giapponesi.

    Secondo lui nel 2021 ci sarà ancora una discreta distanza tra quello che Nikon potrà fare e quello che i nikonisti si attendono.

    I nikonisti si attendono :

    • una Z professionale che si contrapponga alla Sony a9
    • una Z professionale che si contrapponga alla Sony a7R IV
    • il 400/4 PF
    • una D580
    • il 70-200/4
    • il 70-300mm per i portafogli corti

    ma secondo Thom, le cose non potranno andare così per almeno due motivi.

    Il primo dipende dal ciclo di sviluppo degli obiettivi che è mediamente di 36 mesi. 70-200/4 e 70-300 sono certamente in sviluppo ma ai primi stadi, altrimenti sarebbero in road-map.
    Gli obiettivi già inseriti in road-map sono quelli che sono già oltre lo sviluppo medio e quindi in dirittura di presentazione.

    Il secondo dipende dal fatto che Nikon sta lavorando su sensori nuovi ma il lavoro si compirà solo nel 2022. Quindi per il 2021 le Nikon avranno ancora i tre sensori da 20-24-45 megapixel che già conosciamo ed usiamo quotidianamente.

    Perciò secondo lui per il 2021 vedremo macchine nuove ma con i sensori vecchi.

    Quindi :

    • Nikon D860 (secondo lui Nikon non può vedere una macchina con due 8 nella sigla ... non chiedetemi perchè)
    • Nikon Z8, corpo professionale per l'estate, con uno dei sensori già in portafoglio adesso
    • gli obiettivi in roadmap per il 2021 (400mm e 600mm forse annunciati ma disponibili solo più avanti, tipo il 58/0.95)
    • almeno una sorpresa in formato DX che lui identifica in un 10-20mm Z
    • almeno un obiettivo reflex esotico adesso e uno un pò meno esotico più avanti
    • la .... udite-udite, Z50 II, ovvero la stessa operazione di Z6 II e Z7 II per la Z50

    i primi obiettivi Z presentati sarebbero il 28 e il 40. Il 24-105 con la Z8, il 100-400 per la fine dell'anno.
    Mentre per D580 ed eventualmente D7800 lui pensa che Nikon abbia paura che la loro fascia di prezzo si vada pericolosamente ad accavallare con Z6 II e Z5, quindi rischiosa.
    Mentre ci sarebbe in casa Nikon una lunga trattativa sul fare o non fare una eventuale Z30.

    Lui peraltro parla di Olimpiadi per la Z8. Mentre a questo stadio anche io comincio ad avere dei dubbi sul fatto che si faranno per davvero ...

    Che ve ne sembra ?

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Le previsioni, che in questo caso non mi entusiasmano, sono ancora una volta incentrate con il riferimento a Sony, anche se oggi il nuovo punto di riferimento sia per i corpi, sia per le lenti, a parer mio, è Canon.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    Adesso, Gianni54 ha scritto:

    Le previsioni, che in questo caso non mi entusiasmano, sono ancora una volta incentrate con il riferimento a Sony, anche se oggi il nuovo punto di riferimento sia per i corpi, sia per le lenti, a parer mio, è Canon.

    Quelle "pretese" vengono da un sondaggio che Hogan ha fatto con i suoi lettori nikonisti in ottobre.
    Quindi è una questione di percezione da parte dei nikonisti, almeno quelli americani.

    Anche secondo me, come è sempre stato, l'avversario da battere è Canon.
    Sony - secondo me - presto o tardi lascerà il grosso del mercato fotografico per altri segmenti più redditizi da spremere.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Sulla lista di "quello che manca" costruito sulla base delle richieste dei nikonisti mi ritrovo abbastanza. 
    In particolare per:

    • una Z professionale (che si contrapponga alla Sony a9) -> di battere l'A9 (o la Canon xyz) a me importa nulla, ma mi serve un corpo con l'AF almeno uguale a quello della D5. Per me è la priorità più alta perché fino a quando non esisterà non potrò chiudere il capitolo reflex. Cosa che significa che, a me, fino ad allora difficilmente riusciranno a vendere molto altro.
    • il 400/4 PF -> io in realtà vorrei un 500/4PF
    • il 70-300mm per i portafogli corti -> che io in realtà vedo bene anche come soluzione definitiva invece del 70-200/4, del quale non mi risulta ne abbiano venduti così tanti nella versione F. E per il quale avendo in casa l'AFP, che ha già i motori lineari, mi verrebbe da dire che, volendolo fare, dovrebbero avere tempi ben più ridotti di realizzazione!

