Jump to content

Lasciate un commento

Commenti e feedback sono fondamentali per indirizzare la redazione nella stesura degli articoli.
Lasciare un commento significa lasciare un segno del vostro passaggio, è un gesto nei confronti dell'autore, un segnale utile per gli articoli successivi.
Noi decidiamo le linee editoriali di Nikonland anche in base ai vostri commenti e feedback.
Non fate mancare il vostro apporto !

M&M M&M
  • M&M
    M&M

    Competere per il primo posto ? A partire dal 2022

    La Ferrari SF1000 per me è esteticamente bellissima. Trovo emozionante vederla girare anche da sola.
    Peccato che le sue prestazioni in raffronto ad ogni altra vettura del campionato di F1 non siano da Ferrari.

    Questa però è un'altra storia.

    La storia che ci raccontano le due nuove mirrorless Nikon Z6 II e Nikon Z7 II annunciate con squilli e campane oggi.

    Nikon-Z6-II-and-Z7-II-now-available-for-pre-order.jpg.dfeadc52167458c5b10fb4ef0ad066a9.jpg

    sono due buone macchine, per la stragrande maggioranza dei fotografi che usano Nikon, bastano ed avanzano.

    Se non fosse che nei vecchi e vituperati diesel (le reflex) Nikon abbia sempre offerto di più e di meglio (pensiamo a Nikon D850/D700 e Nikon D6/D5/D3s etc.).

    E' indubbio che oggi un diesel non se lo compra quasi più nessuno (tolto chi per lavoro ci deve fare troppi chilometri al giorno per poter solo pensare di comparsi una elettrica da 300 km al pieno senza usare il condizionatore o il riscaldamento in inverno).
    Ne è prova che nei Nikonstore di tutto il mondo la prima voce dei prodotti a disposizione sia Mirrorless e poi reflex. Quindi obiettivi da mirrorless. E poi reflex.
    Lo provano le vendite. Lo provano le aspettative dei clienti.

    Io la Nikon D6 l'ho provata. E' fantastica. Ma non spenderò mai quei soldi per avere un corpo che non può essere utilizzato con i migliori Nikkor Z a disposizione.

    Che trovano oggi in Z6 II e Z7 II le migliori partner.

    Ripetiamolo a scanso di equivoci, sono due macchine che nel loro segmento - fotografia generale e video/studio e paesaggio - offrono molto più di quanto non possa desiderare la stragrande maggioranza di noi.
    Con qualche eccezione - come il sottoscritto - che comunque oramai si è adattato a queste Nikon Z per poter sfruttare il bagaglio di obiettivi e di funzionalità che si portano dietro.

    Perchè un Noct 58/0.95 per la D6 non c'è. Nè ci sarà un 50/1.2 o un 85/1.2. Obiettivi che in autofocus per Nikon non ci sono mai stati, né proposti da Nikon né da altri marchi.
    Per tacere, naturalmente, di ogni altro Nikkor Z che supera ogni pariclasse Nikkor F precedente.
    L'autofocus con il riconoscimento del volto e dell'occhio di cristiani ed animali.
    Adesso anche la batteria più potente alimentabile via USB. Etcetera, Etcetera, Etcetera, Etcetera.

    Ma Z6 II e Z7 II aggiornano soltanto tecnologia del 2018. Tanto quanto la Ferrari SF1000 è praticamente la stessa auto del 2017-2018 (tralasciamo le normative regolamentari che hanno tolto a Ferrari il vantaggio del motore : al netto di questo, la Ferrari SF1000 non è per telaio e aerodinamica aggiornata né al 2020 né lo sarà al 2021. Lo sarà, a detta dei suoi manager, solo a partire dal 2022. Se Charles Leclerc intanto non perde la pazienza e chiede di cambiare aria ....).

    Per competere con i migliori marchi in quanto a prestazioni di punta, innovazione, corredo esteso e potenzialità di sviluppo (Z6 II e Z7 II saranno aggiornate via firmware ma la Z6 non potrà mai avere altro che quello di cui dispone da quel sensore che è limitato dall'età. Idem per la Z7 che sta usando i residui esemplari di quello della D850), si dovrà attendere la fine del 2021 con la ventilata Nikon Z9, prima macchina Z professionale e l'annuncio di 400/2.8 e 600/4.
    Obiettivi superprofessionali che da soli fanno corredo.

    Questo naturalmente non significa che non potremo divertirci e fare centinaia di migliaia di scatti, non solo con Z6 II e Z7 II ma anche con Z50, Z5, Z6 e Z7, secondo le nostre esigenze e disponibilità.

    Ma che questo aggiornamento non va oltre quanto Nikon avrebbe potuto fare anche due anni fa (ma anche nel 2017 se vogliamo essere più critici ancora) con una progettazione più accorta e soprattutto, avendo in mente di cosa necessitano i fotografi.

    Già perchè adesso Nikon afferma nei suoi video di presentazione che sta ascoltando i feedback dei nikonisti.

    Bene. Era ora.

    Ma noi nikonisti, benchè contenti di usare le nostre Nikon, non abbiamo l'anello al naso e seguiamo pure le novità presentate tempo per tempo anche dagli altri marchi.
    E abbiamo visto come la rincorsa portentosa di Canon l'abbia portata in pochissimo tempo non solo a chiudere il gap con Sony - al netto delle differenze di filosofia tra i marchi - ma pure ad essere un contendente di riferimento.
    E se la roadmap che abbiamo visto per gli obiettivi RF del 2021 e la presentazione di altre macchine professionali - compresa - l'ammiraglia sono più che dei rumors, allora Canon nel 2022 si presenterà con la macchina da battere.

    Nikon dovrà fare ciò che promette la Ferrari, continuando ad essere guardata con scetticismo anche da noi nikonisti. Perchè sugli obiettivi non si discute. Ma i tanti soldi richiesti per le macchine potrebbero continuare ad essere investiti su modelli intermedi e temporanei, con la conseguente svalutazione che ne verrà.

    Non la migliore delle opportunità del mondo di questi tempi.

    Naturalmente noi di Nikonland proveremo ogni nuovo prodotto che ci verrà offerto (tranne i telecomandi per i flash ! :x3x:) e a comprare tutto ciò che potrà giovarci nella fotografia di tutti i giorni.

    Ma permettendoci di essere critici per tutto ciò che è ai nostri occhi evidente. C'è un gap tecnologico e di capitale investito da chiudere al più presto. Di qui al 2022. Non più tardi, meglio prima.
    E Z6 II e Z7 II, pur adeguate, non hanno nulla di eccitante per se.

    • Like 1
    • Thanks 3
    • Haha 2


    User Feedback

    Recommended Comments



    Chissà cosa farà col gatto, allora, quando avrà la Z6 II :frigno:

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Leggo di tanti desiderata, e con qualcuno sono anche d'accordo.

    Ma, andando forse un po' OT, mi chiedo quale sia l'effettiva capacità di sviluppo e produzione di Nikon e quali sforzi NIkon abbia fatto negli ultimi anni per rendere disponibile il prodotto Z.

    Cioè sarei curioso di sapere quale sia in assoluto, diciamo così, la massima capacità di fuoco di Nikon, sia rispetto alla sua struttura (come anche al proprio conto economico con cui confrontarsi), sia rispetto ai suoi concorrenti Canon e Sony che sulla carta possono contare su risorse ben maggiori stante il loro giro di affari non limitato al solo settore fotografico.

    In sostanza: siamo sicuri che, aldilà delle giuste aspettative di ciascuno in base alle proprie necessità, non stiamo chiedendo troppo ad un'azienda che per i motivi elencati sopra certe scelte deve comunque farle?

    Oppure quei capoccioni di giapponesi con una diversa politica commerciale (leggi: ascolto delle richieste dei clienti, migliore approfondimento dell'evoluzione del mercato fotografico, strategia nel posizionamento del prodotto, ecc.) effettivamente avrebbero potuto fare assai meglio?

    :sono_muto:

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    1 minuto fa, Pedrito ha scritto:

    Leggo di tanti desiderata, e con qualcuno sono anche d'accordo.