    Poi, io vorrei vedere subito il 24-105/4 e l'80-400/4.5-5.6 ( e non il 100-400, ma facile che sono il solo a vedere la fondamentale differenza) ed un 105 macro. Fatto questo, per me potrebbero anche iniziare a rallentare.
     

     

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    1 ora fa, Massimo Vignoli ha scritto:

    ed un 105 macro

    si ... un 105 micro ... APO

    purtroppo nella roadmap della Z non si parla PC-E 85 decente...  non con una montagna di aberrazione cromatica come l'attuale, rinuncerei a un f:2,8 per un f:4 pur di aver una buona lente APO

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    My two cents..

    D860, non so, da quello che leggo e sento in giro le reflex non interessano più a meno che non costino poco, la D780 se la cava con chi non vuole passare a Z, una reflex da 3k non so quanta strada farebbe.
    Z8, avrebbe più senso, ma non ho capito dove si differenzierebbe da una Z7 II, nel corpo monolitico stile mini D6?
    Obiettivi Z, ne mancano almeno 3 o 4 da aggiungere alla roadmap per il 2022, ma qui il discorso è anche legato a quali corpi Z avrà in listino Nikon ad agosto 2021. Non indico nulla perché tanto sono sempre gli stessi gli assenti reclamati a gran voce.
    10-20 Z, si starebbe bene per dare un segnale positivo e perché credo sarebbe una lente abbastanza attesa da chi ha scelto la piccolina.
    Obiettivo esotico, secondo me già l'85 f1.2 è abbastanza, più che altro per il prezzo, i sento tutti i canonisti lamentarsi dei costi delle lenti per R, non so quanto conviene investire risorse in lenti di alto costo a meno che non siano focali davvero richieste. Spenderei sui super tele a questo punto.
    Z50II, qui potrebbero aver ragione, la capacità di spesa su molti mercati è diminuita cosa crisi, magari una Z con sensore DX accompagnata dal 10-20 e dai due pancake già in roadmap potrebbe avere un discreto successo. Sopratutto se l'altro corpo sarà la Z8 pro da almeno 4k di listino.

    Spero che avremo i primi annunci concreti giù a fine gennaio, ora che è iniziata la vaccinazione in più o meno tutti i paesi più avanzati dovrebbe essere fattibile iniziare a fare previsioni accettabili sul futuro.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    La settimana prossima c'è il CES virtuale.
    Poi a fine febbraio il CP+ di Yokohama, sempre virtuale.

    Credo che Nikon farà gli annunci al CP+, altrimenti avremmo già i rumors dei lanci della settimana prossima.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    20 ore fa, Sakurambo ha scritto:

    My two cents..

    [...]
    Obiettivo esotico, secondo me già l'85 f1.2 è abbastanza

    Sarà per reflex. Tipo il 120-300/2.8. Per ricchi collezionisti, insomma. Ce ne sono ancora molti, stai tranquillo.
    L'85/1.2 invece semplicemente sostituisce i precedenti 85/1.4. Definirlo esotico perchè costerà di più mi pare inappropriato.

    Un obiettivo esotico è di quelli che se ne fanno e vendono a decine. Tipo il 58/0.95, il 180-400, il 300/2, il 6/2.8, il 13mm etc. etc.
    La storia degli obiettivi Nikkor è piena di questi oggetti. E siccome le reflex oramai si avviano ad essere oggetti per pochi (la D860 sarà ben venduta ma a numeri ridotti; non pensano di fare la D580 solo perchè avrebbe numeri realmente limitati per offrirla ad un prezzo ragionevole ... che invece secondo previsioni potrebbe superare quello delle full-frame), è accettabile in questa ottica che vengano proposti solo oggetti per pochi, che non impegnino il magazzino e che una volta venduti, scompaiano dall'orizzonte.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    Il 5/1/2021 at 16:15, Massimo Vignoli ha scritto:
    • il 400/4 PF -> io in realtà vorrei un 500/4PF

    il 500/4 S per Nikon Z sarà certamente un obiettivo senza compromessi. Quindi con elementi ottici tradizionali, non phase-Fresnel.
    Secondo me è già in sviluppo, ma più in ritardo rispetto a 400 e 600mm. Sicuramente comparirà in road-map più avanti.
     