    Ma, andando forse un po' OT, mi chiedo quale sia l'effettiva capacità di sviluppo e produzione di Nikon e quali sforzi NIkon abbia fatto negli ultimi anni per rendere disponibile il prodotto Z.

    Cioè sarei curioso di sapere quale sia in assoluto, diciamo così, la massima capacità di fuoco di Nikon, sia rispetto alla sua struttura (come anche al proprio conto economico con cui confrontarsi), sia rispetto ai suoi concorrenti Canon e Sony che sulla carta possono contare su risorse ben maggiori stante il loro giro di affari non limitato al solo settore fotografico.

    In sostanza: siamo sicuri che, aldilà delle giuste aspettative di ciascuno in base alle proprie necessità, non stiamo chiedendo troppo ad un'azienda che per i motivi elencati sopra certe scelte deve comunque farle?

    Oppure quei capoccioni di giapponesi con una diversa politica commerciale (leggi: ascolto delle richieste dei clienti, migliore approfondimento dell'evoluzione del mercato fotografico, strategia nel posizionamento del prodotto, ecc.) effettivamente avrebbero potuto fare assai meglio?

    :sono_muto:

    La seconda che hai detto....

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    4 minuti fa, Pedrito ha scritto:

    [...] Cioè sarei curioso di sapere quale sia in assoluto, diciamo così, la massima capacità di fuoco di Nikon, sia rispetto alla sua struttura 

    Evidentemente sono già al limite estremo così, anche se sono troppo monolitici e rigidi.
    Ma non è che poi si possono lamentare se non si vendono Z5 perchè la proposta è commercialmente sballata nonostante il prodotto non sia male o non si vendono 24-200 ... perchè non ne consegnano :)

    Più in generale, comunque, quando uno ha poche munizioni da sparare, cerca di conservarsele per il meglio, oppure di sparare solo quando è sicuro di centrare il bersaglio.
    O no ? :emoj_pirata:

    Nel nostro piccolo : questa tornata di prodotti nuovi - 14-24/2.8, 50/1.2, Z6 II e Z7 II, battery-grip ====> zero, nada, niente preview. Si deve attendere l'arrivo dei prodotti commerciali dopo che fisseranno la data di consegna.
    A noi va bene anche così ma se poco poco abbiamo un peso in termini di influenza, non ritarderanno un pochino di vendite ? (non le hanno mandate nemmeno a Dpreview ....... !).

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    7 minuti fa, M&M ha scritto:

    Evidentemente sono già al limite estremo così, anche se sono troppo monolitici e rigidi.

    ...

    Assolutamente d'accordo.

    Diciamo che se avessero studiato una più attenta lista di priorità forse oggi avremmo tutti meno recriminazioni e pertanto meno richieste da fare.

    Tuttavia sono anche certo che non sia facile studiare un piano e realizzarlo efficacemente: cioè tra il dire ed il fare (che si conta in decine di mesi) c'è di mezzo la disponibilità dei componenti, i cambiamenti di mercato, le crisi internazionali, i terremoti e le indondazioni, il covid, ecc. ecc....

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    6 minuti fa, Pedrito ha scritto:

    Assolutamente d'accordo.

    Diciamo che se avessero studiato una più attenta lista di priorità forse oggi avremmo tutti meno recriminazioni e pertanto meno richieste da fare.

    Tuttavia sono anche certo che non sia facile studiare un piano e realizzarlo efficacemente: cioè tra il dire ed il fare (che si conta in decine di mesi) c'è di mezzo la disponibilità dei componenti, i cambiamenti di mercato, le crisi internazionali, i terremoti e le indondazioni, il covid, ecc. ecc....

    si, ma anche
    .... non sentire i fotografi quando pensi ad una proposta commerciale
    .... non far provare i prototipi ai fotografi per averne un feedback
    .... non guardare in maniera critica cosa fanno i competitor per fare meglio

    Nikon ha dimostrato di poter fare una marea di lenti spaziali in poco tempo, e pure un gran numero di corpi. Il punto è quali e come.
    Diverse delle modifiche chiave sulle Z seconda versione le abbiamo avuto evidenti nel corso del primo mese d'uso della prima versione. Possibile che non le abbiano viste loro provando i prototipi?

    • Like 1
    • Haha 2

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    45 minuti fa, Massimo Vignoli ha scritto:

    [...] Diverse delle modifiche chiave sulle Z seconda versione le abbiamo avuto evidenti nel corso del primo mese d'uso della prima versione. Possibile che non le abbiano viste loro provando i prototipi?

    Basterebbe far provare le cose a fotografi seri prima di decidere di produrle come sono, e poi ascoltarne i consigli. Non tipi come quelli del video, naturalmente ma gente più pancia-a-terra.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Io la penso così: "spendiamo il meno possibile (in sviluppo e produzione) diamogli quello che chiedono (uniformiamoci alla concorrenza, passata generazione) e cerchiamo di guadagnare il più possibile per re-investire nei veri futuri prodotti." secondo me l'hanno pensata così. 
    Io non sono minimamente attratto dal mondo ML in tutte i suoi marchi, non ci sono ottiche che mi attirano e che desidero (sarà che sono contento con ciò che ho) e queste Z versione 1.5 nemmeno 2 secondo me, non mi dicono nulla, a parte qualche funzione video che ogni tanto tornerebbe utile ma nemmeno tanto...

    Non sto dicendo che non sono prodotti validi, sono delle Nikon, ma secondo me resta da attendere ancora tanto per prendere qualcosa che ti faccia dire WOW, come certe reflex hanno fatto, vedi D800 al tempo fece infuocare l'internet, D850 anche.

    Vorrei ricordare, per chi elogia il doppio processore, si vero potrebbe esserci più potenza (da provare) ma Nikon per Expeed non intende "processore" bensì un concetto computazionale (articolo del 2013 qui su Nikonland) via SW ad oggi si possono fare "miracoli" anche con HW non aggiornatissimo.

    Ho la sensazione che abbia fatto come Pentax, inviateci la vostra macchina e la aggiorniamo alla versione 2. Solo che così sarebbe stata una sconfitta e infattibile, meglio mettere un bel II sul logo. 
    Aggiungo che queste appena presentate, dovevano essere già così 2 anni fa

    Edited by Nicola Di Maio
    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Intanto, leggendo il materiale ufficiale Nikon:

    The Z 6II is also equipped with a number of other new functions that pursue improved usability,including a function that maintains focus position when the camera is turned off

    Quindi, per le notturne, risolto a monte il problema di perdere il fuoco su infinito.
     

    • Like 2

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    22 ore fa, Nicola Di Maio ha scritto:

    Io la penso così: "spendiamo il meno possibile (in sviluppo e produzione) diamogli quello che chiedono (uniformiamoci alla concorrenza, passata generazione) e cerchiamo di guadagnare il più possibile per re-investire nei veri futuri prodotti." secondo me l'hanno pensata così. 
    Io non sono minimamente attratto dal mondo ML in tutte i suoi marchi [...]

    Mentre IO non sono più minimamente interessato a fotografare con le reflex (D6 esclusa e solo nello sport d'azione più estrema in puro jpg a raffica) concordo al 1000x1000 sul resto.

    Nikon é al momento in difesa ed ha scelto di aggiornare i due modelli di mirrorless in catalogo perchè la pressione di vendita stava andando a zero e doveva essere sostenuta solo con scontistica.
    Ma Z6 II e Z7 II sono strumenti di retroguardia, aggiornati al risparmio impiegando tecnologia del 2017. Come se Apple proponesse il nuovo iMac o il nuovo iBook anzichè con l'i9 di 10a generazione, mettendo 2x i3 di 5a generazione.
    Situazione "accettabile" da noi nikonisti perchè sappiamo che Nikon è indietro ma solo ancora temporaneamente.

    Le mirrorless sono computer e il computer lo fa il processore, la memoria e il bus di comunicazione con l'esterno.