    Un 400mm f/4 PF avrebbe una lente anteriore da 95-100mm. Quindi realmente compatto e probabilmente di prezzo accettabile (sui 6000 euro + IVA, naturalmente, ma sempre meno della metà di un 400/2.8).

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    2 ore fa, M&M ha scritto:

    Un 400mm f/4 PF avrebbe una lente anteriore da 95-100mm. Quindi realmente compatto e probabilmente di prezzo accettabile (sui 6000 euro + IVA, naturalmente, ma sempre meno della metà di un 400/2.8).

    Ma qual'è la clientela target per un 400/4 da 6.000€? Se lasciamo perdere chi ha i soldi per prendere 400/2.8 - 500/4 - 600/4 ad un prezzo variabile tra i 12.000€ ed i 16.000€:
    Chi fa naturalistica preferirà di sicuro il corrente 500/5.6, ad un costo di quasi metà. C'è un detto: "meglio lungo che luminoso", che è particolarmente vero per i principianti.
    Chi fa sport, a quel prezzo secondo me preferirà un 300 2.8 usato che costa la metà (o anche meno).

    Invece il 500/4 PF, max 2kg, sta nel giusto mezzo: le lenti PF possono abbassarne il costo in modo significativo (es. da 12.000€ delle lenti tradizionali a 8.000€). Ipotizzando anche che, a regime, il 500/4 a lenti normali non venga rifatto sul bocchettone Z. 

    A me sembra che pensare al 400/4 sia ragionare in termini di inseguimento di quel cha ha fatto Canon.... 10 anni fa!

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    E' bene rifletterci sopra perchè è anche quello uno dei risultati del sondaggio di Thom Hogan sulle migliaia di suoi lettori, in larga parte americani, tutti nikonisti.

    Credo anche io che ci sia poca fantasia e penso che gli elementi PF dovrebbero essere più impiegati su focali tipo un 800/5.6 o un 800/8.
    La questione è che Nikon ci ha messo quasi due anni ad esaurire il back-order per il 500/5.6 PF ... perchè non ha capacità produttive adeguati degli elementi PF normali, figuriamoci quelli necessari per grossi calibri.
    Peraltro non mi pare che Canon sia arrivata al termine dello sviluppo del suo 600/4 DO o mi sono perso per strada l'annuncio ufficiale ?

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Vero. Che può significare due cose: hanno anche loro difficoltà sul processo produttivo, che si esacerbano aumentando il diametro, o temono di cannibalizzare le vendite del 600/4 a lenti normali. Io sono più per la seconda, ed anche per questo che ipotizzerei per Nikon, visto cosa sono riusciti a fare con il 500/5.6PF, di non produrre più quella che per anni è stata (ed è) la mia ottica preferita. 

    Fare cioè 400/2.8 e 600/4 a lenti ed insieme - come tutti - perché ci sono elevate sinergie produttive dei pezzi più significativi (la lente frontale è sostanzialmente la stessa). Il 500/4 PF, visto che il 500/4 è scelto tra l'altro da quelli che non vogliono il peso/ingombro del 600/4, può tranquillamente essere l'unico 500 luminoso. Nell'affermarlo mi baso sul trend di miglioramento delle qualità ottiche che c'è stato tra 300/4 e 500/5.6: se progrediscono ancora la differenza tra le lenti tradizionali e le PF ci sarà ancora ma... diventerà minuscola!

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Nikon D3500 e Nikon D5600 sono ufficialmente contrassegnate come "fuori produzione" da parte di Nikon.

    La D5600 è stata però la fotocamera Nikon più venduta nel 2020 in Giappone.
    Nikon potrà stare senza un modello in quella fascia di prezzo nel 2021 anche se vendendola non ci guadagna nulla ?
    La Z50 anche scontata costa di più.

    Quindi o ci sarà un abbattimento del prezzo della Z50 (in previsione della possibile Z50 II), oppure Nikon dovrà decidersi a fare uscire un modello più economico.
    Che speriamo non rinunci al mirino elettronico ...

    Confermo che una eventuale Z30 resterà fuori dai radar di Nikonland :)

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Sarà il motivo dell'arrivo della Z50 II, nuovo modello più evoluto e ribasso di prezzo della prima serie.
    Import mi pare che la Z50 con 16-50 sia ormai sotto i 700 euro.

    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    A mio avviso Nikon continuerà a sviluppare il settore mirrorless e pian piano farà andare in sordina il settore reflex, le mirrorless,volenti o nolenti saranno il futuro e attrarranno le nuove leve di fotografi nati sull'onda del digitale,noi dinosauri dell'era reflex conviveremo con entrambi i sistemi,almeno per quel che mi riguarda.....ad ogni modo stiamo alla finestra e vediamo che esce.....

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    Il 12/1/2021 at 08:36, Sakurambo ha scritto:

    Sarà il motivo dell'arrivo della Z50 II, nuovo modello più evoluto e ribasso di prezzo della prima serie.
    Import mi pare che la Z50 con 16-50 sia ormai sotto i 700 euro.

    Infatti io credo che una Z50 II anche solo con una batteria ricaricabile via USB e USB-C sarebbe sufficiente per avere due modelli nel segmento.
    Di mirrorless entry-level senza mirino non mi ricordo più se ce ne sono presentate negli ultimi 12 mesi.
    La stessa Sigma sta correndo ai ripari con la fp e le ultime Sony hanno tutte almeno il mirino a scomparsa.

    Andare a competere con Canon contro una macchina che oramai ha i suoi anni non so che senso abbia.
    In ogni caso per noi Nikonland è come se non ci fosse una macchina del genere.
    E speriamo proprio che non ci sia (dico l'ipotetica Z30).

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    ...ma non sarebbe ora di annunciare/presentare/distribuire/vendere qualche ottica Z  come da roadmap? Sono passati 6 mesi dal 50 1.2 ed dal 14 24 2.8....?!:ph34r:

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    1 ora fa, SGAMBI ha scritto:

    ...ma non sarebbe ora di annunciare/presentare/distribuire/vendere qualche ottica Z  come da roadmap? Sono passati 6 mesi dal 50 1.2 ed dal 14 24 2.8....?!:ph34r:

    Ho chiesto espressamente dicendo proprio questo.
    Mi è stato risposto : siamo in stand-by.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Pur vivendo oggi nell'on-line e con la possibilità di acquistare tutto comodamente da casa seduti davanti a un pc o a un tablet, che sia questo diffuso lockdown - per lo meno nella Vecchia Europa - a scoraggiare e a far rimandare da parte di Nikon l'annuncio di nuovi obiettivi?

    Non sarà forse che questo confinamento forzato ritarderebbe gli ordini dei clienti per prodotti di fatto quasi inutilizzabili fra le quattro mura disperdendo pertanto sia l'effetto lancio sul mercato che l'impulso all'acquisto degli appassionati?

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    I Macro credo che sarebbero vendibili anche in periodo di lockdown.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Io ricordo sempre che Audi-VW ha 100.000 auto in arretro per mancanza di microchip.
    Posso credere che sia una fase contingente in cui non vorrebbero avere prodotti nuovi e consegnarli fra sei mesi come è successo l'anno scorso.
    Ma non ho spiegazioni ufficiali al riguardo.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    1 ora fa, M&M ha scritto:

    Io ricordo sempre che Audi-VW ha 100.000 auto in arretro per mancanza di microchip.
    Posso credere che sia una fase contingente in cui non vorrebbero avere prodotti nuovi e consegnarli fra sei mesi come è successo l'anno scorso.
    Ma non ho spiegazioni ufficiali al riguardo.

    Si , posso confermare anche io che la mancanza di microchip è sentita ed è causa di ritardi per molti prodotti che li integrano.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites


×
×
  • Create New...