    E' fuori discussione che Nikon stia già lavorando su macchine con un processore più aggiornato e un corpo più adeguato di quello di Z5-Z6-Z7 che è stato pensato per le borsette (lo prova l'aver dovuto fare il battery-grip più lungo della larghezza del corpo macchina perchè sennò, due batterie non ci stavano insieme ai tasti di controllo verticali).

    Ma ...

    • non ci sono prove che l'autofocus sia il doppio più veloce del precedente
    • l'aumento di velocità di raffica è solo fumo negli occhi. Nella realtà non c'è alcun incremento di fps.
    • l'organizzazione dell'autofocus non è ancora quello della D6, non parlo dell'efficienza. Queste macchine non garantiscono la messa a fuoco sul soggetto "vivo" più vicino, non pescano l'occhio più vicino, il tracking non è in alcun modo modulabile. Le nuove modalità introdotte sono più un incremento di ... confusione che di possibilità operative. Il WIDE-L con il riconoscimento dell'occhio non da significativi vantaggi quando il soggetto esce dal riquadro.
      Quello che serve, per ieri, non per domani, è un tracking attivo che riconosca il soggetto, che parta da dove vuole il fotografo e che lo segua liberamente per tutto il frame, quale che sia la modalità impostata, se siamo in tracking.
      E se questo ha una faccia e due occhi, punti a quelli. Da solo, non incrociando i diti. Il tracking delle Z è una barzelletta, solo una soluzione di ripiego quando abbiamo esaurito le altre possibilità.
    • nei filmati di presentazione si dice solo che il blackout in raffica si è ridotto. Ma oggi si pretende che non ci sia, non che sia ridotto
    • continuano a mancare i comandi fondamentali per chi non fotografa con tempi tali che possa farlo recitando la Divina Commedia nel frattempo ...

    per questo continuo a pensare che lo sforzo maggiore Nikon dovrà farlo da domani. Sia per rivoluzionare il firmware delle Mk II che per proporre una gamma di macchine all'altezza, non della concorrenza di cui continueremo ad infischiarci ma di chi come Nicola resta ancorato alle reflex.

    A cominciare da fatto che :

    • oltre ai vari 400/2.8, 500/4 e 600/4
    • sono necessari come il pane anche il 24-105/2.8-4 e il 70-200/4
    • 2 o 3 macro
    • una gamma di fissi derivati dal Noct ma autofocus, tipo 50/1.2-85/1.2-105/1.2-135/1.8-200/2 ed altri superwide superluminosi ambiziosi

    Canon sta lavorando a una serie di decentrabili autofocus. Lo sapevate ? Altro che pancake ... !

    • Like 1
    • Haha 2

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    Il 14/10/2020 at 14:01, Massimo Vignoli ha scritto:

    (...)

    Relativamente allo smartphone, io gli iPhone dal 3 (quando sono montato a bordo) al 6 li ho presi tutti.... poi, maturato il prodotto, ho rallentato. Ed ora sono un felicissimo possessore di iPhone X originale, e del 12, 11, XR non mi importa e non mi è importato nulla. Cambierò solo per un guasto o a fine batteria...

     

    Come te anch’io mi sono ‘fermato’ all’iPhone X. L’iphone 12 versione pro però incorpora tecnologie digitali e nuovi obiettivi/sensori che mi hanno fatto girare la testa a guardare meglio ;)

    Lato Nikon Z aspetto di vedere se riesco a provare il 50mm f/1.2 e lato corpi sapete già che io aspetto.

    Nel frattempo aggiungerei che lato mirini ho visto quello della SL2 e della S1 e mi chiedo perché non si parli anche di quelli in Nikon, per me importantissimi.

    Nikon sta semplicemente ‘pasturando’: getta mangime in acqua per far arrivare i pesci, ma ancora non mi ha dato IL segnale che ci crede con il cuore e non solo con il portafogli...

     

    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Non competere (per il momento) per il primo posto in classifica, non significa non voler o non poter giocare.

    Idealmente, la seconda parte di questo editoriale qui

     

     

    • Like 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites



    Guest
    This is now closed for further comments

×
×
  • Create New...